Polestar 1 - La coupé ibrida plug-in si prenota da oggi in Europa - VIDEO - Quattroruote.it
Nuovi Modelli

Polestar 1
La coupé ibrida plug-in si prenota da oggi in Europa - VIDEO

Polestar 1
La coupé ibrida plug-in si prenota da oggi in Europa - VIDEO
Chiudi

A pochi mesi dalla presentazione ufficiale di Shanghai, la Polestar 1 prosegue il percorso di avvicinamento ai mercati sui quali sarà ordinabile a partire oggi, 13 marzo. Il Salone di Ginevra è stata una tappa fondamentale per far conoscere le caratteristiche e il potenziale della coupé ibrida plug-in da 600 cavalli, che sta attirando l’attenzione di molti mercati e che sarà il primo progetto del marchio high performance del gruppo Volvo-Geely. Un interesse che ha portato ad allargare il numero di Paesi che a gennaio erano stati identificati per avviare la raccolta dei preordini. A Cina, Stati Uniti, Svezia, Germania, Norvegia e Paesi Bassi se ne sono aggiunti altri 12, tra i quali l’Italia.

Polestar 1, la GT svedese da 600 CV

Ispirata dalla Volvo S90. Ginevra è la prima tappa di un tour mondiale per mostrare ai potenziali clienti l’auto, che comincerà a essere prodotta entro la fine del 2018 nel nuovo stabilimento cinese di Chengdu. La Polestar 1 è classificata come grand tourer coupé e prosegue sulle linee di design introdotte dalla Volvo S90, con una carrozzeria a due porte. Le prestazioni dichiarate per questa 2+2 sono di tutto rispetto, con una potenza di 600 CV, una coppia di 1.000 Nm e un’autonomia con trazione solo elettrica di 150 km, la più ampia per un’ibrida.

Soluzioni a misura di performance. Le scelte tecniche si basano su una soluzione che comprende un motore convenzionale a combustione interna collegato alle ruote anteriori, abbinato a un doppio sistema di trazione elettrica sulla coppia di ruote posteriori. L’aspetto è quello di un’auto sportiva e tutte le tecnologie sono concentrate nella direzione delle performance. Partendo da un telaio realizzato in fibra di carbonio, che assicura il doppio vantaggio di ridurre il peso e incrementare del 45 per cento la rigidità torsionale, oltre ad abbassare il baricentro. Con l’aggiunta di nuove sospensioni a controllo elettronico continuo, messe a punto in collaborazione con la Öhlins.

Si parte con il noleggio. L’avvio dei preordini parte alle 8, orario di Greenwich, e ai potenziali clienti è richiesto il versamento di un deposito di 2.500 euro completamente rimborsabili. L’iscrizione ha l’obiettivo di stabilire una lista dalla quale dipenderanno le consegne, mentre non si parla di acquisto classico, ma di una formula di noleggio. Le Polestar 1 saranno rese disponibili con un nuovo modello di abbonamento all-inclusive, che potrà avere una durata di due o tre anni. Nel canone mensile saranno inserite tutte le spese fisse, dalla manutenzione ordinaria all’assicurazione, e solo al termine del periodo fissato il cliente potrà decidere se perfezionare l’acquisto.

Al ritmo di 500 ogni anno. In attesa dell’avvio delle ordinazioni, le stime basate sulle dichiarazioni di interesse dopo avere distribuito le prime immagini vanno ben oltre le aspettative. Sono circa 6.000 i potenziali clienti, che, se dovessero confermare le loro intenzioni, potrebbero costringere il gruppo Volvo a rivedere i programmi di produzione, attualmente fissati in 500 vetture l’anno.

COMMENTI

  • molto bella, peccato il nuovo "marchio" avrei lasciato Volvo (in teoria già premium) e quella griglia simil-Maserati