Dopo le critiche ricevute per i ritardi con cui Toyota ha deciso il maxirichiamo del pedale acceleratore, stavolta il costruttore giapponese ha deciso di giocare d'anticipo, annunciando un problema alle molle valvola di alcune Lexus V6 e V8. Secondo la Casa, il materiale delle molle potrebbe contenere impurità legate a anomalie del processo produttivo e ciò potrebbe tradursi nel cedimento delle molle stesse. Di conseguenza, il motore potrebbe perdere potenza, girare irregolarmente e diventare più rumoroso e nei casi peggiori anche fermarsi.

Sono potenzialmente difettose le IS 350, GS 350, GS 460, GS 450h, LS 460 e LS 600h L: si tratta complessivamente di 270.000 vetture vendute nel mondo. In una nota pubblicata sul suo sito internet dedicato al mercato nordamericano, Lexus ha precisato che i modelli attualmente in vendita sono esenti dal difetto e che sta sviluppando una soluzione e appena possibile la metterà a disposizione, il che significa che a breve richiamerà le vetture potenzialmente difettose.