Nuovi Modelli

Toyota Yaris Cross
La piccola s'è rialzata - VIDEO

Toyota Yaris Cross
La piccola s'è rialzata - VIDEO
Chiudi

È l'ultima delle novità che mancavano all'appello del Salone di Ginevra annullato per coronavirus, ma è anche e soprattutto una prima. La Toyota Yaris Cross, che la Casa giapponese svela a più di un mese di distanza dalla rassegna cui era inizialmente destinata, anticipa un modello che non c'era finora: una crossover compatta, parente stretta della Yaris, pronta a trasformarsi in una realtà di serie.

Il primo video della Toyota Yaris Cross

Un'altra Toyota di Francia. Questa autentica sorella maggiore della piccola Toyota, a sua volta in rampa di rilancio con l'arrivo della nuova generazione previsto nei prossimi mesi, nascerà proprio sotto lo stesso tetto della Yaris: la fabbrica di Valenciennes, nel nord della Francia, che sin dalla prima serie del 1998 è la casa europea del modello. E che, secondo le aspettative della Casa, dovrebbe produrre la Yaris Cross al ritmo di 150 mila unità l'anno.

Full hybrid anche per lei. Attesa sulle linee non prima dell'anno prossimo, in vista di una commercializzazione sui nostri mercati che è in programma per l'estate del 2021, la Yaris Cross non smentirà nemmeno i capisaldi tecnologici del marchio: anche la piccola crossover arriverà in Italia con un powertrain full hybrid.

Stesso tre cilindri della nuova Yaris. Anzi, per essere più specifici, ad equipaggiarla sarà proprio la versione più recente del sistema, quella montata dalla nuova Yaris. Che fa affidamento su un nuovo 1.5 tre cilindri aspirato da 116 CV, derivato dal 2.0 quattro cilindri della nuova Corolla e capace, grazie anche al funzionamento in ciclo Atkinson, di raggiungere un rendimento termico del 40%. Superiore, sottolinea il produttore, all'attuale media dei propulsori diesel.

Anche a trazione integrale. A ribadire l'appartenenza della Yaris Cross alla famiglia della Yaris, però, è soprattutto la piattaforma: la variante B dell'architettura modulare Tnga a motore anteriore trasversale. Fondamentale discrimine tecnico con la citycar da cui deriva sarà la presenza della trazione integrale Awd-i, che la accomunerà invece alle sorelle maggiori C-HR e Rav4.

2020-Toyota-Yaris-Cross-05

Già diffuse le prime cifre. Ora, sebbene manchi più di un anno alla disponibilità commerciale della piccola crossover, la Toyota ne ha già diffuso molti dettagli: nella variante a trazione anteriore, secondo i dati stimati dal Costruttore, le emissioni di CO2 saranno inferiori ai 90 g/km sul ciclo Nedc (sotto i 120 sul più severo Wltp), mentre per quella a quattro ruote motrici il valore corrispettivo sarà sotto i 100 g/km (sotto i 135 sul Wltp).

Nel mezzo della mischia. Precise anche le indicazioni sulle dimensioni: la Yaris Cross condividerà evidentemente il passo di 2,56 metri con la Yaris - dal momento che ne sfrutta la medesima piattaforma - ma la supererà in lunghezza di 24 centimetri, toccando quota 4,18 metri. Larga 1,76 metri (+2 cm su Yaris), raggiunge quota 1,56 metri di altezza (+9), anche grazie a un'altezza da terra superiore di tre centimetri rispetto alla sorellina. Tutti valori che la pongono nel bel mezzo del segmento che intende aggredire.

COMMENTI

  • una Lexus ux in piccolo
  • Anche io credo che affrancarla a livello già solo di nome dall'auto da cui deriva, la Yaris, sarebbe stato meglio, proprio per darle quel giusto "stacco" ed autonomia di identità dall'utilitaria Yaris che forse giustamente chi spende di più per un piccolo suv semi-premium vorrebbe. Dico semi-premium perchè l'ibrido Toyota è un vero ibrido e secondo me una b-suv così congegnata a meno di 22mila euro immagino nemmeno si troverà... Discorso design: non la trovo originalissima, anzi mi pare un po' un miscuglio di stilemi di auto che in quel settore adesso stanno avendo successo: 1) fascione nero avvolgente posteriore per i fari molto in ottica T-Cross; montante posteriore a gomito molto in stile 208-Corsa attuali; brancardo sottoporta un po' in stile-richiamo delle varie Citroen "rialzate" (C3 e C5 Aircross e Cactus)... Insomma sempre meglio delle anonime Toyota degli ultimi 5-6 anni, che col nuovo corso di CH-R fortuna si stanno lasciando alle spalle, ma ancora forse un po' troppo "banali" (o giapponesi) per certe ingenuità di approccio sul versante stile.
     Leggi le risposte
  • La trovo davvero bella!
  • Ennesimo ed inutile sgorbio rialzato buono per i nerds e i boscaioli col risvoltino. Ma dove è finito il buon gusto?
     Leggi le risposte
  • evvai un'altra Captur bicolore...
  • Un altro "elettrodomestico" destinato a finire nella spazzatura dopo una decina d'anni😔.
  • Ho sentito che i prezzi partiranno da circa 25 mila euro mi sembra una cifra un po' esagerata visto che stiamo parlando di una yaris rialzata e di un 3 cilindri meglio la chr che offre di base un 1.8 più idoneo se vogliono vendere con la crisi fa covid devono proporre un grosso sconto
  • Secondo il mio parere troppo piccolo il 1.5 3 cilindri per avere una buona dinamica il 1.8 quanto meno, sopratutto per AWD
  • il colore dorato non le dona molto ma nel complesso non sembra male, aspettiamo il contatto dal vivo. ............ Anche se hanno cercato una differenziazione, inevitabilmente qualche cliente alla CHR lo sottrarrà senz'altro.....
     Leggi le risposte