Mercato italia Accelerano le vendite di auto in agosto: +9,5%

Rosario Murgida Rosario Murgida
Mercato italia
Accelerano le vendite di auto in agosto: +9,5%
Chiudi
 

Il mercato italiano dell'auto cresce anche ad agosto e mette a segno un'accelerazione rispetto a luglio grazie all’aumento dell’offerta di veicoli non adeguati al ciclo WLTP, il nuovo standard di omologazione entrato in vigore il 1° settembre. Secondo i dati del ministero dei Trasporti, le immatricolazioni sono state pari a 91.551 unità, con un aumento, rispetto allo stesso periodo del 2017, del 9,46%, quasi il doppio se confrontato con il 4,42% di luglio. Lo sprint consente di portare quasi in pareggio il dato dei primi otto mesi dell'anno. Il periodo gennaio-agosto si chiude, infatti, con una flessione dello 0,07%, pari a 1.366.881 veicoli registrati.

FCA cresce grazie sempre alla Jeep e all'Alfa. Il gruppo FCA registra il secondo mese di fila con dati in crescita. Le immatricolazioni ad agosto sono pari a 24.835 unità, il 2,66% in più rispetto allo stesso mese dell'anno scorso. È sempre la Jeep a mostrare le migliori performance tra i vari brand del gruppo italo-statunitense: le unità immatricolate sono 5.665 e la crescita è del 137,83%. Andamento positivo anche per l'Alfa Romeo, che dopo il +44,54% di luglio mette a segno un +66,57%, con 3.608 veicoli immatricolati. Sul risultato complessivo pesano sempre i dati negativi della Fiat (-15,24%, con 14.151 immatricolazioni) e della Lancia (-54,9%, con 1.278 unità), mentre la Maserati inverte il recente trend negativo con una crescita del 14,29% e 112 veicoli registrati.

In lieve calo il gruppo Volkswagen. Il gruppo Volkswagen si conferma la terza forza del mercato italiano, ma dopo diversi mesi subisce un piccolo rallentamento. Le immatricolazioni, pari a 11.036 esemplari, calano dello 0,16% con risultati positivi per i vari marchi con l'unica eccezione dell'Audi. Il brand VW registra +10,35% con 6.548 vetture immatricolate, la Skoda +22,66% (1.245) e la Seat +36,64% (1.156). Il marchio dei Quattro anelli, con 2.081 vetture, riscontra, invece, un calo del 36,13%. La Lamborghini, anche se con volumi decisamente contenuti (sei unità consegnate), cresce del 500% per effetto dell'avvio, a partire da luglio, delle consegne della Suv Urus.

Sempre negativo l'andamento per Daimler e BMW. Tra gli altri grandi produttori tedeschi non si arresta il calo di Daimler e BMW. Il gruppo di Stoccarda, con 2.575 auto immatricolate, registra una diminuzione del 20,23%, in particolare per il -23,74% della Mercedes (1.898 registrazioni), mentre la Smart risulta in contrazione dell'8,39% (677 unità). Il concorrente bavarese vede 3.221 veicoli registrati, il 6,96% in meno rispetto allo stesso mese del 2017, con la crescita del marchio omonimo (+0,55% e 2.557 immatricolazioni) annullata dalla forte contrazione della Mini (-27,75% e 664 unità).

In salita PSA, Renault e Ford. Il gruppo PSA, anche se con tassi decisamente inferiori ai mesi scorsi, consolida la propria posizione di seconda forza del mercato, grazie sempre al contributo della Opel. I transalpini mettono a segno una crescita del 5,96% con 13.415 unità registrate e con il marchio tedesco (al primo mese di confronto essendo stato consolidato dal 1° agosto del 2017) in crescita del 2,93% a 4.455 immatricolazioni. In aumento risulta anche la Citroën con +8,89% e 3.957 registrazioni, mentre la Peugeot sale del 7,76% (4.846 unità) e la DS perde il 21,89% con soli 156 veicoli. In grande spolvero il gruppo Renault: ad agosto immatricola 14.057 veicoli e cresce del 76,17% con la Dacia in espansione dell'80,85% e (4.476 auto) e il marchio omonimo in miglioramento del 74,07% (9.581 immatricolazioni). Anche la Ford mette a segno un risultato positivo, con 6.025 registrazioni e un segno più del 13,89%.

Andamento altalenante per gli asiatici. Tra i grandi produttori dell'Asia, il gruppo Toyota, con 4.084 immatricolazioni, guadagna l'11,28% con il marchio omonimo in crescita del 10,5% e la Lexus in ascesa del 33,33%. La Nissan, invece, lascia sul terreno il 17,56% (2.437 immatricolazioni), la Suzuki il 12,38% e la Mazda il 12,4%. In calo risulta anche la Honda (-11,42%), mentre mostrano un andamento decisamente positivo la Mitsubishi (+101,4%) e la Subaru (+43,24%). Rimanendo in Asia, chiudono bene la coreana Hyundai (+12,36%) e la consociata Kia (+15,7%); salgono anche la SsangYong (+56,79%) e la proprietaria Mahindra (+200%).

Bene Volvo e Porsche. Nel segmento premium, Volvo e Jaguar Land Rover registrano risultati contrastati. Il marchio svedese vede le immatricolazioni crescere del 10,38% a 893 unità, mentre il gruppo britannico assiste a un calo del 39,04% con 548 unità, di cui 193 del marchio Jaguar (-16,09%) e 355 Land Rover (-46,94%). La Porsche mette a segno un +143,58% con 436 immatricolazioni e la Tesla sale del 4,17%, sebbene con 25 modelli immatricolati.

La Panda perde la leadership. I dati di agosto mostrano uno storico cambio al vertice della classifica dei modelli più popolari. Dopo anni di leadership incontrastata della Fiat Panda, la Renault Clio conquista la vetta con 4.402 immatricolazioni, superando la citycar torinese, ferma a 3.739. Al terzo posto sale la Jeep Compass con 3.002, seguita a poca distanza dalla Fiat 500X con 2.994. Il quinto posto è appannaggio della Fiat Tipo (2.401 unità), seguita, nell'ordine, da Dacia Sandero (2.223), Citroën C3 (2.127), Jeep Renegade (2.110) e Fiat 500L (2.082). Chiude la top ten, con 2.066 esemplari immatricolati, la Renault Captur.

Il diesel torna a crescere. Sul fronte delle alimentazioni, il diesel arresta il lungo declino dei mesi scorsi con una crescita alimentata, però, solamente dal noleggio e dalle società. Le motorizzazioni a gasolio aumentano infatti del 6,2, nonostante una flessione dell'8,5% subita dal canale dei privati. In aumento risultano anche le auto a benzina con un +7,7%, quelle a Gpl (+25,6%) e a metano (+4,1%). Continuano a crescere a doppia o tripla cifra le elettrificate: le ibride salgono del 38,9% e le elettriche del 93,9%.

Trend positivo per il noleggio. Anche ad agosto mostra segnali positivi il canale dei privati, cresciuto del 5,8% anche se il peso sul mercato totale scende di due punti percentuali al 56,7% per effetto di altri canali distributivi. Il noleggio risulta infatti in miglioramento del 31,3% con il +35% del lungo termine a compensare la flessione del 17,5% del breve termine. In lieve crescita le vendite alle società (+3,2%). 

Cala l'usato. Il mercato dell'usato torna a contrarsi. I trasferimenti di proprietà, al lordo delle minivolture (i passaggi temporanei a nome dei commercianti, in attesa della rivendita ai clienti), scendono del 4,6%, attestandosi a 260.485 unità. Anche i primi otto mesi dell'anno si chiudono in contrazione: sono stati 2.952.574 i passaggi di proprietà, il 2,9% in meno rispetto allo stesso periodo del 2017.

Il commento del Csp e l'allarme dell'Unrae. Il Centro Studi Promotor commenta la crescita di agosto sottolineando come si tratti di "un risultato indubbiamente positivo" malgrado un giorno lavorativo in meno rispetto a un anno fa. Tuttavia, per il centro bolognese bisogna "considerare che in parte è stato influenzato da una certa pressione sul mercato di alcune Case per smaltire auto non in regola con il nuovo sistema europeo di omologazione WLTP, sistema che è entrato in vigore il 1° settembre". L'Unrae, invece, esprime preoccupazione per il rischio di aumento dell’Iva nei prossimi mesi nel caso il governo non riesca a bloccare lo scatto delle clausole di salvaguardia con gli imminenti provvedimenti economico-finanziari. “L’incremento dell’Iva", afferma il presidente dell'associazione delle case automobilistiche estere, Michele Crisci, "potrebbe indurre una stagnazione dei consumi nel nostro Paese, con effetti sulla situazione macroeconomica generale. Nel solo settore auto, un aumento dell’aliquota Iva costringerebbe i consumatori a spendere circa 400 euro in più nel 2019 per l’acquisto della propria vettura; spesa che raggiungerebbe i 530 euro nel 2021, decelerando ulteriormente il necessario processo di rinnovo di un parco circolante molto anziano”.

COMMENTI

  • RUGGERO ACQUE mi dici dove fanno questi maxi sconti per Giulia così corro? ... un mese fa non facevano più del 6% ai privati, ne ho girati diversi di concessionari (quindi direi assolutamente allineati con la concorrenza) ... ma forse parli per sentito dire "da tuo CUGGGINO" ?
     Leggi risposte
  • @X-Bond: forse hai capito male o mi sono espresso male io: non ho detto che Volvo non fa sconti, ma che è l'unico marchio "premium" che non marca il segno "-". Ovviamente spinto dalla nuova XC40 (modello alla base della gamma) che traina gli ordini mentre il nuovo XC60 è evanescente rispetto al successo che fu il suo antenato (...XC90...non pervenuta). Cmq c'è chi sta peggio, come Jaguar che lancia la Epace (Suv midsize) e cala. Le 1000 Giulia manco le ho citate perché è ovvia la spinta dei maxi sconti. Poi che Renegade e Compass siano strascontate, ed abbiano margine...metodo sottile per far intendere che sono macchine scadenti...(non ho capito se insinui la stessa cosa per Giulia/Stelvio...), sai che me ne frega: mica sono un azionista Fiat! A me preme che lavorino le nostre fabbriche (se escono auto col marchio Fiat, Lancia o Jeep...amen!), che se lavorano è meglio per tutti (in generale, intendiamoci). Che Skoda/Seat abbiano preso piede in Europa, non solo in Italia, lo dicono i numeri. Che i profitti nel gruppo VW li portino a casa Audi e Porsche...pure. L'unica cosa che non condivido della gestione FCA, è appunto questo "rilancio" (se così può essere definito) del polo premium-italiano assolutamente insulso e velleitario (cit.). Ma recentemente ho letto che in Europa FCA ha il 35% dei lavoratori a fronte di una redditività del 10%. Tu se fossi nei loro panni cosa faresti? Non baderesti a macinare dollari coi ferracci americani? PS: impara ad usare la punteggiatura perché i tuoi commenti devo rileggerli 3 o 4 volte per capirli (interpretarli) anche se spesso fai osservazioni sensate.
     Leggi risposte
  • Nonostante i forti sconti sbandierati un po' da tutti, vedo i premium (a parte Volvo) segnare il passo pesantemente. E in periodo di forti promozioni (accentuate dall'incerto futuro del gasolio) è un segnale negativo. Come avevo previsto, il diesel si assesta (prendiamo per buono che la caduta si sia arrestata soprattutto grazie agli sconti), mentre aumenta benzina ma soprattutto gpl: da notare il +25% partendo da una quota già consistente, al contrario delle EV o ibride che mostrano percentuali notevoli frutto dei numeri di partenza risibili. Per ora il mercato italiano si conferma poco incline ad avventurarsi nelle nuove alimentazioni (sottolineando il fatto inoltre che l'offerta si sta allargando verso il basso ogni mese di più) . Fiat continua a perdere punti come voluto dalla dirigenza. Trend che senza Tipo sarebbe ancora più accentuato. Non capisco perché ci sia ancora chi si stupisca dato che hanno espressamente detto che vogliono defilarsi dal mass market. Se guardiamo in casa d'altri, T-Roc e in parte Tiguan (modelli più remunerativi) stanno cannibalizzando un'icona quale fu Golf (poco più di 1000): secondo le volontà della stessa VW. Io sono di quelli che frega nulla se Lancia sia morta, e do il benvenuto alle vendite Jeep, puntualizzando che tifo per Renegade (che fa lavorare fabbriche ed indotto italiano), mentre mi lascia assolutamente indifferente il successo di Compass, totalmente importata. Maluccio Alfa che cresce, ma è ancora trainata da una Giulietta a fine vita (ultrascontata), quindi ancora lontana dai propositi di marginalità sperati. Anche Maserati cresce, fatto positivo in un momento in cui i diretti concorrenti perdono, ma è ancora troppo poco. Perciò, FCA è tuttora troppo impegnata a far fruttare le galline dalle uova d'oro oltreoceano, lasciando l'europa in un limbo senza precise direzioni (a parte Ferrari). Non capisco perché Andrini affermi che c'era da aspettarsi la caduta della Leaf, i clienti sono rimasti scontenti? Boh. A tutti quelli che continuano a criticare la linea intrapresa dalla FInanziaria che ogni tAnto produce pure auTo, chiedo se secondo loro quelli della VW sono contenti di aver venduto molte Skoda e meno Audi...
     Leggi risposte
  • Si può essere anche molto molto competenti ma quando si è tifoso//troll pesantemente di parte la competenza vale poco, poi c'è chi è di parte e basta come GuidosoloJeep. Personaggi che vivono in un "mondo fantastico" cui anche se si fa "lezioni" sul vero mondo auto , epica quella sui centri stile italiano/tedeschi, proprio non ci capiscono rimanendo sulle loro convinzioni da 30 anni fa:-) Personaggi che si dichiarano lancisti ma che negano la morte di lancia...anzi ne sono quasi felici tanto c'è jeep....lancia è rimasta un ufficietto che decide che colori/campagna promo fare ogni 6 mesi prima della morte definitiva di Ypsilon.... però no nel mondo dei sogni da bambino di qualcuno è un bel ambiente frizzantino:-):-) Personaggi per cui un'auto o ha gli adas/led o altri dispositivi moderni oppure ha altre caratteristiche tipo buona guida e non può averle tutte e 2 insieme...che scempio sarebbe:-) Eh va beh si consolano con loro bidet a 60cv che non ha nulla di cui sopra....Pero' si l'auto è ottima perche' sullo stesso pianale hanno fatto anche la Abarth 500, che qualcuno...tra l'altro aveva previsto 3 anni prima. Un po' come se uno si esalta perché guida una Seat/Skoda a 80cv con pianale mqb perché sullo stesso pianale hanno fatto la sr3 con 400cv.... Eh sì le vendite non contano nulla, peccato che se non ci sono quelle delle finanziarie che accidentalmente producono anche auto..non sbloccano nuovi progetti o tagliano quelli che ci sono anche se hanno solo 2 anni.
     Leggi risposte
  • bond, la cui ignoranza è talmente solida che si può tagliare a fette, ritiene che gli interventi di persone più competenti di lui (pure pitasi lo è, il che è tutto dire) abbassino il livello di questo forum: evidentemente vive a testa in giù e con i piedi per aria. i dati di vendita sono la sua notizia preferita del mese: tecnica, prove, prestazioni, ecc per lui non contano: importano solo i chili di auto vendute. infelice figuro
     Leggi risposte
  • Ho visto aumenti assurdi in Francia e Spagna (+40%), evidentemente il mercato di agosto è drogato dalle fine serie pre normativa. Tra l'altro in questi due paesi crescite spaventose di tutti i marchi FCA, si vede che in Italia hanno usato un'altra politica.
     Leggi risposte
  • Il diesel non muore neppure se cercano di farlo affossare... non ci sono alternative per un cliente che fa tanta strada con un veicolo pesante come un SUV, o una grossa berlina/station. Sia per i costi, sia per le prestazioni, sia per l'autonomia...
     Leggi risposte
  • Infinita jeep!!!! E dal mese prossimo sarà disponibile sua maestà Wrangler. Enjoy.
  • WC ds sempre in segno meno! Si vede che ancora di piccioni non ne hanno trovati.
     Leggi risposte
  • Come mai solo 3700 Panda? Di solito vende il triplo e anche più.
     Leggi risposte
  • Mese totalmente stravolto dalle offerte delle riguardo le ormai vecchie norme euro6. Oltretutto credo che parte dei gruppi tedeschi siano indietro nella fase di omologazione. Chissà che numeri si avranno il mese prossimo.
     Leggi risposte
  • lancia prossima alla chiusura e fiat fra poco non sarà più il primo marchio per numero di vendite in italia...
     Leggi risposte
  • 190 vetture elettriche consegnate, bene, ma meno che il mese precedente. Il calo fisiologico della nuova Leaf (30) era ovvio, le vendite della Zoe (60) sono di buon auspicio.
     Leggi risposte
  • leggi tutto

    FOTO

    VIDEO
     -
     -

     -
     -

     -
     -

     -
     -

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19456/poster_001.jpg Il record della Stelvio Quadrifoglio al Ring http://tv.quattroruote.it/news/video/il-record-della-stelvio-quadrifoglio-al-ring News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News

    RIVISTE E ABBONAMENTI

    Il nuovo numero di Quattroruote vi aspetta in edicola e in edizione digitaleUn appuntamento da non perdere, che vede il proprio punto di forza nelle prove su strada, impreziosite da analisi ancora più approfondite su prestazioni, dotazioni tecnologiche e confort delle auto e personalizzate per i diversi modelli.

    Quattroruote

    Abbonati a Quattroruote!

    Sconti fino al 41%!

    SCOPRI TUTTE LE OFFERTE

    UTILITÀ

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >
    Targa
    Cerca