Nuovi Modelli

Fiat
Torna la Ulysse, ora anche elettrica

Fiat
Torna la Ulysse, ora anche elettrica
Chiudi

La Fiat riporta nei listini la sigla Ulysse dopo un'assenza durata 11 anni. La gamma Professional si arricchisce in realtà di due modelli: oltre alla multispazio per il trasporto passeggeri, c'è infatti lo Scudo destinato all'uso professionale. Entrambe prevedono l'arrivo di una variante elettrica. I veicoli saranno prodotti nella fabbrica francese di Hordain, in Francia, e sono parenti stretti degli altri commerciali del gruppo Stellantis prodotti nello stesso sito industriale sulla piattaforma Emp2: Peugeot Expert e Traveller, Citroën Jumpy e Spacetourer e Opel Vivaro e Zafira Life. I modelli del Lingotto sono riconoscibili per il logo a lettere maiuscole sul frontale e per i dettagli specifici del design di gruppi ottici e paraurti.

Diesel oppure elettrica. La nuova Fiat Ulysse sarà proposta con tre varianti di passo (in configurazioni da sei a nove posti) e la gamma dei propulsori ricalcherà quella dei modelli da cui deriva. Pur in assenza di una scheda tecnica, è logico immaginare che le unità saranno quelle già note: 1.5 BlueHDi 120, 2.0 BlueHDi 140 e 180 e l'elettrico da 136 CV con batterie da 50 o 75 kWh. Le informazioni definitive saranno comunicate nel primo trimestre del 2022, quando l'Ulysse sarà disponibile sul mercato.

La storia del modello. La Fiat in passato ha prodotto due generazioni della multispazio: la prima dal 1994 al 2002 e la seconda fino al 2010. Figlie della tendenza dell'epoca, queste Mpv si ispiravano alla antesignana Renault Espace. L'Ulysse rappresentava già all'epoca un progetto condiviso con il gruppo PSA, con il quale la Fiat collaborava nel settore dei veicoli commerciali. Dallo stesso progetto derivarono infatti anche le Peugeot 806 e 807, le Citroen Evasion e C8, ma anche le Lancia Z e Phedra. 

COMMENTI

  • Caro Masi, ti informo che Fiat Ulysse e Lancia monovolume, non ricordo il nome che aveva, erano già prodotte in Francia, secondo l'accordo di produzione di quegli anni con PSA. Peraltro 8n Italia di producono ancora oggi in Val di Sanfro, alla SEVEL, i commerciali Peugeot e Citroën corrispondenti al Fiat Ducato. Prima di sentenziare, informatevi. Inoltre, l'ultimo stabilimento italiano di Fiat chiuso fu quello siciliano di Termini Imerese, dove si produceva la Lancia Ypsilon fino a parecchi anni fa. Da allora nulla exststocchiuso mentre estero aperto quello di Grugliasco per produrre le Maserati. Comprate auto italiane prodotte in Italia, e gli stabilimenti resteranno aperti. Semplice, no?
  • Ottimo. PSA produce in Francia con il logo FIAT: quale sarà il prossimo stabilimento FIAT a chiudere in Italia ?