Nuovi Modelli

Aston Martin DBX
La prima Suv di Gaydon -VIDEO

Aston Martin DBX
La prima Suv di Gaydon -VIDEO
Chiudi

L'Aston Martin definisce la DBX come "Suv con l'anima di un'auto sportiva". Per quanto scontata, la definizione è perfetta per inquadrare una strategia che replica quella di altri costruttori e che ha portato la Casa di Gaydon a rompere con la tradizione, offrendo per la prima volta un modello destinato a un uso molto più ampio e comune rispetto alle supercar della propria gamma. 

Ecco la nuova Aston Martin DBX

Sospensioni pneumatiche per guidare ovunque. Dopo un lavoro di sviluppo che in quattro anni è passato dal foglio bianco al prodotto finale, l'Aston Martin ha raggiunto l'obiettivo di diversificare la propria offerta e di mettere a frutto gli investimenti sul nuovo sito produttivo di St. Athan. La scelta di progettare una piattaforma d'alluminio dedicata ha permesso ai tecnici di bilanciare le esigenze di comfort, spazio e dinamica di guida sui vari terreni, raggiungendo un peso finale di 2.245 kg. Di serie sono previste le sospensioni pneumatiche a tripla camera con altezza regolabile (fino a +45 mm o -50 mm), le barre antirollio attive eARC con impianto a 48 volt e i cerchi di lega da 22" con pneumatici 285/40 e 325/25 forniti dalla Pirelli. L'impianto frenante d'acciaio utilizza dischi anteriori da 410 mm con pinze a sei pistoncini e dischi posteriori da 390 mm, mentre non viene menzionata per ora la possibilità di adottare una variante carboceramica. 

550 CV e 291 km/h. Al debutto, l'Aston Martin DBX viene proposta nella sola versione V8 4.0 biturbo: l'unità di origine AMG eroga 550 CV e 700 Nm, con una messa a punto specifica dell'erogazione e dello scarico rispetto alle DB11 e Vantage che usano la stessa unità. La trasmissione prevede il cambio automatico nove marce e la trazione integrale con differenziale posteriore autobloccante a controllo elettronico con torque vectoring (eDiff) e ripartizione variabile, con la coppia ripartita di base al 53% verso il posteriore. Non mancano l'Hill Descent Control, le telecamere a 360 gradi e un sistema ESC specifico, che include anche un controllo sul rischio di ribaltamento per la guida in fuoristrada, per la quale sono previste le nuove modalità di guida Terrain e Terrain+ che si aggiungono alle altre quattro standard. La DBX è capace di toccare i 100 km/h da fermo in 4,5 secondi e di raggiungere la velocità massima di 291 km/h. Secondo i dati preliminari il consumo nel ciclo Wltp è pari a 14,32 l/100 km con 269 g/km di CO2. In futuro l'Aston Martin dovrebbe portare sulla DBX anche delle varianti elettrificate, delle quali però non si conoscono ancora le caratteristiche. 

2019-Aston-Martin-DBX-08

Spazio e sicurezza. Muovendosi in un campo totalmente nuovo rispetto al passato, l'Aston Martin ha dedicato molto tempo allo studio dell'abitacolo per garantire il confort e lo spazio in linea con la storia del marchio. Lavorando da zero sul progetto è stato possibile adattare gli interni a un'ampia gamma di corporature con un occhio di riguardo anche per il pubblico femminile. Con 5,03 metri di lunghezza e 3,06 metri di passo, due metri di larghezza e 1,68 metri di altezza la Suv può ospitare cinque persone e garantisce una capienza di 632 litri nel bagagliaio. La scelta di utilizzare il tetto panoramico e le portiere prive di cornici dona alla DBX una particolare luminosità interna, senza dimenticare il look aggressivo che si ispira alle cugine più sportive. Importante anche la dotazione di Adas: di serie troviamo infatti l'Adaptive Cruise Control, il Forward Collision Warning, l'Autonomous Emergency Braking, il Lane Departure Warning, il Lane Keep Assist, il Lane Change Warning, il Rear Cross Traffic Warning, il Traffic Sign Recognition e il Blind Spot Warning.

2019-Aston-Martin-DBX-04

Dentro è una vera Aston Martin. Gli interni riprendono il design e il Dna degli altri modelli della Casa, ma allo stesso tempo sono stati ripensati molti dettagli in funzione della tipologia del veicolo. I rivestimenti di pelle forniti dalla Bridge of Weir sono analoghi alle altre Aston Martin, ma viene introdotta anche la finitura d'Alcantara del tendalino del tetto panoramico. Varie tipologie di legno sono proposte per le finiture, inoltre per la prima volta è possibile scegliere anche dei tessuti realizzati all'80% con la lana. La console centrale con doppio bracciolo ospita un grande vano porta oggetti, mentre la strumentazione è sostituita da un display da 12,3" abbinato a quello da 10,25" dell'infotainment, che include di serie il supporto per lo standard Apple CarPlay.

2019-Aston-Martin-DBX-24

Accessori da suv per guidare tutti i giorni. Come da tradizione saranno le personalizzazioni e gli accessori a rendere davvero unica la DBX. L'Aston Martin ha studiato anche soluzioni pensate espressamente per i clienti abituati alla praticità dei Suv, offrendo per esempio il Pet Package per poter lavare il proprio cane prima di farlo salire a bordo, l'Event Package con un kit da picnic che include persino sedie e coperta e lo Ski Package con il sistema di trasporto degli sci e un vano riscaldato per gli scarponi. La lista degli optional più classici prevede anche le cuciture colorate per i pellami, i sedili anteriori e posteriori ventilati, il portellone elettrico a comandi gestuali, il sistema Park Assist, le barre e gli accessori per il tetto, il set di valigie su misura, i sedili per bambini con gli attacchi Isofix e il gancio di traino: la DBX è infatti capace di rimorchiare fino a 2.700 kg. Il reparto Q by Aston Martin offrirà inoltre possibilità di personalizzazione praticamente infinite in termini di colori, materiali e finiture.

2019-Aston-Martin-DBX-12

La serie speciale 1913 Package. L'Aston Martin ha già confermato che la DBX sarà proposta in Germania a partire da 193.500 euro, prezzo che rappresenta quindi il riferimento per il mercato europeo. Le prime consegne sono previste per il secondo quadrimestre del 2020. I primi 500 esemplari della DBX saranno realizzati nello speciale allestimento numerato 1913 Package, che include badge e battitacco personalizzati, la firma del CEO Andy Palmer sull'ispezione finale e un libro personalizzato. I clienti saranno inoltre invitati a partecipare a un incontro con i vertici dell'Aston Martin Lagonda presso una delle sedi della catena di hotel di lusso Waldorf Astoria per un cocktail party.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Aston Martin DBX - La prima Suv di Gaydon -VIDEO

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it