La startup americana Archer Aviation ha siglato un accordo con il gruppo FCA per lo sviluppo di veicoli volanti elettrici a decollo verticale (eVTOL) destinati al trasporto passeggeri, che potrebbero entrare in produzione nel 2023. Il modello in questione, del quale è stato diffuso un teaser, sarà svelato nel corso del 2021, sebbene le caratteristiche tecniche complete, per il momento, non siano ancora note: nell'unica immagine rilasciata risultano evidenti, come unici elementi distintivi, i sei motori a elica posizionati sulle ali. 

Il ruolo di FCA.
 Il gruppo FCA metterà a disposizione la propria esperienza dal punto di vista del design e della lavorazione dei compositi, ma anche l'accesso alla rete di fornitori per abbattere i costi degli aeromobili. La Archer, dal canto suo, ha già confermato che l'abitacolo sarà disegnato proprio dal costruttore italoamericano. Per FCA si tratta di un investimento strategico e inedito nel promettente settore della Urban Air Mobility, sul quale altri concorrenti hanno già iniziato a puntare.

240 km/h di crociera per 100 km. L'obiettivo della Archer è quello di dare vita alla prima compagnia aerea di questo tipo, che opererà all'interno delle metropoli internazionali: l'autonomia prevista di circa 100 km, abbinata a una velocità di 240 km/h, dovrebbe consentire al veicolo di coprire in tempi ristretti tratte relativamente brevi senza incappare nei limiti del traffico stradale.