Concept

Alfa Romeo Tonale
Anteprima alla Milano Design Week

Alfa Romeo Tonale
Anteprima alla Milano Design Week
Chiudi

Alfisti d’Italia, save the date. Alfa Romeo porterà al Salone del Mobile di Milano, in scena dal 9 al 14 aprile presso la Fiera di Rho, la concept Tonale, la prima Suv compatta della Casa presentata in anteprima mondiale allo scorso salone di Ginevra. Per il nuovo prototipo del Biscione si tratta di un debutto nazionale a tutti gli effetti: i visitatori della fiera lo troveranno nell’area verde 5, nei pressi del padiglione 7, dove la Tonale sarà esposta in un’apposita installazione.

Ispirata al passato. Chi non è stato a Ginevra avrà così l’occasione di vedere da vicino il prossimo modello Alfa Romeo, i cui tempi di uscita sul mercato non sono immediati: si parla di almeno un anno e mezzo, con l’inizio della produzione stimato per la fine del 2020. La Tonale è anche la prima Alfa Romeo ibrida plug-in, ma i dettagli del sistema propulsivo non sono ancora stati resi noti, così come la maggior parte delle caratteristiche tecniche. È invece a buon punto, nell’ottica di una versione definitiva, il design esterno, ampiamente ispirato alla storia del marchio. Ne sono alcuni esempi i cerchi “teledial”, le fiancate che richiamano le forme della Duetto o della Disco Volante Spider, mentre la fanaleria anteriore si rifà allo sguardo della SZ e della Brera.

Non solo auto. Insieme alla concept Tonale, alla Milano Design Week l'Alfa Romeo metterà in mostra alcuni inediti articoli di merchandising, come il cronografo "Quadrifoglio" realizzato in edizione limitata da Eberhard&Co. e la nuova mountain bike elettrica Alfa Romeo Dolomiti, prodotta dalla Compagnia Ducale.

COMMENTI

  • Ecco la verità Che spasso https://youtu.be/M1tWgRFSRSM
  • L'elettrico è assurdo da tutti i punti di vista si sposta solo il problema da un'altra parte forse il metano è la scelta più razionale visto che le centrali elettriche vanno con questo gas quelle pulite le altre ancora a carbone quindi fare le auto a carbone non conviene le uniche centrali pulite sono eoliche e idroelettriche, anche fotovoltaiche ma rappresentano un inerzia nel complesso di produzione di energia elettrica, io opto per il termico ad idrogeno come motori del futuro
     Leggi le risposte
  • Va fatta elettrica. È assurdo che non si vuole capire. Già la Giulia, che è una macchina ottima e stupenda, non vende tanto. Nei mercati esteri devi avere qualche argomento in più, anche tecnologico. In alcuni paesi fra due anni un motore termico non lo vendi più.
     Leggi le risposte
  • Farla alla sveltaaaa, che è valida. Ma muovessero quel culo rivettato alla sedia, una buona volta. Si vede che ha il tocco che aveva 156, chi ha l'Alfa dentro lo capisce subito. Se riescono a portarla simile in produzione (non scontato) questa fa il botto, al prezzo giusto ovviamente.
     Leggi le risposte
  • Aahhh, niente come il salone del mobile si adatta meglio ad esporre la bella maquette 1:1 che la fabbrica catorci sta facendo girare per degli (inappropriati) saloni dell auto. Dell automobile infatti qui apprezziamo le doti piu statiche.
  • Storie di un futuro improbabile privo di investimenti e una vettura che finirà nel dimenticatoio. Il design attuale non funziona e viste le esigue vendite al ribasso, FCA preferisce utilizzare il denaro oltre oceano e fare regali a Tesla.
     Leggi le risposte
  • "Inizio produzione stimata per fine 2020" Un auto così dovrebe già essere in produzione e vendita da tempo, intanto gli altri producono e vendono (sigh!)
     Leggi le risposte
  • Ma perchè sono SEMPRE così lenti? Ferrari sforna modelli ogni anno, Alfa Romeo li centellina con il contagocce.. e non mi sembra che sia più facile fare una Ferrari.. Intanto i concorrenti gongolano.. SVEGLIATEVI!!!!!
     Leggi le risposte
  • Fatela elettrica! Ormai questo è il futuro e visto che arriva tra ca. 2 anni e sarà sul mercato per altri 7-10 anni... bisogna puntare sulla tecnologia più avanzata. La Jaguar I-Pace e la Tesla X e Y segnano la strada. Poi a livello estetico preferisco un Alfa Romeo tutta la vita.
     Leggi le risposte
  • A me è piaciuta e ho sentito tutto intorno pure molti consensi e parerei positivi, credo che possieda le carte e i numeri per fare bene sul mercato. Poi come al solito trattandosi di FCA, le incognite restano tante e non è scontato che il prodotto finito mantenga le promesse del concept, in particolare speriamo che non prevalga il solito "braccino corto" nella scelta dei materiali, degli allestimenti e delle meccaniche, privando così i potenziali clienti dell'opzione che desidererebbero scegliere e buttandoli di conseguenza nelle braccia della concorrenza come purtroppo abbiamo assistito fin troppe volte. Anche il debutto sul mercato previsto tra un paio d'anni è molto in la coi mesi, il C SUV è un settore strategico da parecchio tempo e quest'auto doveva essere già pronta, se come di consueto, in questi anni non ci si fosse persi in annunci e parole poco (o nulla) seguiti dai fatti....
     Leggi le risposte