Concept

Porsche Cayenne
Esce allo scoperto un prototipo cabrio di vent'anni fa

Porsche Cayenne
Esce allo scoperto un prototipo cabrio di vent'anni fa
Chiudi

Quasi vent’anni fa la Porsche aveva preso in considerazione l’idea di sviluppare una versione atipica della Cayenne. Era il dicembre del 2002 e la Casa aveva sul tavolo tre varianti: una coupé, una a passo lungo con tanto di terza fila di passeggeri e una cabriolet. Sorprendentemente, quella che ancora oggi sembra l'opzione meno convenzionale — e tutto sommato anche un po’ più improbabile — fu l’unica a non essere scartata in quel momento e venne effettivamente costruita. In un solo esemplare.

Un virtuosismo. All’epoca, quello delle Suv non era ancora il segmento trainante di quasi ogni marchio automobilistico, ma solo un trend — per quanto già fortunato e foriero di successi — molto meno tangibile di come lo è oggi. Nel Centro Stile Porsche, fra un disegno e l’altro, appena prima del lancio della vettura che avrebbe risollevato le sorti del marchio, gli addetti ai lavori abbozzarono, fra le altre, una Cayenne da guidare con il vento tra i capelli. Un esercizio di stile vero e proprio, confermato da un posteriore inusuale, dotato nel contempo di due soluzioni a livello di paraurti posteriore — una più alta e una più bassa — così da non dover allestire un secondo prototipo in caso di raffronto.

Il prototipo. La vettura non ha mai percorso alcun chilometro, in qualità di PFM — Package Function Model — e le sue caratteristiche tecniche sono tutt’ora un mistero. Quel che si sa è che la base di partenza era la potentissima Turbo, e che la lunghezza fuori tutto era di 4,8 metri. Il resto lo si desume da questi scatti: due porte, quattro posti, parabrezza accorciato, tetto retrattile a mo’ di 911 Targa.

Troppi dubbi. Mentre l'idea della versione coupé del 2002 è stata successivamente ripresa e implementata nel 2019 in un modello di produzione, la Porsche non proseguì il progetto della Cayenne cabrio. Le previsioni sulla redditività di tale versione, infatti, non erano particolarmente promettenti e restavano forti dubbi sul fatto che questa Suv a cielo aperto avrebbe effettivamente avuto un aspetto attraente.

Un... Frankenstein tenuto in soffitta. "Una Suv in versione cabriolet è una sfida sia estetica che formale", ha affermato Michael Mauer (che nel 2002 non era ancora chief designer Porsche), riguardando questa concept con gli occhi di oggi. "Una Suv ha sempre una carrozzeria grande e pesante. Se la si combina con una piccola metà superiore e poi si taglia il tetto, si ottengono forme molto strane". Questa Cayenne Turbo open-top è stata custodita gelosamente all’interno del Porsche Museum e, in via del tutto eccezionale, ha fatto capolino lo scorso maggio sul Lago di Como all’edizione Sonderwunsch — dedicata agli unicorni di Stoccarda — di FuoriConcorso.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Porsche Cayenne - Esce allo scoperto un prototipo cabrio di vent'anni fa

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it