Nuovi Modelli

Volkswagen Touareg
La nuova generazione sfila a Pechino

Volkswagen Touareg
La nuova generazione sfila a Pechino
Chiudi

Il terzo atto della Volkswagen Touareg entra in scena in Cina, durante un evento dedicato che precede di un mesetto la prima sfilata in pubblico al Salone di Pechino. Il debutto nel paese del Dragone non è affatto casuale. Infatti, le previsioni indicano che da quelle parti il gradimento già elevato per le Suv di alto lignaggio è destinato a raddoppiare nei prossimi cinque anni. Un trend che, al di là dell’entità delle percentuali, si allinea a quello previsto in tutto il mondo e che, alla fine, può ridimensionare anche le preferenze per le ammiraglie.

Fuori Suv, dentro ammiraglia. Ecco perché, senza girarci troppo attorno, alla Volkswagen definiscono l’edizione 2018 della Touareg anche come un’ammiraglia. È una personalità che appare in parte all’esterno ma con decisione nell’abitacolo. Dal punto di vista stilistico la nuova Touareg è quasi la copia conforme della Concept T-Prime GTE presentata un paio d’anni fa. Quindi, si presenta con una linea autorevole e più slanciata rispetto a quella del modello precedente. Si caratterizza per la massiccia mascherina cromata ispirata a quella della Arteon che percorre il frontale e abbraccia i fari LED Matrix intelligenti, le fiancate muscolose tracciate dalla linea di cintura che origina anche spalle possenti e il profilo sportiveggiante, impresso dal padiglione spiovente. L’ampio abitacolo, invece, giustifica l’ambizione della Touareg di proporsi come un’ammiraglia per lo stile ricercato dell’arredamento, l’estesa presenza di materiali pregiati nonché le dotazioni e la finitura da berlina di lusso. Inoltre, a prescindere che l’atmosfera viri verso l’elegante o lo sportivo in funzione dell’allestimento della vettura, emana un’atmosfera che, in un sol colpo, è raffinata e hi-tech.

2018-Volkswagen-Touareg-10

L’Innovision Cockpit apre un nuovo scenario. Quest’ultima risalta, soprattutto, quando la plancia è dominata dall’Innovision Cockpit, opzionale o di serie secondo le versioni, che mette di fronte a tutti i passeggeri un’impattante panorama. È costituito dal display da 12” della strumentazione e da quello touch da 15” (degno di un computer portatile) estesamente configurabile del sistema d’infotainment ospitati, senza soluzione di continuità, sotto un’unica superficie vetrata curva. Il secondo integra insieme ai sistemi di comunicazione, intrattenimento e navigazione anche quasi tutti i comandi dei servizi della vettura sino al punto da ridurre quelli fisici solo a quelli per regolare la configurazione vettura, le sospensioni attive e il volume dell’impianto hi-fi. All’interno l’indole tecnologica della Touareg può essere ribadita dall’Head Up Display e dal Night Vision, che dal canto suo interagisce anche con la fanaleria, al debutto in casa Volkswagen.

2018-Volkswagen-Touareg-30

Hi-tech anche sotto pelle. Pur essendo lunga 4,88 m e larga quasi 2 m, quindi essendo più robusta nonché più equipaggiata della precedente, la nuova Touareg vanta una massa migliore. È determinata sia dal fatto che si basa sull’architettura Mlb (già impiegata da tutte le altre grosse SUV del gruppo Volkswagen) sia dalla riduzione del peso della carrozzeria di 106 kg grazie all’estesa realizzazione in alluminio e a componenti meccaniche più leggere. Sotto la pelle della Touareg si cela anche una sofisticata rete elettronica che tramite una sola centralina ottimizza, in base alla situazione, l’entrata in funzione dispositivi destinati al confort, al sostegno alla guida e alla sicurezza in modo da non alterare la linearità di marcia. Inoltre, a richiesta, si possono ottenere la compensazione attiva del rollio che ha ispirato anche l’adozione di un impianto a 48V, il retrotreno sterzante, le sospensioni pneumatiche e il pacchetto per l’offroad impegnativo. Quest’ultimo integra cinque configurazioni vettura, che si aggiungono alle altrettante dedicate alla strada.

Subito due turbodiesel, poi un benzina e un’ibrida plug-in. La nuova Touareg debutta in Italia con due versioni spinte da V6 di 3 litri con 231 e 286 CV, entrambe con la trazione integrale 4Motion e il cambio automatico. Sono proposte negli allestimenti Atmosphere, Elegance, R-Line e Executive. In seguito arriveranno una variante a benzina TSI V6 di 3 litri con 340 CV e un’ibrida plug-in da 367 CV.

Da 60.000 euro. I listini della vettura, che sarà in vendita da maggio, non sono ancora stati ufficializzati, ma il prezzo di partenza sarà attorno ai 60.000 euro.

COMMENTI

  • che cassone!!!
  • quanti danni ha fatto tesla nel lanciare questa moda dei mega display in auto
  • Non la comprerei , però molto meglio questa rispetto alla vecchiotta Q7 .. il design non grida al miracolo, non si distingue , mentre gli interni dominati dal display esagerato..., e credo la metà sarebbe stato sufficiente..
     Leggi le risposte
  • Gli esterni sono un po' appariscenti per i miei gusti ma non sembrano poi male. Degli interni non riesco ancora ad abituarmi ai display dappertutto, soprattutto non capisco come si facciano ad usare i vari comandi senza distogliere lo sguardo dalla strada; con due manopole tutto sembra più immediato. Insomma, allo stato attuale questa dei display mi sembra ancora una tecnologia, applicata all'auto, ancora cerba, dal punto di vista pratico inferiore alle soluzioni con manopole e tasti. Credo ci sia di mezzo il fattore moda/tecnologia touch a tutti i costi. Credo anche di intuire che i cinesi gradiranno, comunque. Del resto quello è il principale mercato per questa serie di Touareg.
     Leggi le risposte
  • Mi sembra ben riuscita. Molto molto meglio dei suvvoni cugini su MLB evo, Urus a parte.
  • Veicoli demenziali come i SUV oltre i 1800 kg e di dimensioni superiori a m 1,90 x 4,80 dovrebbero essere supertassati perché inutili e volgari molto più di una super sportiva, che almeno denota passione per la guida e per la bellezza ...
     Leggi le risposte
  • @Daniele Lumino: tu cosa ne sai del marchio che preferisco, posto ce ne sia uno che mi piace? Non mi pare abbiamo mai fatto un giro insieme in auto. :)
     Leggi le risposte
  • Io l'avrei chiamata " Leopard " e messo due cingoli al posto delle ruote. Nessuna differenza con il Carro armato !!!!!!!!!!! L'interno, invece, pur nella tradizione teutonica sembra più coinvolgente.
     Leggi le risposte
  • Parente stretta della Hyundai Santa Fe !!!!
     Leggi le risposte
  • interessante il motore plug in ... Assurdo che si concentrino tutte le funzioni anche clima in un unico comando, distrazioni su distrazioni per cambiare temperatura o scaldare i sedili ... e su questo la volvo è stata la prima ... isgh
     Leggi le risposte
  • Meglio consegnare il prima possibile i V6 ad accensione spontanea ancora invenduti.... Ovviamente è doveroso aspettare la plug-in.
  • Dalle Foto é difficile dare un giudizio, peró l´impressione é positiva. Mantiene quello stile un po´"anonimo" che, a mio avviso, ha contraddistino la Tuareg. Un design che tuttavia non invecchia e la rende piacevole anche dopo anni. Nella nuova edizione trovo alcuni elemneti di ispirazione Audi, come gli archi die passaruota e la nervatura sulla fiancata. Non sono un amante dei display in plancia, che oggi imperversano, é l´abitacolo forse rimane la parte meno riuscita dal punto di vista del design.
  • Vista di profilo non riesco a capire se è un'audi q3, q5 q2 stiracchiata, bho. Anonima, ingombrante, insignificante. Forse non serviva un altro bidoncino del genere. Anzi, tolgo il "forse".
     Leggi le risposte
  • Va beh, i tedeschi pesano mediamente più di 80 kg, ma è proprio necessario un camion per portare in giro la gente? che assurdità.
  • È arrivata l'ora di tassare i veicoli secondo l'ingombro invece della potenza o cilindrata.
     Leggi le risposte
  • E' senza dubbio un auto riuscita ma... 60 mila euro?? Cosa fa pensare a Volkswagen che una persona rinunci a un Velar o a un Macan per questa ? è pur sempre un volkswagen ! prezzo giusto 53000 euro a mio avviso
     Leggi le risposte
  • È un vero peccato che ci sono case automobilistiche che continuano a produrre modelli e farli uscire ogni due o tre mesi senza trovare scuse per rimandare o cancellare che oramai credono solo i pochi CiappaRatt rimasti ma fidati forse perché legati da un contratto salva michetta.
     Leggi le risposte
  • Come dicevo ieri, 230 cv è il limite per un auto così pesante. Bellissima
     Leggi le risposte