Foto spia

Nio ET7
Avvistata l'ammiraglia elettrica da 1.000 km di autonomia

Nio ET7
Avvistata l'ammiraglia elettrica da 1.000 km di autonomia
Chiudi

Un esemplare della Nio ET7 è stato fotografato con alcune camuffature durante un collaudo su strada in Germania. La berlina cinese è stata annunciata alla fine del 2021 ed è già prenotabile in Cina e in Norvegia: nei prossimi mesi è atteso il suo sbarco in Germania come capolista del mercato europeo. 

Oltre 1.000 km di autonomia. La vettura che vediamo in questi scatti non presenta modifiche rispetto alle immagini ufficiali rese disponibili dalla Nio. La ET7, se segue le suv ES6, EC6, ES7 ed ES8 e la berlina ET5, è l'ammiraglia del marchio e come tale promette contenuti tecnici particolarmente innovativi: con 653 CV e la trazione integrale le prestazioni sono elevate, ma l'elemento principale del progetto è l'adozione delle batterie a stato semi-solido da 150 kWh, che saranno disponibili in un secondo tempo accanto a quelle tradizionali da 70 e 100 kWh e offriranno oltre 1.000 km di autonomia. 

Lidar per il Livello 3.
Il prototipo è dotato dei sensori e delle telecamere sul tetto e sulle fiancate che permetteranno di gestire la guida assistita di Livello 3, altro fiore all'occhiello della ET7. Il pacchetto è denominato Nio Aquila Super Sensing e può contare su 11 telecamere, un Lidar, 5 radar, 12 sensori a ultrasuoni e due unità di posizionamento gestiti da quattro processori NVidia Orin. Non è ancora chiaro quali siano le funzioni disponibili al lancio e quali invece saranno attivate con gli aggiornamenti over-the-air, ma la Nio intende consegnare tutte le ET7 con i sensori integrati pronti all'uso.  

Dalla Germania all'Italia, ecco perché. Curioso infine che la vettura cinese, fotografata da un nostro lettore nella città tedesca di Kiel, sfoggi una targa prova italiana. Ma una spiegazione a questa inattesa circostanza potrebbe trovarsi nella rete di appoggi che il costruttore asiatico ha tessuto nel tempo nel distretto torinese: la Nio non ha una presenza ufficiale in Italia (la sede europea si trova a Monaco di Baviera), ma negli ultimi anni numerosi prototipi del marchio sono stati avvistati nella zona del capoluogo piemontese. Indizio sufficiente a supporre che il marchio full electric sia andato ad accrescere la già nutrita schiera delle Case cinesi che sfruttano il prezioso know-how della filiera automotive nostrana.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Nio ET7 - Avvistata l'ammiraglia elettrica da 1.000 km di autonomia

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it