Industria e Finanza

Lotus
Semaforo verde per la nuova Suv

Lotus
Semaforo verde per la nuova Suv
Chiudi

Da qualche giorno tira una nuova aria alla Lotus. Grazie alla recentissima acquisizione da parte dei cinesi della Geely, ora si può guardare al futuro con più serenità, ma anche con maggiore lungimiranza. Incontriamo in questo clima Jean-Marc Gales, l’amministratore delegato del marchio britannico, che ci riceve con lo sguardo compiaciuto di chi sa di aver lasciato il peggio alle spalle. Un’occasione unica per cercare di fare il punto sul futuro della Casa di Hethel che, dopo anni di stand-by, può tornare a sognare nuovi modelli.

Una Suv diversa dalle altre. La prima vera novità - conferma Gales - riguarda una Suv. Per la verità, se ne era già sentito parlare qualche anno fa; poi, più nulla. Ma ora, grazie ai nuovi capitali cinesi, che hanno già fatto risorgere la Volvo, ritorna la certezza. La Lotus avrà un modello a ruote alte, anche se sarebbe meglio definirla una crossover. Un’auto che, nonostante una configurazione da Suv, secondo Gales “saprà distinguersi dalla concorrenza per una dinamica di guida unica nel suo genere”. Per progettarla, gli ingegneri Lotus “potranno contare sulle nuove sinergie rese disponibili dal gruppo”, quindi sfrutteranno con ogni probabilità una piattaforma già esistente. Ma la futura sport utility sfrutterà tutto il know-how maturato tra le mura di Hethel per quanto riguarda la cura aerodinamica e la leggerezza costruttiva, che rappresentano i due veri fiori all’occhiello del marchio inglese. “Come sempre, faremo la differenza in questi due campi, anche su una crossover”, ha precisato Gales.

Sarà anche hybrid. L’altra notizia è che questo nuovo progetto avrà quasi sicuramente anche una versione ibrida, che traghetterà la Casa inglese nel mondo dell’elettrificazione. La nuova Suv “potrebbe essere assemblata anche fuori dai confini britannici”, ma non è chiaro al momento se la scelta finale ricadrà su uno stabilimento cinese. La produzione delle sportive invece (Elise, Exige ed Evora) rimarrà anche in futuro in Inghilterra. Per vedere la Suv Lotus in concessionaria, però, bisognerà armarsi di pazienza. “Almeno tre anni”, secondo le anticipazioni rilasciate a Quattroruote dall’amministratore delegato.

COMMENTI

  • SUV = strade urbane vandalizzate
  • spettacolare.....i clienti chiedono suv..e i costruttori ovviamente(i piu svegli) gli danno suv......ma sti suv li vogliono sempre piu sportivi.....insomma una coupè che però si chiami suv......e possa fare i gradini dei marciapiedi......fantastico.
     Leggi le risposte
  • Colin, perdonali perchè non sanno quello che fanno................ ditemi che è uno scherzo
  • sono molto curioso al riguardo: l'interpretazione del tema secondo i tradizionali canoni del marchio sarà sicuramente qualcosa di speciale. bene
  • sono molto curioso al riguardo: l'interpretazione del tema secondo i tradizionali canoni del marchio sarà sicuramente qualcosa di speciale. bene
  • Un SUV Lotus, e per di più costruito fuori dai confini britannici? Come cambia il mondo... Manca solo un SUV Ferrari... ops
  • una Suv(o forse meglio crossover)leggerissima e...bassa:sono proprio curioso di vederla.comunque sia spero che questo Marchio leggendario,mitico e' per una volta l'aggettivo giusto,trovi pace.