Nuovi Modelli

McLaren
L'Artura GT4 è pronta a scendere in pista

McLaren
L'Artura GT4 è pronta a scendere in pista
Chiudi

La McLaren presenterà al Goodwood Festival of Speed l'Artura GT4 destinata ai clienti sportivi. La vettura andrà a sostituire l'attuale 570S GT4 e sarà omologata per le competizioni della stagione 2023: il prezzo non è stato ancora comunicato e sono in corso gli ultimi test di sviluppo per la delibera della configurazione definitiva.

100 kg in meno con il nuovo V6. La GT4 deriva dalla Artura stradale, rispetto alla quale è stata rimossa la parte elettrificata del powertrain. La vettura può quindi contare sul solo V6 biturbo, che offre una risposta ancora più pronta rispetto al precedente V8 e un consumo inferiore, ma soprattutto consente di abbassare di 100 kg il peso rispetto alla 570S GT4, e di oltre 130 kg rispetto alla versione stradale. Lo spazio lasciato libero nella monoscocca di carbonio è stato utilizzato per il serbatoio di sicurezza da 110 litri e per altri accessori, in modo da mantenere basso il baricentro. 

2022-mclaren-artura-gt4-04

Cambio dedicato, aerodinamica più efficace. Il motore è abbinato ad una specifica centralina Bosch Motorsport, mentre il cambio automatico sette marce è specifico per la GT4 ed è dotato di elettronica di controllo dedicata, rapporti più corti e differenziale autobloccante meccanico. L'adozione dell'otto marce di serie non sarebbe stata possibile perché è assente la retromarcia, attuata su strada con il motore elettrico. Il pacchetto aerodinamico con appendici fisse è stato studiato in funzione dei regolamenti FIA della categoria GT4. I valori di downforce sono superiori rispetto alla 570S GT4 e l'ala posteriore è regolabile su sette posizioni, per adattarsi alle varie tipologie di circuito. L'assetto prevede carreggiate anteriori allargate, nuove canalizzazioni di raffreddamento dell'impianto frenante da competizione e regolazioni dedicate delle sospensioni in funzione dei pneumatici slick Pirelli. Il guidatore può contare sull'Abs e il controllo di trazione regolabili con specifiche racing.

Anche spazio e confort hanno la loro importanza. L'abitacolo risulta più accessibile rispetto al passato: un elemento chiave, soprattutto nelle gare di durata dove è cruciale anche il tempo impiegato per il cambio pilota. Dalla sorella maggiore 720S GT3 sono stati ripresi il sedile, la pedaliera regolabile e il volante multifunzione illuminato collegato alla strumentazione Bosch DDU. 

COMMENTI