Foto spia

Maserati Grecale
La Suv sorpresa in autostrada da un nostro lettore - VIDEO

Maserati Grecale
La Suv sorpresa in autostrada da un nostro lettore - VIDEO
Chiudi

Proseguono i collaudi della Maserati Grecale. Dopo le foto spia scattate circa un mese fa, un prototipo della sorella minore della Levante è stata immortalata da Ugo Solinas (un nostro lettore) sull’autostrada A1, più precisamente nel tratto tra Firenze e Bologna.

Si nasconde ancora. Il muletto è ancora avvolto dall’ormai iconica camuffatura blu e nera, che nasconde alcune protezioni posizionate strategicamente per nascondere le linee dell’auto. Gli unici elementi chiaramente visibili da questi scatti sono i sottili gruppi ottici a Led posteriori, la finestratura laterale e le maniglie a scomparsa, simili a quelle della MC20. Complessivamente, la vettura presenta delle proporzioni che ricordano molto quelle dell’Alfa Romeo Stelvio, con cui la sport utility del Tridente condivide la piattaforma Giorgio, che però avrà delle tarature specifiche e ricorrerà a motori diversi rispetto a quelli del Biscione. Le dimensioni saranno dunque da Suv di segmento D, con una lunghezza che si aggirerà attorno ai 4,70 metri.

Maserati Grecale: i collaudi in autostrada

Nuovi terminali di scarico. L’unico dettaglio che sembrerebbe essere diverso rispetto ai prototipi avvistati in precedenza si trova nella parte inferiore del paraurti posteriore: questo muletto, infatti, è caratterizzato da quattro terminali di scarico circolari, mentre gli altri esemplari ne avevano solo due di forma squadrata. Ciò potrebbe indicare che questa Grecale in particolare sia la versione più sportiva, magari la Trofeo, che potrebbe essere spinta dal nuovo propulsore portato al debutto dalla MC20: il V6 biturbo Nettuno. Se confermata, questa variante si dovrebbe posizionare al vertice della gamma, sopra alle ipotetiche motorizzazioni elettrificate: quest’ultime dovrebbero essere costituite dal quattro cilindri 2.0 turbo mild hybrid già visto su Ghibli e Levante, ma non è da escludere che la Maserati possa aver ulteriormente evoluto questo motore per proporlo anche in versione ibrida plug-in. Pare, inoltre, che la Casa di Modena intenda offrire anche una variante 100% elettrica della Grecale, che dovrebbe arrivare sul mercato solo in un secondo tempo.

COMMENTI

  • Per giudicare l'auto bisogna aspettare che sia presentata. Tuttavia, il problema di FCA, non è la competenza tecnica, gli ingegneri, che ci sono e sono eccellenti, ma è il management che tarpa le ali a ciò, con una gestione aziendale demenziale.
  • Avevo scritto una replica a Bond ma vedo che è scomparsa. il sito web funziona sempre peggio e il "bello" della questione (si fa per dire), è che il direttore Pellegrini ed Edidomus puntano su questo strumento per diffondere la punta di diamante del lavoro della redazione, cioè la sezione Premium...
  • La Stelvio su strada è da tempo considerata la migliore delle Suv (Urus esclusa) la Grecale parte da una base di eccellenza e pertanto dovrebbe essere un modello di assoluta qualità
  • Qui ci sono personaggi che già danno sentenze negative di vario tipo senza averla vista non solo fuori ma anche dentro,senza averla toccata con mano e guidata su strada,senza conoscere le versioni,dotazioni e prezzo reali.
  • condivido ogni parola
  • Non sono mai stato teneto con la ex FCA ora Stellantis criticando sempre aspramente tante scelte fatte sui vari marchi. Non mi sembre però corretto bocciarla quando è ancora non del tutto rivelata. Se Audi e BMW vendono SUV fotocopiati allungadoli ed allargandoli non vedo perchè Maserati non potrebbe vendere anche questa. Il discorso è semplicemente e in modo molto complesso legato alla percezione che ne avrà il cliente. E' un prodotto che appaga ? Ti rende riconoscibile? Rappresenta uno status? E' o diventarà di moda nella nicchia di appartenenza? Se si avvereranno alcune di queste condizioni andrà bene. Non credo proprio che gli acquiranti tipo sappiano cos'è un V6 biturbo Nettuno come non su cosa si siedeno quando acquistano una Macan. Il mondo è fatto di consumatori non di intenditori. Se fosse cosi alcune doti della Giulia in termini di guida l'avrebbero portata a scalare qualche gradino in più nelle vendite
     Leggi le risposte
  • Vin per semplifiicare la cosa, a livello di differenza estetica macanVSq5 sono come 500xVSrenegade, quindi non si vede base comune. Qui si avrà invece una differenza come atecaVSKaroq quindi non più di tanto, anche se la mascherina maserati farà molto. Come si vede anche dai proto la vera differenza con alfa saranno Interni finalmente tecnologici stile ultima gran cherokee, non da premium del 2010 come stelvio/giulia
     Leggi le risposte
  • Alla fine i nodi arrivano al pettine. Il problema di Fiat, e dell'auto italiana di questi tempi, è l'anonimato stilistico. L'auto che dovrebbe rilanciare Maserati è una Stelvio con la calandra "alla modenese". Non ci sono idee. Da qui la grande confusione su che collocazione dare nel gruppo a questi 2 marchi e soprattutto sul mercato. Perché dovrei spendere 15k euro in più per una Grecale se è pari pari una Stelvio?? Anche se Bond non mi darà mai ragione, stesso problema si verificherà con la prossima Tonale che è di un anonimato disarmante. Per fortuna Tavares ha ingaggiato per Alfa Romeo uno che sembrerebbe aver capito cosa vuole il cliente tipo. Se dal punto di vista tecnico la scuola italiana non è seconda a nessuno, lo stesso non si può dire a livello di design che da 20 anni latita parecchio.
     Leggi le risposte
  • Esattamente Danny, la Grecale arriverà sul mercato con discreto ritardo, ma come noto la gestione precedente della FCA non aveva come obbiettivo produrre business attraverso le automobili, il fine era tagliare tutte le spese tagliabili e vendere tutti i pezzi di azienda vendibili per riportare i bilanci in bolla, in modo da potersi presentare pulita e profumata alla seduta di "speed date" per rimediare un partner che potesse trainarla nella strada futura...
  • Al Sig. Leo. Depreco anch'io il Matrioskismo imperante in tanti marchi. Si fonda sul Voglio ma non poss-ismo, e' una pugnalata ai centri stile, riduce il piacere di vedere cose diverse quando guardiamo le strade. Se di copia ed incolla, tranne fari e maniglie si tratta, allora potevano farla uscire 2-3 anni fa. Sempre tardi, sempre troppo tardi.
  • Non vorrei lanciarmi in ipotesi troppo affrettate ma da quel che si vede sembrerebbe un operazione di "sorellaggio" al risparmio, dove la secondogenita somiglia fin troppo alla prima, il posteriore sembra proprio quello della Stelvio in un'operazione "copia&incolla Matrioska" tanto cara a Pic quando parla di VW. Niente a che vedere insomma con quanto fatto con Q5/Macan che qui nel blog auspicavamo si potesse ripetere anche in casa ex FCA. ........ Ma magari poi alla presentazione ufficiale sarà molto diversa e ci stupirà tutti, chissà.....