Nuovi Modelli

Peugeot 208
Svelata la nuova generazione, pronta alla svolta elettrica

Peugeot 208
Svelata la nuova generazione, pronta alla svolta elettrica
Chiudi

Totalmente riprogettata, basata sulla più recente piattaforma modulare del gruppo PSA e già pronta per l'elettrificazione: è la nuova Peugeot 208, che debutta al Salone di Ginevra. Il salto avanti tecnico e stilistico è importante e apre un rinnovamento del segmento B che presto coinvolgerà anche altri brand. La 208 debutterà sul mercato in autunno, ma le prenotazioni si apriranno online entro brevissimo tempo.

Il design strizza l'occhio alla 508. La 208 segue la più recente tendenza del marchio Peugeot e abbraccia gli stilemi già visti sulla 3008 e sulla 508, con i Led diurni verticali nel paraurti e i tre elementi luminosi anteriori e posteriori affiancati. La mascherina resta molto estesa in verticale ed è interrotta dalla targa, ma integra ora anche il Leone al centro, mentre in coda una fascia scura unisce i gruppi ottici. Più lunga, più larga e più bassa dell'attuale, la 208 mantiene il piccolo elemento dietro alla portiera posteriore che include la sigla degli allestimenti più sportivi GT Line e GT, che sono caratterizzati anche dai passaruota allargati con inserti nero lucido e dai cerchi da 17" con elementi personalizzabili. Anche i colori scelti per la carrozzeria riflettono lo spirito della vettura, con l'aggiunta del Giallo Faro, del Blu Vertigo tristrato e del Rosso Elixir.

Le dimensioni. Con il ricambio generazionale la piccola francese ha guadagnato qualche centimetro in lunghezza, raggiungendo i 4.055 mm contro i 3.973 mm della versione uscente. Aumentano lievemente anche il passo (2.540 mm) e la larghezza: 1.765 mm con specchietti chiusi o 1.960 mm in configurazione di marcia. L'altezza, invece, è scesa di tre centimetri, passando da 1.460 a 1.430 mm.

2019-Peugeot-208-13

L'evoluzione dell'i-Cockpit. Gli interni sono dominati dell'evoluzione dell' i-Cockpit e introducono soluzioni derivate dai modelli di categoria superiore, con la divisione degli elementi su tre livelli. La strumentazione principale davanti al guidatore è raccolta in un cupolino e ricorda nella grafica gli ologrammi, con la possibilità di avvicinare e allontanare le informazioni in base alla loro importanza, mentre nella console centrale sono previsti display da 5, 7 o 10 pollici in base all'allestimento. Sotto allo schermo sono radunati i comandi fisici con le levette multifunzione e uno spazio per la ricarica wireless per smartphone, mentre nel tunnel troviamo la leva del cambio e il comando del freno a mano elettrico.

Infotainment aggiornato, Adas evoluti. L'infotainment prevede la piena compatibilità con gli standard Apple CarPlay e Android Auto, oltre all'integrazione della navigazione 3D TomTom con informazioni in tempo reale sulle condizioni del traffico. Fondamentale anche l'evoluzione degli Adas con l'arrivo del Drive Assist. Le vetture dotate di cambio automatico possono contare sul Cruise Control adattivo con funzione Stop&Go e controllo della traiettoria e sul Full Park Assist che gestisce freno, acceleratore e sterzo. Per tutte le versioni è prevista inoltre la frenata automatica da 5 a 140 km/h con riconoscimento pedoni e cicli diurno e notturno, l'avviso di superamento corsia con correzione della traiettoria, verifica del livello di attenzione del guidatore, controllo automatico degli abbaglianti, riconoscimento dei segnali stradali e il controllo degli angoli ciechi. 

Benzina, diesel ed elettrica da subito. Grazie all'utilizzo della piattaforma Cmp, introdotta dal gruppo PSA con la DS 3 Crossback e più leggera di 30 kg rispetto alla precedente, la Peugeot 208 può contare da subito su una gamma articolata su benzina, diesel e elettrico. Troveremo quindi le note varianti 1.2 Puretech da 75, 100 e 130 CV, il diesel 1.5 100 CV e l'inedita e-208 con il powertrain da 136 CV e 260 Nm. Sui benzina da 100 e 130 CV è prevista l'adozione del cambio automatico a otto marce. 

2019-Peugeot-208-1

La e-208. La e-208, riconoscibile per la mascherina in tinta carrozzeria, dispone di tre modalità di guida: Eco, Normal e Sport. Solo quest'ultima consente di sfruttare totalmente le prestazioni a disposizione, con un tempo di 8,1 secondi per raggiungere i 100 km/h da fermo. Il guidatore può scegliere inoltre tra due livelli di intervento del recupero di energia in frenata, ma sono molte le soluzioni studiate per ottimizzare l'efficienza: oltre alla cura aerodinamica e alla scelta di pneumatici a bassa resistenza, troviamo infatti la pompa di calore dedicata alla climatizzazione e la gestione remota del pre-condizionamento dell'abitacolo durante le fasi di ricarica attraverso la app MyPeugeot. 

340 km di autonomia nel ciclo Wltp. Con le batterie da 50 kWh garantite 8 anni o 160.000 km si raggiunge una autonomia di 450 km nel ciclo Nedc e di 340 km nel più recente Wltp. La ricarica completa richiede circa 16 ore da una presa casalinga, otto ore dalla wallbox monofase da 7,4 kW, circa 5 ore e 15 minuti con una wallbox trifase da 11 kW e fino a 30 minuti per l'80% dell'energia usando colonnine a 100 kW. La Peugeot ha studiato anche una serie di servizi pensati per accompagnare i clienti nella transizione verso la mobilità elettrica: si tratta dei pacchetti Easy-Charge, Easy-Mobility e Serenity, che integrano la consulenza per l'installazione della wallbox, l'offerta per accedere alla rete europea delle colonnine Free2Move, l'accesso a nuovi strumenti di simulazione per valutare l'impatto della mobilità elettrica nelle proprie abitudini quotidiane e l'accesso a speciali formule di noleggio e finanziamento. Su questi aspetti torneremo nel dettaglio quando saranno note le informazioni per il mercato italiano.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Peugeot 208 - Svelata la nuova generazione, pronta alla svolta elettrica

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it