Nuovi Modelli

Land Rover Discovery
Le novità del Model Year 2021

Land Rover Discovery
Le novità del Model Year 2021
Chiudi

Anche per la Land Rover Discovery è arrivato il momento del passaggio al Model Year 2021. L'aggiornamento è di sostanza, dal momento che introduce nuovi powertrain elettrificati e l'infotainment più recente del gruppo inglese. Non mancano, inoltre, alcuni ritocchi sul piano del design e delle dotazioni. Gli ordini sono già aperti in Inghilterra e a stretto giro si conosceranno anche i listini riservati al mercato italiano.

Il restyling nel dettaglio. La Discovery 2021 si riconosce per il nuovo taglio dei gruppi ottici a Led anteriori e posteriori, dotati ora degli indicatori di direzione dinamici. Anche le luci diurne, sempre a Led, presentano uno stile rinnovato, così come i paraurti, mentre lungo la fiancata spicca il motivo ornamentale in tinta contrastante con il logo del modello. Inoltre, l'allestimento R-Dynamic propone le finiture Gloss Black e Shadow Atlas, principali tratti distintivi della vettura rispetto alle altre versioni.

2020-land-rover-discovery-04

Nuovo infotainment da 11,4 pollici. L'adozione della piattaforma tecnologica Eva 2.0 ha consentito di portare a bordo della Discovery l'infotainment Pivi Pro da 11,4", dotato della doppia Sim per la gestione degli aggiornamenti Software-Over-The-Air. La strumentazione viene gestita dallo schermo riconfigurabile da 12,3" e dall'head-up display a colori. Inoltre, è possibile collegare via Bluetooth due smartphone allo stesso tempo. Il climatizzatore quadrizona è dotato dello ionizzatore e del sistema di filtraggio PM2.5, mentre sul piano estetico è stata ridisegnata la leva del cambio automatico. L'abitacolo da cinque o sette posti (fino a cinque Isofix) è impreziosito anche dai nuovi dettagli delle finiture e dalle prese Usb per ogni passeggero. Tra gli accessori spiccano il portellone con i comandi gestuali, il riscaldamento della seconda fila di sedili e l'Activity Key di seconda generazione.

2020-land-rover-discovery-03

Mild hybrid per tutti i sei cilindri in linea. Seguendo l'evoluzione degli altri modelli del gruppo Jaguar Land Rover, anche la Discovery ha aggiornato la propria gamma propulsori, dando ampio spazio all'elettrificazione e introducendo i più recenti motori a sei cilindri in linea con tecnologia mild hybrid a 48V. I clienti potranno quindi scegliere tra la versione a benzina P360 da 360 CV e 500 Nm e quelle diesel D250 da 250 CV e 570 Nm e D300 da 300 CV e 650 Nm. Alla base della gamma rimane invece la P300 con il quattro cilindri 2.0 da 300 CV e 400 Nm, priva del sistema ibrido. Per i modelli a sei cilindri la Casa prevede l'adozione della trazione integrale a controllo elettronico con Terrain Response 2, mentre per tutte le versioni sono di serie sia il cambio automatico sia le sospensioni pneumatiche Adaptive Dynamics. Per la guida off-road, infine, è possibile contare sul ClearSight Ground View, che sfrutta le telecamere esterne per mostrare al guidatore i punti più difficili del percorso rendendo virtualmente invisibile il cofano anteriore.

COMMENTI

  • Non mi ispira per nulla, mentre prima risultava un alternativa alla range sport più votata al fuori strada, ora si interseca con essa. NON NE CAPISCO IL RUOLO E A PARITà DI COLDINI, MEGLIO UNA RANGE SPORT SE DEVO GUIDARLA PER STRADA
  • Resta un'auto molto riuscita, unisce tradizione, innovazione e contenuti elevati. Trovo ci sia un pò di sovrapposizione e concorrenza in casa con l'arrivo della nuova Defender, ormai più suv che offroad dura e pura.