Nuovi Modelli

DS 4
Tolti i veli alla nuova Suv-coupé

DS 4
Tolti i veli alla nuova Suv-coupé
Chiudi

Per aggredire il combattuto segmento C, la DS ha scelto di declinare la nuova DS 4 in tre versioni distinte, denominate DS 4, DS 4 Cross e DS 4 Performance Line. La formula è quella della Suv-coupé dai tratti sportivi: basata sulla piattaforma modulare Emp2, la quarta vettura del marchio francese è lunga 4,4 metri, può accogliere fino a cinque persone e offre un bagagliaio con una capacità di 430 litri. Il debutto sul mercato è previsto nell'ultimo quadrimestre di quest'anno ma, per il momento, la Casa non ha fornito indicazioni sui prezzi.

Look ricercato. Il design è un elemento cardine del marchio e la DS 4 in particolare integra tutti gli stilemi noti: le DS Wings con motivo a punta di diamante e i gruppi ottici DS Matrix Led Vision con luci diurne verticali dotate di 98 Led. L'unicità del modello è data dai passaruota e dalle ruote molto in evidenza sulla fiancata, grazie ai cerchi da 19 o 20 pollici e al design molto slanciato della zona posteriore, dove spicca una serigrafia smaltata sul lunotto. Il design è anche l'elemento di distinzione delle tre versioni: la DS 4 Cross adotta infatti le protezioni nere opache su paraurti e minigonne, griglie nero lucido, barre sul tetto e cerchi specifici, mentre la Performance Line aggiunge un tocco ulteriore di grinta con la tinta nera che domina le finiture esterne. A dimostrazione dell'unicità del modello, che sarà configurabile nei DS Store grazie alla realtà virtuale, anche la gamma colori è stata sviluppata ad hoc: le tinte al debutto sono infatti Oro Rame, Grigio Laccato, Rosso Velluto, Grigio Cristallo, Nero Perla, Grigio Platino e Bianco Perla.

2021-DS-4-03

Debutta l'infotainment Iris. L'abitacolo della DS 4 è stato studiato mascherando le bocchette di aerazione e i comandi secondari per semplificare le superfici. I comandi del climatizzatore DS Air con specifiche PM2.5 sono inediti, così come l'infotainment connesso DS Iris System gestito anche con comandi vocali e gestuali con il display dedicato DS Smart Touch: il sistema prevede aggiornamenti online specifici, widget personalizzati e profili utente specifici per avvicinare sempre di più l'esperienza d'uso a quella di smartphone e tablet. Al guidatore è inoltre dedicato il DS Extended Head Up Display con una diagonale di 21 pollici e realtà aumentata. 

Finiture e accessori premium. DS è anche sinonimo di finiture ricercate e pregiate: sulla DS 4 ritroviamo quindi pelle, Alcantara, legno e carbonio con lavorazioni artigianali di pregio. Sono disponibili anche accessori particolarmente lussuosi per il segmento come i sedili climatizzati con funzione massaggio, gli abbinamenti bicolore dei pellami e l'impianto audio Focal Electra da 690 Watt con 14 diffusori.

2021-DS-4-05

Benzina, diesel e Phev. La piattaforma modulare ha permesso di integrare i più recenti powertrain del gruppo PSA: la DS 4 debutta da subito nella versione E-Tense con meccanica plug-in hybrid da 225 CV a trazione anteriore, capace di garantire fino a 50 km di autonomia elettrica. Accanto a questa motorizzazione troveremo i classici benzina PureTech da 130 e 180 CV e il BlueHDi da 130 CV, tutti abbinati esclusivamente al cambio automatico a otto marce. 

Adas di livello 2 evoluti. Dal punto di vista della sicurezza, la DS 4 compie un ulteriore passo avanti portando al debutto il DS Drive Assist 2.0, un pacchetto di Adas di livello 2 che sfrutta radar e telecamere di bordo per gestire anche la velocità in curva e le fasi di sorpasso. Gli stessi sensori vengono inoltre utilizzati per il DS Night Vision, che garantisce il rilevamento di pericoli fino a 200 metri di distanza e il DS Active Scan Suspension, che ottimizza l'assetto in base alle condizioni della strada prima che essa venga effettivamente percorsa.

COMMENTI

  • A fronte di tanta tecnologia e cura dei dettagli, troviamo un semplice (per non dire banale) retrotreno a ruote interconnesse. Sarebbe stato opportuno montare il multilink della DS7, soluzione ottimale per il controllo delle oscillazioni, soprattutto in abbinamento alle sospensioni adattive. Inoltre sulla versione Cross sarebbe auspicabile la trazione 4x4 con il motore elettrico anche al posteriore, senza arrivare ai fatidici 300 cv. Una bella incompiuta!
  • Un po' Lexus-Inspired, dentro (nei pannelli porta e nel disegno della selleria per esempio) e fuori. Il che è un complimento ovviamente.
  • Beh, se queste sono le premesse allora sono molto fiducioso circa la rinascita di Lancia ed il rilancio di Alfa. Al di là della linea, che non mi dispiace affatto, rallegra il cuore vedere una certa cura del particolare... Lusso vero insomma, raffinatezza e buon gusto:premium. Finalmente.
  • Meglio DIETRO che davanti, aspetto di conoscere la scheda tecnica per valutare se è un'utilitaria imbellettata o una vera premium
  • Bella è bella... vedremo come la posizioneranno a livello di prezzi.
  • Non si può dire che è brutta!!
  • bella e aggressiva
  • Vabbè ormai si può definire coupè anche in Iveco Daily... comunque non è orribile
  • Si capisce bene perchè la direzione del design di Stellantis sia stata assegnata a Jean-Pierre Ploue
  • Molto bella ed aggressiva ricorma un po' le recenti Lexus ed un po' le flop cars Infiniti nella fiantaca, indubbiamente d'effetto sia dentro che fuori. Peró su una macchina modernissima così bisognava aver insistito con coraggio un po' di più sulla meccanica, i motori std almeno mild hybrid, il 3 cilindri é un ottimo motore sulle berline del gruppo PSA ma sui suv ha qualche leggera difficoltà (leggasi peugeot 3008 e 5008 con EAT8} a tenere il passo alla migliore concorrenza soprattutto in fatto di consumi, molto probabilmente un aiutino elettrico migliorerebbe il quadro generale.
     Leggi le risposte
  • Bella macchina! E ancora più bella questa dichiarazione letta sui siti in Francia PARIGI, 3 feb. (Reuters) - Stellantis, nata dalla fusione tra PSA e FCA, ha deciso di creare un "pool" che riunisca i marchi DS, Alfa Romeo e Lancia per lavorare insieme alla loro futura offerta nel premium "Ovviamente lavoreremo con tutti i brand del gruppo, sulle piattaforme (..) ma dovremo anche creare modelli specifici per i tre brand premium (..) il che significa che dovremo lavorare a stretto contatto con questi altri marchi ", ha detto Béatrice Foucher durante una conferenza stampa. PARIGI, 3 feb. (Reuters) - Stellantis, nata dalla fusione tra PSA e FCA, ha deciso di creare un "pool" che riunisca i marchi DS, Alfa Romeo e Lancia per lavorare insieme alla loro futura offerta nel premium "Ovviamente lavoreremo con tutti i brand del gruppo, sulle piattaforme (..) ma dovremo anche creare modelli specifici per i tre brand premium (..) il che significa che dovremo lavorare a stretto contatto con questi altri marchi ", ha detto Béatrice Foucher durante una conferenza stampa. PARIGI, 3 feb. (Reuters) - Stellantis, nata dalla fusione tra PSA e FCA, ha deciso di creare un "pool" che riunisca i marchi DS, Alfa Romeo e Lancia per lavorare insieme alla loro futura offerta nel premium "Ovviamente lavoreremo con tutti i brand del gruppo, sulle piattaforme (..) ma dovremo anche creare modelli specifici per i tre brand premium (..) il che significa che dovremo lavorare a stretto contatto con questi altri marchi ", ha detto Béatrice Foucher durante una conferenza stampa. PARIGI, 3 feb. (Reuters) - Stellantis, nata dalla fusione tra PSA e FCA, ha deciso di creare un "pool" che riunisca i marchi DS, Alfa Romeo e Lancia per lavorare insieme alla loro futura offerta nel premium "Ovviamente lavoreremo con tutti i brand del gruppo, sulle piattaforme (..) ma dovremo anche creare modelli specifici per i tre brand premium (..) il che significa che dovremo lavorare a stretto contatto con questi altri marchi ", ha detto Béatrice Foucher durante una conferenza stampa.
     Leggi le risposte
  • mi ricorda l'astra e la cx30: senz'altro bella, senz'altro poco francese. lo stesso vale per gli interni: appaiono molto belli, ma sono di un rigore che poco ha a che fare con quello delle sue sorelle. scontata l'assenza della trazione integrale, monta i motori disponibili nel gruppo
  • Devo ammettere che è la prima DS guardabile. Pic sarà contento.. ma comunque prevedo un grosso enorme flop.
     Leggi le risposte
  • Però non credo che svelarla con quasi 1 anno di anticipo dalla commercializzazione sia una buona idea...
     Leggi le risposte
  • Si comincia a ragionare...
  • E come al solito niente trazione integrale! Un SUV senza 4x4 a che serve?
  • Sì, il frontale fa veramente "severo" e cupo, la foto 25/28 sembra la macchina di un serial killer. Però foro 2/28..c'è un certo effetto wow. Bisogna vedere se come per certe Lexus con linee così decise dal vivo peggiora un pochino.
  • Cmq .. Molto bella da vedere dal vivo per apprezzarla meglio ma finalmente una DS piacevole. Quello che ne uccidera' le vendite saranno i prezzi folli. Potrei farci un pensierino onestamente.
  • Io ci trovo anche un po' di cupra formentor, però concordo che in questo caso, per la prima volta DS è riuscita a proporre un'auto gradevole.
     Leggi le risposte
  • In giro ho trovato il dato dell'altezza: 147cm. Se il dato è vero riesce ad essere più bassa della vecchia claustrofobica Gla, capisco le mode ma mi sembra che chiamarla Suv sia una gran forzatura.
     Leggi le risposte
  • Chapeau ....! E' proprio bella ..
  • direi che hanno la base di partenza per la prossima Lancia Delta
  • esteticamente mi piace, specie il posteriore, da vedere (non mi convince) il cruscotto lato passeggero così massiccio
     Leggi le risposte
  • Ohhh ecco, dagli e ridagli finalmente parrebbero aver trovato anche loro di DS una peculiare "più che accettabile" cifra stilistica che li contraddistingue. Dal mio punto di vista, opinabilissimo, ho criticato pesantemente praticamente tutti i modelli DS a partire dai rimarchiamenti o poco più delle Citroen di partenza (a partire proprio dall'idiozia fatta auto che era la prima DS4 e di cui questa nuova ne raccoglie il testimone nel segmento). Ma come dicevo qui il salto quantico, la maturità progettuale e stilistica sembrerebbe essere raggiunta, dopo le mal riuscite, diciamocelo, DS3 Crossback e la berlinona DS9, destinate all'insuccesso, diciamoci anche questo francamente. Ma questa nuova DS4 non mi dispiace affatto, anzi devo dire che mi piace proprio e spicca in un piattume di sigle, modelli e versioni che la concorrenza propone sempre della solita solfa (penso alla "piatta" Q3 o all' anonima e "monovolumesca" GLA... per non parlare della UX, che stilisticamente la ricorda pure un po' questa DS4... ma quella è stramba forte in verità... e per certi versi è più DS quella che non la nuova DS4 hahahaha...). Scherzi a parte, a sto giro han tirato fuori un bel pezzo i francesi... poi che venda o meno bene quello è un altro discorso. Diciamo che di suv-coupe premium non ne son rimasti moltissimi nel segmento C dopo che la GLA prima serie che aveva quella shilouette da coupè appunto ha lasciato spazio, con la nuova versione, ad un maritozza infarcito che sta più al monovolume che non al coupè. Poi c'era anche Infiniti, ai tempi, in ambito suv-coupè premium seg.C... adesso non più importato come marchio. Insomma, ripeto; a sto giro bravi bravi in DS... ed il posteriore lo trovo finanche emozionante, porschesco addirittura, quasi robotico ma in senso buono, aggressivo. Mi piace molto., grande personalità non fine a se stessa finalmente.
  • Un design che stanca subito. E le finiture saranno sempre quelle che sono.
  • Troppi "tagli" di lamiere, a mio parere. Quelli in basso alle porte non hanno senso, le luci sui parafanghi "a cascata" un inutile (e barocco) preziosismo... Molto meglio sarebbe stato un muso più pulito... Faccio mio un vecchio adagio estetico: "meglio una cosa in meno che una in più." A parte queste mie considerazioni personali, la trovo comunque interessante...
  • Bella, esternamente mi pare riprenda la linea della UX che si vede in home nell'articolo a lato..
  • Almeno in foto la trovo decisamente migliore degli altri modelli DS che si perdono in troppi fronzoli e arzigogoli di design.
  • Dopo la versioni china/barocco di vecchie versioni di q5 e a6 e quel cubetto di segmento B con una fiancata deforme venduto a prezzi premiumm, finalmente qualcosa di interessante esteticamente da ds. Crossover dinamico con design moderno piacevole e abbastanza personale, qualche esegerazione nei led e in alcuni particolari fuori luogo della fiancata rimangano va beh. Interni sicuramente bei fatti ma come plancia e navi mi sembrano stavolta un passo indietro. Peccato che da 3 anni psa propongono sempre gli stessi 2-3 motori senza mhev e senza aggiornamenti. Ripulita nel design e con motori "più degni" potrà diventare una bella giulietta
  • mah insomma. io di barocchismi ne vedo. tanti piccoli elementi stilistici, magari anche belli, ma tutti slegati fra di loro. per me il design pulito é un'altra cosa
  • dai che ci siamo. Niente pasticci, nè fuori nè dentro.Mi piacerebbe veder una foto del dietro.