Eventi

Expo 2020
La Maserati sarà partner della manifestazione di Dubai

Expo 2020
La Maserati sarà partner della manifestazione di Dubai
Chiudi

La Maserati sarà presente all’Expo 2020 di Dubai (diventato, in realtà, 2021, visto che la pandemia ha costretto a spostare l’apertura della manifestazione, che durerà sei mesi, al 1° ottobre di quest’anno) nelle vesti di partner del padiglione italiano. L’annuncio è stato dato nel corso di una presentazione, tenuta a Modena nella storica sede della Casa del Tridente, dal ceo dell’azienda Davide Grasso, insieme con Paolo Glisenti, commissario per la partecipazione dell’Italia all’Expo, alla presenza del sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli.

Futuro sostenibile. “La Maserati”, ha sottolineato Grasso presentando l’iniziativa, “in un secolo di storia ha sempre rappresentato l’eccellenza italiana nel mondo, quindi è per noi un motivo di orgoglio essere partner del governo italiano sul palcoscenico più importante, in un momento che vede il mondo ripartire e guardare al futuro con audacia e fiducia. L’Italia arriva a questo appuntamento con la forza che le deriva dall’eccellenza nell’innovazione e dalla bellezza coltivate nel corso dei secoli”. L’innovazione, per la Maserati, dopo i recenti lanci della MC20 e della Ghibli ibrida, si tradurrà nella nuova Suv Grecale, antipasto di un futuro che, come ha sottolineato Grasso, vedrà la Casa “proporre al mercato, nel giro di pochi anni, l’intera propria gamma elettrificata”. Uno dei temi dell’Expo sarà “la bellezza che unisce le persone”, anche attraverso la sostenibilità: valori che la Casa modenese condivide e che si sposano con l’innovazione tecnologica, profusa nel nuovo motore Nettuno, interamente sviluppato nella Motor Valley, e nei modelli futuri. A partire da quello interamente elettrico, previsto fra poco più di un anno con il lancio della granturismo della nuova linea Folgore, cui farà seguito un’intera lineup sia brida, sia full electric.

Dal piccolo al grande. Paolo Glisenti ha sottolineato come la partecipazione italiana all’Expo 2020 sarà intrisa di “elementi perfettamente condivisi con la Maserati, come il rapporto fra tradizione e innovazione, anche quella più spinta, e l’unione tra la creatività e il fattore umano con la tecnologia più avanzata”. Ma determinante nella rappresentazione di tutti gli elementi caratterizzanti il nostro Paese sarà anche la presenza tangibile della “lunga filiera che anima l’innovazione, dalla piccola azienda e dalla startup fino alle capofila, secondo una logica che sarà portata a Dubai in tantissimi settori, tra i quali quello della mobilità sostenibile”. Senza trascurare, infine, il legame del territorio con la capacità di sviluppo tecnologico, un elemento identitario fondamentale.

Valore di un simbolo. E, a proposito di legami con le proprie radici, il sindaco Gian Carlo Muzzarelli ha sottolineato come la Maserati sia “un simbolo profondo dell’automotive e dell’innovazione, entrambi legati al saper fare e alle passioni del proprio territorio, anche nel momento in cui si affronta la grande sfida della sostenibilità; un simbolo delle capacità di un territorio che sa offrire chi sa ancora fare una saldatura e chi lavora il carbonio e vi costruisce un motore del tutto nuovo e straordinario, mettendo così le basi per il proprio futuro”. Dubai, ha concluso il primo cittadino, permetterà di far conoscere e rappresentare “tutto quello che c’è dietro la Maserati e ciò che è questo territorio, ricco di grandi valori”.  

COMMENTI