ISCRIVITI GRATIS
Ricevi gratis la rivista Fleet&Business e la Newsletter
Quattroruote Fleet&Business è la nuova rivista firmata Quattroruote pensata per chi, all’interno delle società, si occupa della mobilità del loro personale e della gestione dei veicoli aziendali.

con il supporto di
Noleggio

Enjoy
Ecco come funziona il purificatore automatico

Enjoy
Ecco come funziona il purificatore automatico
Chiudi

Da poco meno di un mese gli utenti di Enjoy, l’operatore di car sharing operativo a Milano, Torino, Firenze, Bologna e Roma, possono contare su una protezione in più: ogni vettura, a fine noleggio, attiva in automatico un sistema di purificazione dell’aria presente nell’abitacolo, abbattendo la carica batterica. Si tratta di un’arma in più per offrire alla clientela vetture sicure da usare. Per capire come funziona, abbiamo portato presso la sede di Quattroruote una delle nuove Fiat 500 Hybrid che stanno entrando in flotta e l’abbiamo studiata con attenzione.

enjoy-041

Parte da remoto. L’apparecchio, prodotto dalla Octo Telematics, è installato a bordo delle vetture in posizione protetta. Tecnicamente è un depuratore che sfrutta l’azione combinata dei raggi Uv e di un catalizzatore per ripulire il flusso d’aria generato da una ventola interna. Secondo il costruttore, è in grado di produrre 25 milioni di ioni per cm3 al secondo, sufficienti per ridurre la carica batterica all’interno dell’abitacolo e contrastare allergeni e cattivi odori. Quindi, ogni volta che un cliente termina un noleggio, il dispositivo si mette in funzione (comandato da remoto) e con un ciclo che dura mezz’ora tratta in modo efficace l’ambiente a bordo. Il successivo utente che dovesse prenotare la vettura viene avvisato tramite l’app se è in corso il ciclo di depurazione. Al momento in cui scriviamo, il sistema è già stato installato su circa 2.100 delle 2.700 vetture della flotta Enjoy e si arriverà al completamento in tempi molto brevi. In ogni modo, alcuni adesivi verdi, presente su varie parti dell’auto, avvisano il conducente della presenza di questo dispositivo. Funziona? Sia chiaro, il purificatore non è il solo contrasto al pericolo di contagio, ma è un sistema che si va ad affiancare alle operazioni di pulizia e sanificazione che Enjoy sta già facendo con maggiore frequenza da quando è scoppiata la pandemia: quattro o cinque lavaggi profondi di esterni e interni al mese e una sanificazione delle superfici di contatto periodiche nel corso del servizio quotidiano.

enjoy-027

Reazione al covid. L’occasione di vedere all’opera il purificatore è stata propizia anche per scambiare due chiacchiere informali con Fabio Rufini, responsabile attuazione servizi rete e smart mobility di Enjoy. “Lo scorso anno”, ci racconta Rufini, "abbiamo avuto un calo dei noleggi di oltre il 70% durante il primo lockdown, abbiamo poi registrato una ripresa in settembre e ottobre rispetto ai mesi precedenti con un +70% rispetto alla media del periodo marzo-agosto, fino al nuovo calo dovuto alle nuove restrizioni di fine 2020 e inizio 2021 quantificabile intorno al -45%. A questa flessione ha contribuito anche lo stop alla circolazione serale delle nostre macchine: la chiusura dei locali, infatti, ha spazzato via tutta la clientela che si spostava di sera o nei fine settimana per frequentare cinema o ristoranti. In ogni modo, vediamo il bicchiere mezzo pieno: il riscontro che ne abbiamo ricavato è che l’utenza sia soddisfatta del lavoro che facciamo nella cura delle vetture e le ritenga sicure, dei mezzi cioè da utilizzare con tranquillità. Infatti, ogni volta che c’è maggiore libertà di circolazione, le nostre prenotazioni riprendono a salire. Consci di questo, stiamo quindi continuando a investire sulla sicurezza della nostra flotta e a sviluppare nuovi servizi e offerte per il pubblico”.

COMMENTI