Nuovi Modelli

Chrysler
Dopo la Airflow, in arrivo la 300 elettrica

Chrysler
Dopo la Airflow, in arrivo la 300 elettrica
Chiudi

Poco è stato reso noto, a oggi, sull'evoluzione del marchio Chrysler. Il gruppo Stellantis mantiene un certo riserbo ma, secondo alcune indiscrezioni raccolte negli Stati Uniti, è ormai certo l'arrivo di un secondo modello elettrico. La concept Airflow diventerà una vettura di serie e aprirà la strada alla conversione elettrica della brand. Che nei piani sembra aver previsto anche il ritorno della classica berlina 300.

800 km di autonomia. La Chrysler 300 potrebbe debuttare nel 2026 e, anche per lei, è previsto lo storico passaggio alla propulsione elettrica, sfruttando la piattaforma modulare Stla Large e la tecnologia ad 800 Volt per le batterie, da oltre 100 kW, che permetteranno di raggiungere un'autonomia dichiarata di 800 km. La 300 dovrebbe avere molte similitudini con le future muscle car elettriche della Dodge e le potenze potrebbero superare i 1.000 CV sulle versioni più estreme.

Dalla piattaforma del 2005 all'elettrica del 2026. Se davvero la Chrysler decidesse di confermare la 300, si tratterebbe di un un salto quantico nella gamma: la attuale berlina, infatti, è sul mercato addirittura dal 2011 ed è ancora dotata di componenti derivate dal progetto del 2005, sviluppato sotto il controllo della Daimler. La 300 è tuttora a listino negli Stati Uniti insieme alla monovolume ibrida Pacifica e offre la scelta tra i motori V6 3.6 Pentastar e V8 5.7 Hemi. 

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Chrysler - Dopo la Airflow, in arrivo la 300 elettrica

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it