La nuova Jeep Grand Cherokee, beneficiando dall'accordo strategico fra i Gruppi Chrysler e Fiat, arriva in Europa con un moderno V6 turbodiesel sviluppato in Italia, da VM Motori e Fiat Powertrain.

Multijet. Il nuovo propulsore sei cilindri a V di 60° di 3.0 litri eroga 241 CV a 4.000 giri/min e una coppia massima di 550 Nm, disponibile fra i 1.800 e i 2.800 giri. È dotato di sistema d'iniezione di tipo Multijet di seconda generazione e di turbocompressore a geometria variabile. Secondo il costruttore, con questo motore il modello di punta di Jeep consuma 8,3 litri/100 km nel ciclo misto ed emette 218 g/km di CO2. Un bel miglioramente rispetto al 3.0 turbodiesel montato sulla precedente versione della Grand Cherokee, che erogava 218 CV ed era omologata per 10,3 litri/100 km.

Nuovi allestimenti. Con l'unità a gasolio, arrivano a listino anche due nuovi allestimenti, che si aggiungono al top di gamma Overland. Si chiamano Laredo e Limited e sono disponibili esclusivamente con il 3.0 turbodiesel, il primo solo con una versione depotenziata da 190 CV. La Jeep Grand Cherokee 3.0 CRD sarà nelle concessionarie italiane a partire da giugno. C. Bal