Curiosità

Rimac
Le hypercar elettriche dell'affaire Bugatti - FOTO GALLERY

Rimac
Le hypercar elettriche dell'affaire Bugatti - FOTO GALLERY
Chiudi

Non solo Tesla: l’evoluzione delle auto elettriche ha dato vita a tante piccole aziende che stanno puntando forte sulla mobilità a zero emissioni. Tra queste c’è anche la Rimac Automobili, una Casa croata fondata nel 2009 alle porte di Zagabria dopo che il suo patron, Mate Rimac, era già riuscito nell’intento di installare un powertrain elettrico su una vecchia BMW Serie 3.

Ambizione croata. Di fatto, quell’idea nata in un garage (ricordate gli esordi della Apple?) si è trasformata in una moderna startup, oggi persino in trattativa con il gruppo Volkswagen per l'acquisizione della Bugatti, di cui vi raccontiamo la storia, i modelli e altre curiosità nella nostra galleria d’immagini. Del resto, si tratta di una realtà che fa gola ai grandi colossi dell’auto e offre lavoro a 700 persone, come l’italiano Daniele Giachi, direttore dell’engineering aziendale, al quale abbiamo fatto qualche domanda sulla nuova C_Two. L’intervista, che troverete su Quattroruote di ottobre, fa parte di un più ampio reportage di otto pagine in cui l’innovatore Mate Rimac ci apre le porte della sua azienda, per poi darci l’opportunità di guidare proprio il nuovo bolide della Casa.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Rimac - Le hypercar elettriche dell'affaire Bugatti - FOTO GALLERY

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it