L'ultimo esempio è quello della Ferrari, che per l'erede della California T ha scelto il nome Portofino. Ma c'è anche il caso, forse il più noto, della Seat, che ha dato il nome a moltissimi dei propri modelli prendendolo in prestito da città spagnole. E chi non ricorda l'Alfa Romeo Montreal, la Ford Gran Torino o la Opel Monza? Insomma, tra le mille facce del naming (arte complicata che coinvolge interessi e professionalità a non finire) c’è anche questo aspetto: quello delle auto che ricavano (o ricavavano) la propria denominazione dalla geografia: più spesso da centri urbani, ma a volte anche da catene montuose, nazioni, località. Ecco un po’ di esempi di toponomastica applicata alle macchine. Ne ricordate altri? Fatevi sotto…