Tecnologia

Auto elettriche
Una Bolt si ricarica dalle colonnine Tesla

Auto elettriche
Una Bolt si ricarica dalle colonnine Tesla
Chiudi

Il tema della compatibilità tra sistemi di ricarica per auto elettriche continua a fare notizia. Con la sempre maggiore diffusione di vetture a emissioni zero i limiti delle infrastrutture vengono sempre più alla luce, sia in termini di numero di colonnine disponibili sul territorio sia per la questione dei diversi standard adottati.

Gli standard a confronto. Gran parte dei costruttori ha scelto di creare un network compatibile con una serie di connettori, dando vita a standard come ChaDeMO e CSS. Ma in un mercato in crescita come gli Stati Uniti è la Tesla ad aver creato il network più ampio. La Casa californiana ha voluto imporre un proprio standard, forte di oltre 1.000 stazioni Supercharger con oltre 7.000 prese di ricarica e altri "Destination Charging Locations" sparsi sul territorio. I primi garantiscono oltre 100 kW, mentre i secondi si fermano a 7,2 kW, ma possono rappresentare un aiuto importante in mancanza di altre soluzioni nei paraggi e fuori dalle direttrici principali.

L'adattatore della Bolt. Sulla base di questi dati, il sito americano Insideevs ha messo alla prova una Chevrolet Bolt dotata di un inedito accessorio aftermarket creato dalla americana Quick Charge Power: con un adattatore è stato possibile utilizzare la rete da 7,2 kW normalmente riservata alle Tesla, ricaricando così gli accumulatori della vettura. La fonte ovviamente non garantisce che tutti i proprietari delle colonnine siano disposti ad accogliere un veicolo non marchiato Tesla, ma soluzioni come questa potrebbero moltiplicarsi in futuro. Il problema delle infrastrutture rimane e sarà sempre più sensibile se davvero l'elettrificazione del parco circolante sarà così veloce e generalizzata come le politiche attuali e i costruttori stanno pianificando. Per la cronaca il mercato offre anche adattatori CHAdeMO per i modelli Tesla, perché la "range anxiety" non finirà mai di esistere fino a quando la rete non sarà capillare come quella dei distributori di carburante tradizionali.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Auto elettriche - Una Bolt si ricarica dalle colonnine Tesla

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it