Anteprima

Maserati GranTurismo
Termica, elettrica, classica, futuristica: la nuova vita della coupé

Maserati GranTurismo
Termica, elettrica, classica, futuristica: la nuova vita della coupé
Chiudi

Due anni e mezzo. Tale è il periodo di latenza tra la scomparsa dai listini della vecchia Maserati GranTurismo e l’arrivo previsto della nuova generazione: la coupé 2+2 modenese è quasi pronta al debutto, in calendario nel primo semestre del 2023. L’attesa dovrebbe essere ampiamente ripagata: la rentrée sarà in pompa magna, con una macchina nuova dal foglio bianco che, nella variante Folgore, assumerà il ruolo storico di apripista della trazione elettrica nella gamma del Tridente. Ecco, dunque, la nostra ricostruzione, completa di tutte le informazioni e indiscrezioni che siamo riusciti a raccogliere.

2022-Maserati-GranTurismo-rendering-02

Lanci in contemporanea. La nuova GT, che verrà ingegnerizzata a Modena e prodotta a Torino nell’impianto di Mirafiori, è insomma un modello importantissimo, perché farà compiere alla Casa emiliana un salto nel futuro proprio grazie all'esordio assoluto dell'alimentazione elettrica che andrà ad affiancarsi a quella termica quasi subito (si parla di uno scarto non superiore a un paio di mesi), contrariamente a quanto previsto per la MC20 e per la Grecale, le cui versioni Folgore sono state messe in calendario a quasi un anno di distanza dall’arrivo a listino dei modelli a combustione.

Taglia importante, ma più slim e più light. Il nome GranTurismo è confermato. Lo ha anticipato la stessa Maserati, quando ha svelato alcuni scatti dei prototipi impegnati nei test. E proprio da questa base camuffata siamo partiti per realizzare le nostre ricostruzioni. Da quel che s'intuisce, la GT 2023 potrebbe avere ancora una taglia forte, ma un po' più “slim” di quella del modello uscito di scena, (basato sulla piattaforma della berlina Quattroporte, era lungo 4,88 metri, con un passo di 2,94). È possibile che la nuova resti sotto i 4,80 metri, adottando inoltre un nuovo pianale di alluminio – e non quello della MC20, che è unico, con la sua scocca di fibra di carbonio – predisposto per i motori termici e, ovviamente, per l'elettrico puro.

2022-Maserati-GranTurismo-rendering-03

Carica di cavalleria. La potenza della GranTurismo 2023 a batteria potrebbe superare i 700 cavalli, con velocità massima attorno ai 300 km orari e lo “zero-cento” fulminato in circa due secondi. Lo schema prevederà un motore a corrente all'avantreno e due al retrotreno, in grado di assicurare un torque vectoring fine e preciso. Ci si affiderà, poi, al miglior corredo tecnico possibile, a partire dal sistema di bordo a 800 volt, per offrire prestazioni elevate e durevoli, tempi di ricarica ultra-rapidi e un'autonomia non apprensiva. E si potrà contare pure su inverter di ultima generazione più rapidi.

2022-Maserati-Granturismo-001

Alla ricerca dell’equilibrio. Quanto alla batteria, ci aspettiamo una capacità di poco superiore ai 100 kWh. L’obiettivo dei progettisti è stato quello di trovare un buon compromesso tra prestazioni, peso e autonomia, ben sapendo che dovevano sviluppare una vettura sportiva, ma anche obbligata a garantire percorrenze elevate in virtù della sua natura di granturismo, routière per definizione. Non si sa molto, a oggi, su dove gli accumulatori verranno posizionati: non è da escludere uno schema a T, fra tunnel e retrotreno, soluzione che comporterebbe un baricentro favorevole e una ripartizione delle masse quasi fifty-fifty tra i due assi. L'elettrico non deve però farci dimenticare la gamma a benzina, anch'essa nuova e derivata dal V6 Nettuno.

Tra classico e moderno. La carrozzeria della GranTurismo, elegante e sinuosa 2+2 (la formula non dovrebbe cambiare), presenterà superfici tese e fluide, senza orpelli o citazioni troppo estreme. Con parafanghi avvolgenti, ma forse un po' più asciutti di prima. In particolare, la sezione anteriore dovrebbe riprendere gli elementi principali già proposti dalla MC20: il cofano spiovente, la calandra bassa ellissoidale e i gruppi ottici "tagliati" in verticale. Mentre in coda le luci dovrebbero mostrare un marcato sviluppo orizzontale: un mix ideale tra classico e moderno. Stiamo pur sempre parlando di una due porte Maserati, che dovrà contemperare la contemporaneità con quella sportività raffinata che ne costituisce da sempre una cifra stilistica invidiataci da tutto il mondo.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Maserati GranTurismo - Termica, elettrica, classica, futuristica: la nuova vita della coupé

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it