Industria e Finanza

Hyundai
Alla scoperta della fabbrica di Nosovice

Hyundai
Alla scoperta della fabbrica di Nosovice
Chiudi

Capita di trovarsi in una fabbrica d'auto. Capita di essere a bordo di un trenino elettrico per visitatori condotto da una donna. Sì, una delle tante che lavorano nello stabilimento Hyundai a Nosovice. Repubblica Ceca. Ai confini con Polonia e Slovacchia. Sono 3.500 i dipendenti, il 96% di cittadinanza ceca, che su tre turni lavorano cinque giorni alla settimana nella fabbrica europea della Casa coreana. Età media 30 anni. Il 18% costituito da donne. In totale sono 10.500 i posti di lavoro generati dalla Hyundai e 47 milioni di euro il totale delle retribuzioni al personale dello stabilimento. Capita poi che, tra l'andirivieni di vagoncini che trasportano componenti meccaniche e l'attività frenetica dei robot che assemblano con grazia parti di carrozzeria l'audio-guida snoccioli altri dati interessanti.

Una vettura al minuto. Dalle linee di produzione esce un'auto ogni minuto. Sessanta all'ora. 1.300 al giorno. Cinque i modelli prodotti. La compatta i30 in tre varianti di carrozzeria (a tre, a cinque porte e station wagon), la monovolume ix20 e la Suv ix35. Sono oltre 300.000 le vetture prodotte in un anno. Per ora. Già perché si punta ad arrivare a "confezionare" 66 auto all'ora. Questo non lo dice l'audio-guida, ma con un non celato orgoglio Petr Vanek, portavoce e membro del consiglio d'amministrazione di Hyundai Motor Manufacturing Czech. Il manager ceco fa anche sapere che lo stabilimento di Nosovice ha un fatturato annuo di 3,2 miliardi di euro e, grazie a 1,3 miliardi di acquisti di componenti e accessori da fornitori europei ogni anno e oltre 7.000 persone che costituiscono l'indotto, contribuisce in modo significativo alla crescita economica della regione.

L'alleanza con la Kia. A Nosovice, lo scorso maggio è stata costruita la milionesima vettura, una i30, da quando è iniziata ufficialmente la produzione il 3 novembre del 2008. In cinque anni la quota di mercato della Hyundai in Europa è raddoppiata, passando dall'1,8 al 3,5 %. Nosovice rappresenta il cuore dell'impegno Hyundai in Europa tanto è vero che gli stabilimenti in Turchia (Izmit) e in Repubblica Ceca producono complessivamente il 70% delle auto commercializzare nel Vecchio Continente. Da non dimenticare, poi, che dal vicino impianto Kia di Zilina, a circa 100 chilometri di distanza da Nosovice, giungono motori e componenti in nome dell'alleanza fra le due case coreane.

L'altra faccia dell'auto.  E così, in Moravia, lussureggiante regione della Repubblica Ceca, dove capannoni industriali di recente costruzione si alternano a campi da golf che richiamano schiere di giocatori provenienti da tutta Europa, c'è l'altra faccia dell'auto. Quella dei coreani di Hyundai Motor Group (con Kia) per i quali la crisi dell'auto sembra lontana.Loro tirano diritto e investono. Cinque milioni e mezzo di euro nel nuovo centro prove presso la celebre pista tedesca del Nürburgring che sarà completato entro fine agosto e rientra nella strategia europea per elevare qualità e performance delle vetture ai massimi livelli. In programma poi, quote destinate all'ammodernamento delle linee di montaggio dello stabilimento turco di Izmit da cui uscirà la nuova generazione dell'utilitaria i10 fin'ora costruita in India e alla partecipazione nel 2014 al campionato mondiale dei rally.

Da Nosovice (Repubblica Ceca), Emanuele Sanfront

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Hyundai - Alla scoperta della fabbrica di Nosovice

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it