Eco news

Patente speciale
Quel joystick che rende liberi

Patente speciale
Quel joystick che rende liberi
Chiudi

Ha il sorriso soddisfatto di chi ha superato una grande prova e stringe tra i denti la sua nuova patente, una B speciale, proprio come fa un atleta dopo aver vinto una medaglia d'oro. Andrea Lo Niglio, 49 anni, catanese d‘origine ma milanese d’adozione, da pochi giorni, insieme a quel tesserino rosa ha riconquistato anche la libertà.

La sua storia, come quella di coloro che si sono trovati a combattere la sua stessa battaglia, comincia con un incidente: nove anni fa, un furgone gli taglia la strada mentre è in sella a una moto, provocandogli la paralisi delle gambe e del braccio sinistro. La riabilitazione è lunga e la prospettiva di rimettersi al volante, in quelle condizioni, impensabile, tanto che Andrea acquista un Fiat Doblò modificato per il suo trasporto.

Ritorno alla guida. Nel 2012, però, il Centro Protesi Inail, iniseme alla sede Inail di Milano Porta Nuova, gli propone un percorso di ritorno alla guida. “Non sarà facile”, gli dicono, “ma ce la puoi fare”. E lui, che da sempre nutre una viscerale passione per le auto, di forza di volontà ce ne mette tanta. Si sottopone ai test di idoneità e, grazie al personale specializzato in allestimenti per la mobilità del Centro di Budrio, cerca una soluzione idonea alle sue esigenze. I tecnici studiano il suo caso, considerando tutte le possibilità che la tecnologia oggi offre, e mettono a punto un progetto utilizzando il joystick Space Drive 2 a quattro vie dell'azienda tedesca Paravan. Con una sola mano, tramite quella leva, si gestiscono sterzo, acceleratore e freno, mentre i comandi ausiliari, dalle frecce all’accensione delle luci, sono ad attivazione vocale (forniti da Guidosimplex). Viene individuato il mezzo più adatto alla trasformazione, un Volkswagen Multivan T5, che dopo l'acquisto viene spedito in Germania per l’allestimento.

L’omologazione attesa. Un passaggio obbligato, l’espatrio con annessa reimmatricolazione, visto che questo adattamento in Italia non ha ancora ottenuto l’omologazione da parte del ministero dei Trasporti. La si attende da anni, potrebbe arrivare a breve. Lo sperano in molti, per poter rendere più accessibile una trasformazione che oggi è estremamente costosa, tanto che nel nostro Paese se ne contano una manciata.

Esemplare unico. L’allestimento del van di Lo Niglio, infatti, essendo un esemplare pressoché unico, ha richiesto quasi 80.000 euro (escluso il costo del mezzo): oltre alla leva, infatti, il veicolo è dotato di pedana sollevatrice che consente di arrivare direttamente al posto di guida (o di mettersi in quello del passeggero, rimuovendo e riposizionando i sedili originali) e di una carrozzina speciale. L'intera spesa di allestimento è stata sostenuta dall’Inail, perché Andrea si è infortunato mentre tornava dal lavoro.

Esercitazioni quotidiane. Al ritorno in Italia del van si termina l'opera con i dispositivi per l'accessibilità (grazie ad ausili di Guidosimplex e AMF) e comincia la parte di training: Andrea si esercita prima con l’aiuto dei tecnici dell’Inail e prende via via confidenza con il sistema; poi, si perfeziona con un istruttore, guidando tutti i giorni, almeno un paio d’ore. Il joystick richiede una sensibilità d'uso molto particolare, e quindi molta pratica. “Le prime mosse, sul piazzale di San Siro, sono state tutt’altro che semplici”, spiega, “anche perché il movimento è esattamente opposto a quello che devo fare per azionare la carrozzina: tirando indietro la leva, si accelera, premendola in avanti, si frena. È una questione neuronale: all’inizio è faticoso, poi ci si abitua”. Lo scarto di manovra della leva, poi, è ridottissimo: "Bisogna imparare a dosare bene la forza sulla leva, specialmente in fase di sterzata, quando si accelera e contemporaneamente si svolta".

Prove in pista. Le esercitazioni proseguono anche sulla pista ASC di Vairano, messa a disposizione grazie alla collaborazione che lega la nostra testata al Centro Inail. Sul piazzale, Andrea fa lo slalom tra i birilli, simula sottosterzo e sovrasterzo e anche la frenata sul bagnato, per imparare a dosare il comando e prendere sicurezza. Così, arriva il gran giorno dell’esame: nella prova se la cava bene e l’ingegnere della Motorizzazione di Milano resta stupito da come riesca a compiere le manovre perfezionate in pista. Alla fine, quando viene promosso, esplode la gioia.

Di nuovo autonomo. “Ho riscoperto l’emozione di guardare il mondo dal parabrezza”, racconta, “e ho appagato il mio desiderio di tornare a essere come tutti gli altri”. Per festeggiare, il primo weekend lo ha passato con un giro fuoriporta sul suo pulmino Volkswagen. “Il valore di certe cose si comprende solo quando ci vengono a mancare”, continua. “Potermi muovere da solo, andare dove voglio senza l’aiuto di amici e famigliari è una conquista straordinaria. Alla guida, mi sono sentito libero di nuovo. E tutto questo non sarebbe stato possibile senza l’Inail. Che in nome del principio d'inclusione sociale che va ben oltre quello di assistere un assicurato, ha lavorato con i suoi specialisti, investendo risorse ed energie per questo progetto”.

Laura Confalonieri

COMMENTI

  • sembra una notizia incredibile!!! Penso che sia una delle prime volte che son contento di aver pagato le tasse!!! Grandissimo Andrea!!! E Grandissima L'Inail che ti ha seguito in tutto il progetto e ti ha portato al successo!!! Se non ricordo male il centro inail che ti ha seguito ha rimesso in piedi anche Zanardi...sono i migliori! Team migliore, pilota migliore....mondiale vinto!!!Buona Vita!!
  • "l’Inail gli propone un percorso di ritorno alla guida": ecco come dovrebbe funzionare lo Stato, aiutando il cittadino e contribuente. Invece troppo spesso fa di tutto per ostacolarlo. Vedi per es. il capitolo limiti di velocità e multe, palesemente utilizzato per fare cassa. Complimenti ad Andrea e a chi come lui ha lottato anche per amore dell'auto!
  • FOTO


    VIDEO

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22072/thumb mini 2.jpg Mini Clubman John Cooper Works: mai così potente http://tv.quattroruote.it/news/video/mini-clubman-john-cooper-works-mai-cos-potente News

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca