Industria e Finanza

Daimler
Hambach, la cessione della fabbrica delle Smart potrebbe essere un problema

Daimler
Hambach, la cessione della fabbrica delle Smart potrebbe essere un problema
Chiudi

Le leggi francesi potrebbero mettere un bastone tra le ruote alla Daimler per la cessione dell'impianto di Hambach, la fabbrica delle Smart che il gruppo britannico Ineos vorrebbe acquistare per realizzare la Grenadier: i tedeschi, infatti, dovranno trovare un acquirente disposto a salvare il sito produttivo, in quanto le direttive locali rendono praticamente impossibile un'eventuale chiusura. Ciò, oltre a rallentare l'uscita del costruttore dal dipartimento della Mosella, potrebbe influire anche sul prezzo di vendita della fabbrica.

Ineos in prima linea. Come detto, lo stabilimento che negli ultimi 14 anni ha prodotto le Smart Fortwo sarebbe nel mirino di Ineos, in cerca di un sito dove fabbricare la fuoristrada: il colosso d'oltremanica, tuttavia, avrebbe anche altre opzioni, a partire dalla realizzazione di una nuova struttura a Bridgend (Galles) fino all'acquisizione della fabbrica della Barcellona della Nissan, destinata alla chiusura entro pochi mesi. Hambach, tuttavia, sarebbe in grado di offrire delle strutture aggiornate di recente: gli investimenti per la produzione delle Smart hanno portato al continuo ammodernamento delle linee produttive e alla realizzazione di nuovi reparti per lo stampaggio delle carrozzerie e per la verniciatura.

Vittima della pandemia. "Lo scorso autunno, quando abbiamo progettato il piano di trasformazione che stiamo implementando - ha affermato Ola Källenius, presidente del gruppo Daimler - non abbiamo considerato la possibilità di una recessione innescata da una pandemia. Questo è il motivo per cui stiamo rivedendo tutti i nostri costi, inclusi quelli legati alla produzione". Le intenzioni del gruppo di Stoccarda erano quelle di trasferire in Cina dal 2022 la produzione delle Smart, lasciando ad Hambach la realizzazione di vetture elettriche compatte a partire dalla Mercedes EQB.

COMMENTI

  • "...Cmq che in Francia sia difficile chiudere un impianto costruito a suo tempo col contributo di denaro pubblico..." Lo "dovrebbe essere" pure in Italia invece quante aziende hanno chiuso dopo aver avuto contributi statali/regionali per costruire i capannoni e acquistare i macchinari ma poi è scappata altrove con...i macchinari pagati da noi e la gente a casa!!!?
  • non vedo dove sta il problema??? alla fine forse è la scelta più giusta per daimler...ineos può benissimo andare in spagna o in galles...
  • Posto che pare Mercedes non abbia mai guadagnato un euro dal progetto Smart, il colpo di grazia alla vetturetta è arrivato con la decisione di cessare la propulsione termica e puntare solo su quella elettrica, che le vendite avrebbero subito un tracollo pure in quelle piazze dove andavano a gonfie vele, era facile da immaginare. ........ Cmq che in Francia sia difficile chiudere un impianto costruito a suo tempo col contributo di denaro pubblico era noto, questo precedente dovrà servire da monito quando PSA, una volta fusasi con FCA, dovrà iniziare una inevitabile razionalizzazione produttiva....
     Leggi le risposte