ISCRIVITI GRATIS
Ricevi gratis la rivista Fleet&Business e la Newsletter
Quattroruote Fleet&Business è la nuova rivista firmata Quattroruote pensata per chi, all’interno delle società, si occupa della mobilità del loro personale e della gestione dei veicoli aziendali.

con il supporto di
Noleggio

Hertz
Addio al Chapter 11

Hertz
Addio al Chapter 11
Chiudi

Come da noi già anticipato, Hertz ha annunciato di aver completato con successo il processo di ristrutturazione previsto dal procedimento del Chapter 11, grazie a ben 5,9 miliardi di dollari di nuovo capitale azionario fornito dal nuovo gruppo di investitori guidato da Knighthead Capital Management LLC, Certares Opportunities LLC e alcuni fondi gestiti da affiliati di Apollo Capital Management. Con questa nuova iniezione di capitali, Hertz ha ridotto il suo debito aziendale di quasi l'80%, ovvero di 5 miliardi di dollari, rafforzando il capitale con una nuova linea di credito da 2,8 miliardi di dollari (compresa una linea di revolving credit non utilizzata da 1,3 miliardi di dollari) e una opzione di finanziamento da 7 miliardi di dollari per la flotta, a un tasso di interesse minore del 2%.

Riflessi in Europa. La riorganizzazione resa possibile nel Nord America grazie al chapter 11 (formula statunitense di protezione dai creditori di cui la società di Estero, Florida, si avvalse il 22 maggio 2020 a causa della pandemia di Covid-19), ha avuto un impatto positivo anche sull’assetto finanziario di Hertz in Europa, dove per la rent-a-car non era stata attivata alcuna protezione, come nel Pacifico. "Oggi segniamo una pietra miliare significativa nei 103 anni di storia di Hertz. Ora con una solida base finanziaria, un modello operativo più snello ed efficiente e un'ampia liquidità per investire nel nostro business, Hertz ha un potenziale eccezionale per guidare una crescita redditizia nel lungo termine", afferma il ceo Paul Stone, a cui fa eco il presidente del consiglio di amministrazione uscente Henry Keizer: “Quando l'economia ha iniziato a mostrare segni di ripresa all'inizio di quest'anno, eravamo perfettamente posizionati per guidare un processo competitivo che avrebbe massimizzato i recuperi. Il risultato - pagare interamente i nostri quasi 19 miliardi di dollari di creditori e restituire un valore sostanziale ai nostri azionisti - è notevole". Tra le azioni messe in capo dalla società, naturalmente anche un programma di riduzione dei costi, che ha compreso una riduzione della flotta sia negli Stati Uniti sia a livello internazionale, una rinegoziazione delle fee e delle concessioni in alcuni aeroporti, oltre a completare la vendita della sua attività di leasing della flotta Donlen per 891 milioni di dollari in contanti. Questi sforzi, combinati con un forte aumento del noleggio auto negli Stati Uniti e il remarketing di auto usate, stanno mettendo a posto i costi operativi di Hertz.

COMMENTI