Mercato

Auto a gas
Meglio scegliere il Gpl o il metano?

Auto a gas
Meglio scegliere il Gpl o il metano?
Chiudi

Da sempre, l’alimentazione a gas entra in gioco quando si tratta di limitare i costi di esercizio. Di questi tempi, poi, può anche servire da lasciapassare per vetture a benzina datate e non più ammesse a circolare nei centri urbani. Quale che sia la ragione che porta a considerare la scelta di un’auto a Gpl o a metano, o di trasformare la propria vettura a benzina, l’aspetto economico va sempre considerato accuratamente.

Costi di esercizio. Se è fuori di dubbio che il pieno di gas è assai meno costoso di quello della benzina, sugli effettivi costi di esercizio va fatta chiarezza. Dato che il contenuto di energia di un litro di Gpl è inferiore rispetto a quello della pari quantità di benzina, il consumo col gas di petrolio liquefatto aumenta di circa il 25-30%. Così, il costo per il carburante non si riduce del 60%, come sembrerebbe confrontando i prezzi, ma di circa il 46%. Col metano, invece, il concetto si ribalta: un chilogrammo di gas naturale rende di più di un litro di benzina e per questo il consumo a metano è inferiore del 35-40%. Sommando a ciò il minor prezzo del gas, si ottiene un risparmio del 55-60%.

Spesa extra per l'impianto. Non bisogna però dimenticare che il prezzo di listino di una vettura a gas è superiore rispetto a quello della corrispondente versione a benzina, a meno di eventuali promozioni, e anche il montaggio a posteriori di un impianto a Gpl ha un costo non trascurabile. Si parla di circa 1.200-1.500 euro per la trasformazione a gas liquido e di 2.000 per una versione a metano. Pertanto, prima di recuperare tale esborso si devono percorrere alcune decine di migliaia di chilometri, secondo la differenza di prezzo dei carburanti e il consumo della vettura.

Sostituzione del serbatoio. Per la corretta valutazione economica si deve poi considerare che il serbatoio del Gpl va sostituito ogni dieci anni, con un costo di almeno 500 euro, mentre col metano le bombole vanno controllate ogni quattro anni. I costi della verifica sono finanziati con una piccola parte del prezzo del gas: all’automobilista resta l’importo della manodopera per lo stacco e il riattacco dei serbatoi, che varia da vettura a vettura. Nel caso essi siano di materiale composito, è però prevista solo un’ispezione visiva dopo i primi quattro anni e, successivamente, ogni due.

Manutenzione più costosa. Anche la manutenzione ordinaria può essere più costosa. L’alimentazione a gas, infatti, sollecita maggiormente le valvole del motore, cui viene a mancare l’azione lubrificante della benzina. Così, le loro sedi si possono usurare e, in assenza di punterie idrauliche, servono frequenti regolazioni del gioco e alla lunga la testata va revisionata, con costi ingenti. Va detto, però, che i modelli a Gpl o a metano progettati dal costruttore hanno sedi valvole rinforzate che mettono al riparo da tale eventualità, possibile, invece, sulle vetture trasformate a posteriori (anche a cura dell’importatore).

Calo di prestazioni trascurabile.  Dal punto di vista delle prestazioni le differenze tra alimentazione a benzina e a gas oggi sono trascurabili col Gpl, più evidenti col metano, ma solo se il motore è aspirato: col turbo il divario di fatto si annulla. E l’impiego è facile: l’impianto provvede automaticamente all’avviamento a benzina, per poi passare poco dopo al Gpl; col gas naturale tale passaggio non è necessario se non alle temperature più rigide. Allo stesso modo, in caso di esaurimento del gas il sistema passa alla benzina, che per questo deve essere sempre presente nel serbatoio. Per far sì che l’impianto di alimentazione sia sempre in forma e il carburante non invecchi, conviene di tanto in tanto percorrere almeno un centinaio di chilometri a benzina: basta premere il tasto sul commutatore dell’impianto, che di solito integra anche l’indicatore di livello del gas. Solo alcuni modelli a metano di fabbrica non consentono la commutazione manuale.

Come sono fatti gli impianti. Tra Gpl e metano le maggiori differenze dell’impianto sono a livello di immagazzinamento del carburante. Il gas di petrolio liquefatto viene stoccato in forma liquida alla pressione di circa cinque bar, pertanto il serbatoio, che di solito ha forma toroidale (una grossa ciambella), è di acciaio e non è molto pesante, trova posto nel vano della ruota di scorta. La capacità nominale viene sfruttata solo all’80%, per lasciare la possibilità al gas di espandersi se la temperatura aumenta. Il recipiente è poi dotato di tre valvole di sicurezza che azzerano la possibilità di scoppio: in caso d’incendio il gas brucia in modo controllato. Il metano, invece, viene compresso ad alta pressione (oltre 200 bar) in robuste (oltre che pesanti e ingombranti) bombole di acciaio; nel caso di vetture progettate dalla Casa talvolta si impiegano più sofisticati e leggeri (ma pure costosi) serbatoi di materiale composito. Anche col gas naturale le valvole di sicurezza scongiurano il rischio di esplosione.

Questione sicurezza. Nella (remota) eventualità di perdite di gas, il metano, più leggero dell’aria, sale nell’atmosfera mentre il Gpl, più pesante, ristagna. Ciò lo rende potenzialmente più pericoloso nelle rimesse e per questo motivo col gas liquido il parcheggio nei sotterranei è consentito solo al primo piano, mentre le auto a metano non sono soggette a limitazioni: un fatto da tener presente.

L'importanza della rete. Un altro fattore importante nella scelta del tipo di alimentazione a gas è la capillarità della rete di rifornimento, assai migliore nel caso del Gpl: in Italia, ci sono oltre 4.000 stazioni di servizio, contro più di 1.300 per il metano. Inoltre, la diffusione varia da regione a regione: la situazione è più favorevole al Nord. Va anche ricordato che il self-service, pur ammesso per il Gpl, non è di fatto ancora disponibile, mentre per il metano si stima che la norma venga approvata nel 2019.

COMMENTI

  • Ma dove li fate i test? Io col GPL viaggio da dieci anni e sono arrivato ad avere dei costi pari ad un terzo di quello della benzina. Adesso con 20€ di GPL faccio più di 400 km in città, ditemi voi.
     Leggi risposte
  • Quando ho letto che col gpl si ha in consumo aumentato del 25/30%,ho smesso di leggere l'articolo....viaggio a gpl da 12 anni e al max consumo un 10% in piu.
  • X Angelo Blundo, io sono un felice possessore di una panda terza serie a metano e pure bicilindrica mi dispiace contraddirla ma la macchina a 170.000 km va ancora bene, e qui in Valtellina di auto come la mia ne girano molte, forse le sue informazioni sono Fake nei confronti di Fiat. Non è vero che i motori a metano creano problemi alle valvole ed altro anzi i motori durano di più perché la combustione del carburante è completa. Comunque va bene così, gettare disinformazione a caso sul metano da autotrazione contribuisce a tenere un basso profilo del settore, evitando che il solito politico di turno aumenti le accise. Guardate in Germania cosa fanno e quanti modelli a metano ci sono, oltretutto il metano è un'energia rinnovabile
     Leggi risposte
  • Nell'articolo sembra di capire che le bombole in composito vadano solo ispezionate visivamente. In realtà, per farlo, vanno smontate (e si paga un tot per ogni bombola) e bisogna attendere l'ingegnere per l'ispezione. Semprechè non succeda come con la mercedes classe b che, dopo la rottura di un paio di bombole, ne era stato vietato l'utilizzo. Come è successo a me alla fine degli anni 80 con i bomboloni da 90 litri: vietato l'utilizzo e ho dovuto comprare a peso d'oro 3 bombole da 30 litri.
     Leggi risposte
  • io abitando in Emilia romagna ho scelto il metano per la buona reperibilità del carburante. Pero' le case costruttrici stanno remando conto per la poca scelta delle vetture, Fiat a parte Panda(piccola)Qubo (motore antiquato) Doblo( forse quello con il migliore rapporto qualità prezzo/autonomia sul mercato) non fa' nient'altro, una Tipo SW a metano poteva essere interessante, come la 500x, non capisco togliere la 500L dal listino... Discorso GPL è comodo per chi fa' sopratutto autostrada, dove lo si puo' trovare quasi ovunque, poi gli impianti aftermarket c'è da affidarsi a chi si intende per davvero a queste installazioni, visto che puo' capitare impianti che prima di passare al gpl si possono far parecchi km a benzina annullando il risparmio o quasi. Io con la Multipla NP nel giro di 20000km ho ammortizzato il costo di un ipotetico impianto, risparmiando a parità di km fatti il minor costo di carburante rispetto l'auto precedente di pari cilindrata, circa 1200€ all'anno
  • Vorrei segnalare che DR, lodevolmente, offre una motorizzazione a metano di buona qualità su tutta la gamma, tranne la più piccola. Chi non vuole "elettrizzarsi"... ;)
  • Da aggiungere il fatto che in alcune regioni (sicuramente il Piemonte, dove vivo io) le auto a gas non pagano il bollo per 5 anni. (Mi viene da aggiungere però: finché dura)
  • Inserisci qui il tuo commento: posto pari a 100 il costo di 1 km percorso con un'auto a benzina, con un'auto diesel si spende ca. 80, con una a gpl ca. 55 e con una a metano ca. 40. Il risparmio e' quindi evidente sia nel caso del gpl, che in quello del metano. E' vero, si deve accettare un piccolo calo delle prestazioni, meno sensibile nel caso di moderni motori turbocompressi, calo prevalentemente dovuto al maggior peso dell'autovettura (ca. 50 Kg nel caso dell'impianto a gpl, ben oltre i 100 Kg nel caso di un impianto a metano, specialmente se con bombole "classiche" in acciaio) ma con i livelli di potenza raggiunti dai vari motori in commercio penso si tratti di un aspetto piu' che trascurabile. La scelta dell'automobilista dovrà essere in realtà dettata dalla propria percorrenza annua (sotto i 10-15.000 Km né il gpl né il metano sono realmente convenienti), dalla necessità di circolare nei giorni di blocco del traffico (i motori a gpl e a metano subiscono meno limitazioni) e dalla diffusione degli impianti di rifornimento. Personalmente sono felice proprietario di una panda 1.2 a metando del 2009 con la quale ho percorso 210.000 Km ca. senza mai il minimo inconveniente meccanico.
     Leggi risposte
  • Metano, GPL, non è soltanto questione economica come un tempo. Il metano avrà vita ancora lunga, e come tutte le cose pregiate costa in modo non indifferente. Quale scegliere? Se avete intenzione di tenere l'auto a lungo consiglio il metano, slegato totalmente dalla classica filiera. ;)
  • Venendo alla pura questione di quale gas scegliere, ad oggi è difficile dare una risposta certa con tutte le incognite che gravano sul futuro dell'autotrazione. Ben ha fatto Boni a ricordare la differente esigenza di stoccaggio a bordo (cosa che nel mio piccolo sto scrivendo da tempo ai molti che confondono i 2 aspetti), le pesanti ed ingombranti bombole del Metano si integrano in maniera più "indolore" (diciamo così) sule grandi berline (meglio se Station) sui Suv, e su quelle poche monovolume ancora rimaste, sulle piccole utilitarie invece è più facilmente integrabile il GPL (cmq molto furba la trovata di Fiat per la Panda di sfruttare i vani della trasmissione 4x4, peccato che analogo layout non l'abbiano replicato pure sulla 500X, ma qui entriamo nei soliti discorsi). ...... Ricordo poi un problema quando anni fa una mia fidanzata dell'epoca possedeva un'auto a GPL (impianto aftermarket), cambiando distributore (ma a volte anche nello stesso) poteva succedere che il gas immesso rendeva poco, il motore non andava e il serbatoio si svuotava rapidamente, in altri casi era una bomba e si percorrevano tanti chilometri con la stessa quantità di gas, non so se questo problema della poca uniformità delle varie miscele che lo compongono è ancora presente o è stata eliminata, gli utilizzatori attuali potranno dire di più in proposito....
  • Non va dimenticato cmq che i vantaggi economici dall'uso del gas (entrambi) non derivano da ragioni tecniche di una migliore efficienza termica (come nel caso gasolio-benzina) ma esclusivamente da scelte politiche a livello di imposizione fiscale, se si applicasse ai gas la stessa tassazione dei carburanti tradizionali, per l'utilizzatore sarebbe un "bagno di sangue", ed è probabilmente pure la ragione del perché ai "piani alti" dei vari governi non vi è interesse a far aumentare oltre un certo livello la diffusione di auto alimentate in questo modo, sarebbe un danno ingente per le entrate dell'erario....
     Leggi risposte
  • Articolo inutile .... ci sono migliaia di articoli in rete negli anni scritti in egual maniera. Dal titolo mi aspettavo dei dati comparativi (diesel, benzina, gpl e metano) che possano far comprendere bene le differenze e aiutare gli automobilisti a scegliere. Cosi sono solo info generiche. Eppoi "Dal punto di vista delle prestazioni le differenze tra alimentazione a benzina e a gas oggi sono trascurabili col Gpl, più evidenti col metano" .... semmai è il contrario !!!
     Leggi risposte
  • FOTO


    VIDEO

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22072/thumb mini 2.jpg Mini Clubman John Cooper Works: mai così potente http://tv.quattroruote.it/news/video/mini-clubman-john-cooper-works-mai-cos-potente News

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca