Nuovi Modelli

Jeep Grand Cherokee
La nuova generazione debutta negli Usa

Jeep Grand Cherokee
La nuova generazione debutta negli Usa
Chiudi

La Jeep presenta negli Stati Uniti la Grand Cherokee L, portando così al debutto la quinta generazione del modello. La Suv viene introdotta inizialmente nella variante L a sette posti prodotta nel nuovo Mack Plant di Detroit e sarà affiancata nel corso dell'anno dalla ibrida 4xe e dalla versione cinque posti. In America le vendite inizieranno in primavera, mentre il debutto nell'area Emea (Europa, Medio Oriente e Africa) è previsto alla fine dell'anno. In base alle informazioni in nostro possesso in Italia vedremo alla fine del 2021 la sola cinque posti con motori benzina e 4xe plug-in hybrid: la sette posti non sarà proposta sul nostro mercato.

Nello stile l'influenza della Grand Wagoneer. Il design risente dell' influenza della Grand Wagoneer Concept, come si nota dal taglio più sottile dei gruppi ottici e dalla linea di cintura molto alta. Il frontale massiccio integra la griglia a sette feritoie sviluppata in larghezza e leggermente inclinata come la Wagoneer originale, mentre il volume posteriore è squadrato per massimizzare lo spazio nella terza fila, che per la prima volta può essere ripiegata elettricamente insieme alle sedute della seconda fila. La Suv è sviluppata su un telaio monoscocca inedito con sospensioni indipendenti, a differenza del telaio a longheroni delle sorelle maggiori. Inoltre, è previsto l'utilizzo di cofano e portellone d'alluminio e di altri componenti di magnesio per contenere il peso totale e migliorare l'efficienza. L'utilizzo di acciai speciali e di nuovi rinforzi sul telaio ha permesso anche di ottenere elevati valori di rigidità tosionale che favoriscono il confort e la precisione di guida. Sono poi previsti per la prima volta supporti motore attivi opzionali. Il passo misura 3.091 mm, mentre il valore della lunghezza totale non è stato per il momento comunicato.

The all-new 2021 Jeep® Grand Cherokee L Overland features a premium, spacious interior with standard 10-inch display screens, including a frameless digital gauge cluster and Uconnect 5 10.1-inch touchscreen radio.

Plancia digitale, Adas evoluti. L'impostazione degli interni si distacca notevolmente dal modello uscente con linee più fluide e schermi ancora più grandi. Oltre al volante a tre razze e alla console centrale totalmente ridisegnati troviamo il più recente infotainment Uconnect5 con schermo da 8,4 o 10,1 pollici e la strumentazione digitale da 10,3 pollici, mentre il cambio automatico utilizza un selettore rotante. Tra gli accessori previsti sono citati i sedili anteriori climatizzati con massaggio, la base per la doppia ricarica wireless, lo specchietto interno digitale da 9,2 pollici, l'head-up display a colori, la telecamera per la visione notturna, la telecamera interna per il controllo dei sedili posteriori e l'impianto audio McIntosh da 950 Watt. La Jeep ha previsto anche l'introduzione di un nuovo allestimento top di gamma denominato Summit Reserve, al quale saranno riservate finiture specifiche come il legno Waxen Walnut a poro aperto per la plancia e i rivestimenti di pelle capitonné Palermo con sedili ventilati singoli in prima e seconda fila. La Grand Cherokee L prevede un pacchetto di Adas di Livello 2 denominato Active Driving Assist, mentre alla fine del 2021 verrà introdotto il più evoluto Hands-Free Activing Driving Assist attivo solo su determinati percorsi.

All-new 2021 Jeep Grand Cherokee L Overland

Motori, trazione e sospensioni. La gamma dei propulsori rimane per il momento ancorata alle soluzioni giù note: V6 3.6 Pentastar da 290 CV e V8 5.7 da 357 CV con cambio automatico otto marce Torqueflite, ma è già confermato l'arrivo della 4xe plug-in hybrid in un secondo tempo. Il V6 sarà offerto anche con la sola trazione posteriore, ma per ottenere il massimo si potrà scegliere tra i sistemi di trazione integrale Quadra-Trac I e II o Quadra-Drive II, con l'autobloccante eLSD offerto solo su quest'ultima. Un ulteriore elemento di spicco è dato dalle sospensioni pneumatiche Quadra-Lift opzionali abbinate per la prima volta alle sospensioni a controllo elettronico. L'assetto può essere regolato su cinque altezze diverse (Normal, Off-Road 1 e 2, Park e Aero) con una escursione totale di 106 mm e una capacità di guado massima di 610 mm. Il sistema Selec-Terrain prevede cinque programmi (Auto, Sport, Rock, Snow, Mud/Sand) e combina i diversi settaggi del motore, della trazione integrale, dell'impianto frenante, dello sterzo, del controllo di trazione, dell'Abs, del controllo di stabilità e delle sospensioni. È disponibile infine l'Hill Descent Control, attivo anche in retromarcia. Il pacchetto opzionale Off-Road consente di raggiungere la certificazione Trail Rated grazie all'adozione di protezioni per la scocca, differenziale autobloccante, cerchi d'alluminio da 18", pneumatici specifici e assetto rialzato.  

COMMENTI

  • bellissima dentro, orrendo il posteriore!!!
  • È ormai più di 2 anni che ho comprato il Grand Cherokee Summit , prima ho avuto le blasonate tedesche, tra tutte questa è l'unica che ad oggi ricomprerei, mai avuto un problema e a distanza di tempo è ancora un piacere guidarla, comfort al top.
     Leggi le risposte
  • Se è su pianale Giorgio non avrà certamente un handling disprezzabile (sono alla seconda Giulia consecutiva...), nonostante le dimensioni... Poi è chiaro che l'aspetto può piacere o meno, ma ricalca chiaramente il DNA Jeep... Saluti
  • Esageratamente ... americana. Aspettiamo di vedere quale tecnologia verrà trasferita su altre categorie di auto più europee
  • @Alex Masters. Sono d'accordo. Solo che il tuo intervento mi sembrava l'ennesima critica gratuita si prodotti FCA. Oggi per me la miglior ergonomia si trova su Mazda, Genesis, Alfa Romeo, BMW anche se quest'ultima è peggiorata un po' da quando ha deciso di installare lo schermo touch posizionandolo più bin basso e più vicino al guidatore.
  • @MICHELE L: Hai fatto bene, le tedesche non si rompono mai. Non hanno nemmeno bisogno di tagliandi. Non consumano neanche carburante. Chissà perché io ho posseduto tanto italiane che straniere (blasonate) e le loro piccole magagne me le hanno riservate tutte. Evidentemente sono l'eccezione che conferma la regola. Quanto difficile è ammettere che sedere su un'Audi fa più figo che su una Fiatalfa. A prescindere. PS Neanche a me la linea della nuova Grand Cherokee piace da perdere la testa, ma almeno aspetto di vederla dal vivo. Cmq non ti preoccupare al di là dell'atlantico non si faranno tutte 'ste manfrine e le compreranno.
     Leggi le risposte
  • A leggere certi commenti entusiasti sulla linea, mi viene da pensare che ormai i miei gusti sono decisamente superati. Se non altro, dentro appare bella, sperando per loro e per chi la comprerà, che sia anche fatta bene.
  • "si vede che sono stati fatti quegli investimenti sulla tecnologia che invece tanto mancano in Europa". Perché, a differenza degli europei, gli americani sono meno prevenuti e comprano. Ovvero fanno gli investimenti perché sanno che con molta probabilità avranno un ritorno. Quando invece, si sente dire da un italiano "La Stelvio non è male, ma non spenderò mai 50k euro per una FIAT..." allora capisco che fanno bene a non investire nulla da noi e a dedicarsi ad altri mercati più remunerativi.
     Leggi le risposte
  • Il design un che un po' richiama al Commander mi piace e ci voleva un qualcosa di nuovo per il GC. Bella!
  • Se qualcuno avesse ancora qualche dubbio che FCA=Jeep+RAM,,,,
     Leggi le risposte
  • Vista così non sembra neanche Jeep, di tipico del brand mantiene solo i passaruota squadrati e la griglia frontale, una linea di rottura che però potrebbe piacere sia agli yankees che agli europei. i contenuti poi sembrerebbero di livello, al pari delle concorrenti, si vede che sono stati fatti quegli investimenti sulla tecnologia che invece tanto mancano in Europa......
  • Vettura bella sia dentro che fuori. Purtroppo meccanica interessante solo fuori dall'Italia, nel nostro Paese un benzina con quelle cilindrate è interessante come curiosità da leggere in un articolo. Non capisco la scelta di non importare il 7 posti. Con quelle dimensioni potrebbe essere una scelta più logica quella che non un semplice 5 posti. Forse per far spazio alle batterie dell'ibrido? Dunque l'ibrido non avrà 7 posti?
     Leggi le risposte
  • Tratti squadrati, grintosi e ben caratterizzati. Anche gli interni sembrano ben fatti. Promossa.
  • Ma alla fine su che pianale è stata costruita? Non c'è un nome o comunque mi sembra bocche cucite in Jeep. Piattaforma Giorgio rivista in chiave USA? Pesante aggiornamento della precedente? Visto che si tratta di 5,20 metri di macchina, hanno modificato quella della ram 1500?
     Leggi le risposte
  • Dalle foto mi sembra bella e riuscita. Linee semplici e squadrate in linea con il design tipico della marca (evitati barocchismi dei marchi tedeschi).Mi piace molto il frontale che mi ricorda i fuoristrada USA degli anni 70. Anche internamente molto bella oltre a dare l'impressione di essere ben fatta. Ovviamente un giudizio definitivo va sempre dato quando si potrà vedere dal vero.
     Leggi le risposte
  • Il fatto che non importino la L è m bene. Chissà se monteranno il 2.2 Diesel oppure solo benzina e ibrido. Se ibrido con quale cilindrata il motore termico?
     Leggi le risposte
  • Incredibile come si possa metter un display con info + navigatore cosi' in basso. L'ergonomia e' materia sconosciuta in FCA
     Leggi le risposte
  • Bella dentro, brutta fuori, ma perchè hanno inserito una manigliona nel paraurti anteriore ? :-)
     Leggi le risposte
  • mi sa un po' di Volvo e quella linea laterale/posteriore alla "opel" non mi piace proprio, dentro, invece, bel passo avanti
  • 4xe spero non con il 1.3...
     Leggi le risposte