Concept

Spice-X
Nuove foto della monoposto elettrica

Spice-X
Nuove foto della monoposto elettrica
Chiudi

Dopo il debutto della Spice-X al Salone di Torino, la piccola sportiva elettrica ideata e costruita in Piemonte potrebbe evolversi diventando anche una due posti. Il prototipo presentato all'inizio di giugno era progettato per correre gare in salita e per scendere in pista proponendo costi di utilizzo estremamente ridotti ma le tre aziende che hanno sviluppato il progetto, Mastery Design, Performance Car e AM Costruzione Modelli, hanno iniziato a studiare un'evoluzione a due posti ancor prima di portare al debutto in pista la monoposto.

330 o 450 Volt. Le linee scolpite dall'aerodinamica nascondono un telaio tubolare realizzato con materiali non nobili con l'obiettivo di contenere i costi di acquisto e di utilizzo: il prezzo previsto sarà compreso tra i 150 e i 200 mila euro. Lunga solo 3.827 mm, la Spice-X pesa solo 600 kg, è alta 1,11 metri, larga 1,69 metri e dispone di una cupola che, oltre a migliorare l'aerodinamica, copre l'abitacolo proteggendo il pilota. A livello tecnico sono previste due differenti versioni, da 330 o da 450 volt: entrambe saranno dotate di due motori elettrici da 30 kW montati sull'asse posteriore e disporranno, rispettivamente, di una coppia massima di 160 o 250 Nm. La leggerezza costruttiva della monoposto le permetterà di raggiungere, nella versione più performante, i 100 km/h da fermo in 3,5 secondi (alla 330V ne serviranno 3,8) e di toccare una velocità massima di 210 km/h (160 nella versione d'ingresso) grazie a un cambio automatico a tre rapporti.

COMMENTI