Nuovi Modelli

Fiat Viaggio
Ha un nome la tre volumi cinese

Fiat Viaggio
Ha un nome la tre volumi cinese
Chiudi

La prima Fiat costruita in partnership con la cinese Guangzhou per il mercato asiatico si chiamerà Viaggio. La notizia circola da tempo sul web, ma è stata quest'oggi avvalorata dal Corriere della Sera. Il modello, anticipato da Quattroruote sul numero di novembre dello scorso anno, è strettamente imparentato con la Dodge Dart e utilizza il pianale C-Wide derivato da quello della "nostra" Alfa Romeo Giulietta e avrà un potenziale produttivo di 350.000 pezzi l'anno.

Caratteristiche. La Fiat Viaggio dovrebbe debuttare al prossimo Salone di Pechino, proponendo quindi la classica e richiestissima carrozzeria a tre volumi, con design modificato rispetto alla versione Dodge, della quale quindi non sarà una copia esatta: cambieranno i paraurti, la fanaleria posteriore e la sagoma del coperchio del bagagliaio e qualche dettaglio degli interni. La gamma propulsori dovrebbe, almeno in parte, replicare quella della Dart, a cominciare dal 1.4 Multiair a benzina, abbinato anche al cambio doppia frizione TCT. Uno degli elementi chiave della nuova berlina sarà comunque rappresentato dal prezzo, che si annuncia molto aggressivo rispetto alla concorrenza.

Non solo per la Cina. Ancora da confermare ufficialmente, invece, l'eventuale importazione in Europa del modello, che potrebbe comunque rivelarsi interessante nella difficile situazione economica attuale e nel combattutissimo segmento C: si sa che alla Fiat stanno valutando l'opportunità di derivare dalla Viaggio anche un modello a due volumi, per il quale non sarebbero state trascurate le severe normative europee in tema di crash test, urti assicurazioni e protezione pedone. La variante a due volumi sarebbe destinata a prendere il posto dell'attuale Bravo, dal momento che il progetto della Suv Cross è stato congelato.

Redazione online

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Fiat Viaggio - Ha un nome la tre volumi cinese

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it