Foto spia

Renault Mégane eVision
Avvistati i prototipi della crossover elettrica

Renault Mégane eVision
Avvistati i prototipi della crossover elettrica
Chiudi

Un prototipo della Renault è stato fotografato per la prima volta in Scandinavia alle prese con i collaudi: si tratta con ogni probabilità della versione di serie della Mégane eVision, presentata nell'ottobre scorso come concept e attesa sul mercato già alla fine del 2021.

2021-renault-mégane-eVision-spy-03

La crossover elettrica che reinventa la Mégane. Si tratta di un modello cruciale per la Casa francese, indicato da Luca De Meo come un punto di riferimento sotto diversi aspetti: per le forme da crossover, che sostituiscono quelle della cinque porte classica offrendo più spazio a fronte di una minore lunghezza; per la piattaforma Cmf-Ev, specifica dei modelli elettrici; e per il design, che inaugura un nuovo corso stilistico. Il prototipo immortalato in queste foto spia appare molto simile alla concept e mostra un assetto leggermente rialzato, i passaruota sagomati e un taglio piuttosto netto della coda, con sbalzi contenuti e ruote di grande diametro. Lo sportello di ricarica sul parafango destro non è nascosto alla vista, mentre lo sono i gruppi ottici anteriori e posteriori, che sulla concept Mégane eVision sono stati ridisegnati da Laurens Van den Acker. Il logo della Renault sul frontale c'è, ma non si vede, con la losanga coperta dalle pellicole. 

2021-renault-mégane-eVision-spy-04

60 kWh per 217 CV. Per la Mégane eVision, la Renault ha annunciato batterie da 60 kWh e un motore singolo da 217 CV con possibilità di ricarica a 130 kW: si tratta di valori coerenti con quelli della "sorella" Nissan Ariya che presto arriverà sul mercato. Dalla crossover giapponese dovrebbero essere riprese anche le opzioni di connettività, pensate in funzione dell'autonomia.

COMMENTI

  • io spero che qualche offerta "bassa" rimanga... anche perché già l'autonomia delle elettriche nei lunghi percorsi è un problema, se poi mi fai una superficie frontale da furgone la cosa peggiora...
  • Brutto periodo per le classiche auto di seg. C. Nessuna casa è in grado di contrastare l'emorragia di clienti che si rivolgono sempre più spesso o al segmento immediatamente inferiore costituito dai SUV su base seg.B o ai SUV derivati dalle stesse. Anche mostri sacri come la Golf non se la passano bene. Buona l'idea di tornare sul mercato con una nuova Mégane leggermente rialzata e ruote di grande diametro. Credo che potrebbe essere una diretta concorrente della nuova C4, più rifinita e meno estrema.