Industria e Finanza

Seri Industrial
Sbloccati i fondi pubblici per la "gigafactory" di Teverola

Seri Industrial
Sbloccati i fondi pubblici per la "gigafactory" di Teverola
Chiudi

È stato pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale il Decreto Interministeriale che rende operativo un fondo da circa 1,7 miliardi di euro a sostegno della realizzazione di progetti Ipcei (acronimo di Important Projects of Common European Interest, ossia "progetti importanti di comune interesse europeo"). Tra questi figura la costruzione di una “gigafactory” per la produzione di batterie nell’ex stabilimento della Whirlpool a Teverola, in provincia di Caserta.

I progetti Ipcei. Il fondo, istituito e gestito dal Ministero dello Sviluppo Economico, andrà ora a finanziare diverse iniziative che “rientrano tra le catene del valore strategiche, individuate dalla Commissione europea sulla base della loro capacità di generare innovazione tecnologica, migliorare i prodotti e i processi di produzione, nonché favorire una crescita economica sostenibile”. In particolare, si punta a sostenere i progetti di imprese italiane coinvolte in attività di ricerca, sviluppo e innovazione, ma anche quelle connesse alla prima applicazione industriale, nei settori della microelettronica, delle batterie e del calcolo ad alte prestazioni. Nel solo campo degli accumulatori, le risorse saranno destinate alla promozione di attività finalizzate a ricerca e sviluppo nelle materie prime e nella produzione di celle, moduli e sistemi di accumulo su larga scala per l'industria italiana ed europea.

L’iniziativa di Seri Industrial. La Seri Industrial, tramite la controllata Fib, ha presentato un progetto, già approvato in sede comunitaria, che prevede investimenti per 505 milioni di euro (interamente finanziati con contributo a fondo perduto) per la realizzazione di una gigafactory e per il completamento del programma di ricerca, sviluppo e industrializzazione di celle, moduli e batterie al litio di nuova generazione e del programma per il riciclo degli accumulatori a fine vita. L’azienda campana, nonostante il ritardo nella pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale causato da un processo di verifica della Corte dei Conti più lungo del previsto, conta di completare i lavori di costruzione entro il 2023, per poi avviare le produzioni alla massima capacità produttiva entro il primo semestre 2024.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Seri Industrial - Sbloccati i fondi pubblici per la "gigafactory" di Teverola

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it