Primo contatto

Toyota Yaris Hybrid
Le nostre impressioni di guida

Toyota Yaris Hybrid
Le nostre impressioni di guida
Chiudi

L'ibrida allo stesso prezzo della diesel: 17.500 euro. È grazie a questo listino così aggressivo - 1.500 euro in meno della rivale Honda Jazz - che la Toyota conta d'immatricolare un'ibrida ogni cinque Yaris che venderà in Europa, cioè 40.000 Yaris Hybrid l'anno.

Brucia solo se serve. Il punto forte della Yaris Hybrid, comunque, non dovrebbe tanto essere il prezzo d'acquisto, quanto piuttosto il costo di gestione contenuto. La Casa dichiara consumi di 3,5 litri di benzina ogni 100 km (ed emissioni di CO2 di 79 g/km), anche se nel nostro giro di prova su percorso misto il computer di bordo ha segnato 4,6 litri/100 km. Il motore a benzina sta molto spesso spento (la Casa sostiene addirittura per due terzi del tempo) perche "la piccola Toyota sfrutta l'unità elettrica a basse velocità e non appena si stacca il piede dal gas".

Tre stili di guida. La Yaris Hybrid, infatti, sfrutta una versione ridimensionata del sistema ibrido HSD divenuto famoso sulla Prius. Un motore a benzina di 1.5 litri da 74 CV è abbinato a un motore elettrico da 61 CV, per una potenza combinata di 100 CV. Non pochi, ma in accelerazione e in ripresa la piccola Toyota non è molto pronta: se ci si immette in autostrada o se si effettua un sorpasso, bisogna accertarsi di avere abbastanza spazio per effettuare la manovra, perché affondare il piede sull'acceleratore non provoca grandi scatti. Soprattutto se si imposta l'opzione Eco Mode, tramite un tasto posizionato in basso, alla base della leva del freno a mano: il sistema, oltre a cambiare la gestione della climatizzazione, normalizza gli impulsi del guidatore, evitando le accelerazioni brusche.

Comportamento cristallino. Del resto, questa è un'auto pensata per una guida rilassata, ed è proprio sui percorsi urbani e nel traffico che il carattere della Yaris Hybrid si fa apprezzare di più. È silenziosa e maneggevole e può anche entrare nelle zone a traffico limitato di molte città europee grazie alla possibilità di muoversi in modalità puramente elettrica. A fianco del tasto Eco Mode, infatti, c'è anche l'EV: ci si può muovere senza accendere il motore termico per circa due chilometri e fino a una velocità massima di 50 km/h; dopo, il motore a benzina s'avvia automaticamente. Il comportamento istantaneo del sistema ibrido è sempre sotto gli occhi del guidatore grazie alla spia "EV" e allo strumento circolare (posizionato a sinistra del tachimetro), la cui lancetta indica se in quel momento si sta recuperando energia (quando si toglie il piede dall'acceleratore), se si sta viaggiando in modalità "parsimoniosa" o se si sta chiedendo al sistema molta potenza. L'indicatore è intuitivo e permette di gestire acceleratore, rilascio e freno con maggiore consapevolezza, a tutto beneficio dei consumi.

Seduti sulle batterie. Sulla Yaris Hybrid si viaggia confortevolmente. Il volante si regola in altezza e in profondità, il sedile è comodo e, complice l'asseyto morbido, non affatica la schiena neppure dopo qualche ora a bordo. Peccato che la cintura di sicurezza non si possa regolare in altezza. Il bagagliaio non varia rispetto a quello delle versioni tradizionali (286 litri), e nemmeno gli spazi nell'abitacolo, perché la batteria è posizionata sotto i sedili posteriori: la progettazione di questo vano ha comportato per la Yaris, anche nelle classiche versioni a benzina e diesel, la rinuncia alla panchetta scorrevole. Rispetto al modello classico variano il frontale, con una bocca inferiore più grande, le luci (qui a Led), il sottoscocca (più carenato, per un Cx di 0,286) e la massa complessiva (1.120 kg).

Commercializzazione a settembre. La Yaris Hybrid è prodotta a Valenciennes, in Francia, e si potrà prenotare a partire da giugno nei tre allestimenti Lounge, Lounge+ e Style. Su tutti, di serie oltre all'imprescindibile cambio automatico, ci sono sette airbag, il climatizzatore automatico bizona, le luci diurne a Led, l'assistenza alla partenza in salita e la telecamera posteriore. Il tutto, come dicevamo all'inizio, a 17.500 euro, esattamente lo stesso prezzo della Yaris 1.4 D-4D a parità di porte (cinque) e di allestimento (il Lounge). Le consegne inizieranno a settembre, mentre per il listino dettagliato basterà aspettare qualche giorno.

Da Amsterdam, Claire Bal

COMMENTI