Sport

Porsche 963
Così Weissach vuole affermarsi nel WEC e in IMSA

Porsche 963
Così Weissach vuole affermarsi nel WEC e in IMSA
Chiudi

Continua senza sosta il lavoro di sviluppo della nuova Porsche 963, la hypercar del team Porsche Penske Motorsport che andrà a caccia di vittorie assolute nelle più importanti gare endurance del mondo a partire dal 2023. Al Festival di Goodwood si è mostrata nella sua veste definitiva, con un design che riporta alla mente modelli leggendari come la 956 e la 962.

Obiettivo dichiarato: vincere. Porsche non ha mai fatto segreto della sua grande ambizione, quella di tornare ai più alti livelli dell’endurance per vincere fin da subito, lanciando il guanto di sfida agli altri costruttori che non staranno certo a guardare. Dal 2023, due prototipi ibridi LMDh prenderanno parte al Fia World Endurance Championship e al IMSA WeatherTech SportsCar Championship. Vedremo dunque la Porsche 963 impegnata anche in due gare iconiche dell'endurance, quali la 24 Ore di Le Mans e la 24 Ore di Daytona. Proprio quest'ultima, in programma il prossimo gennaio, segnerà anche il debutto in gara della nuova Hypercar di Stoccarda. Pare però che potremmo vederla impegnata in una prova generale non competitiva durante l’ultimo appuntamento del Mondiale Endurance in Bahrain, in programma a novembre. A seguire il programma WEC sarà la filiale di Mannheim, in Germania, mentre le vetture che prenderanno parte all'IMSA saranno preparate a Mooresville, in North Carolina, negli Stati Uniti.

La vettura. Come da regolamento LMDh, la Porsche 963 nasce su un telaio LMP2 realizzato dalla canadese Multimatic, mentre i componenti ibridi standard sono forniti da Bosch, Williams Advanced Engineering e Xtrac. La vettura è spinta da un motore V8 Biturbo da 4,6 litri che deriva dalla sportiva 918 Spyder, una scelta diversa rispetto a quanto fatto da Toyota e Peugeot, che ricalca comunque la direzione intrapresa da Cadillac e BMW. Dal punto di vista aerodinamico, i progettisti di Weissach hanno lavorato per ottimizzare i livelli di carico aerodinamico sfruttando le libertà concesse dal regolamento. A caratterizzare la Porsche 963 è il design che si ispira ai prototipi degli anni Ottanta. Porsche si augura di replicare il successo dell’iconica 962, 39 anni dopo quella pole position al debutto della 24 Ore di Daytona. Thomas Laudenbach, Vice President Motorsport, ha detto: "Dopo 7889 chilometri di test percorsi nella prima metà del 2022, possiamo dire di essere su una buona strada, ma c'è ancora tanto lavoro da fare prima dell'inizio della stagione".

I piloti. La casa tedesca ha anche svelato i primi nomi di chi sarà al volante, ma le formazioni non sono ancora state decise. Per il momento, è stato annunciato il coinvolgimento di Kevin Estre, Michael Christensen e Laurens Vanthoor (che abbiamo già visto in pista a Le Mans nella classe GT), oltre a Mathieu Jaminet, Matt Campbell, Dane Cameron e Felipe Nasr. In pista con la Porsche ci sarà anche André Lotterer, che torna così nell'endurance. Mancano ancora due piloti all'appello, ma Porsche ha già fatto sapere che si prenderà altro tempo prima di decidere.

Primi clienti. Come da tradizione, Porsche mette a disposizione dei clienti la nuova vettura e la 963 non fa eccezione. A beneficiarne saranno JDC-Miller Motorsport e Jota, i primi team ad aver annunciato di essere pronti a schierare la nuova vettura: il primo nell'IMSA, classe GTP, mentre Jota farà il salto dalla LMP2 alla Classe Hypercar nel WEC, un accordo possibile grazie alla sponsorizzazione di Hertz.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Porsche 963 - Così Weissach vuole affermarsi nel WEC e in IMSA

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it