Nuovi Modelli

Tesla Model Y
Tutti i dettagli della Suv elettrica

Tesla Model Y
Tutti i dettagli della Suv elettrica
Chiudi

La Tesla Model Y si è fatta attendere anche nel suo giorno più importante, quello della presentazione ufficiale al Design Studio di Palo Alto, in California, durante la quale sono stati svelati anche i prezzi e le date d'uscita del nuovo modello. Dopo un lungo countdown durato settimane, lo show di presentazione della nuova Suv elettrica è iniziato con oltre 20 minuti di ritardo, facendo scatenare l'ironia dei social: d'altronde, come ricordato dagli appassionati collegati in diretta su Youtube, "bisogna ricordarsi di tenere conto del fuso orario personale di Musk, l'Elon Time".

Sul mercato a fine del 2020. Derivando dalla Model 3, la nuova Model Y ne ricalcherà la gamma, proponendosi sul mercato in versioni a trazione posteriore o Dual Motor a trazione integrale. La Suv sarà ordinabile in quattro differenti allestimenti: Standard Range, Long Range, Dual Motor AWD e Performance, il cui debutto sarà scaglionato. Parallelamente a quanto visto con la berlina compatta, inizialmente saranno ordinabili unicamente le varianti con batteria Long Range, con motore singolo o doppio, e solo successivamente arriverà sul mercato anche la versione d'ingresso. Il debutto commerciale è fissato per l'autunno del 2020, mentre per la Standard Range bisognerà aspettare fino alla primavera del 2021.

Prezzi da 39.000 dollari, in Europa a 55.980 euro. Il divario di prezzi rispetto alla Model 3 sarà più contenuto del previsto. Il modello base, che sarà ordinabile solo tra due anni, avrà un listino di 39.000 dollari, solo 4.000 dollari in più rispetto alla versione Standard Range della berlina compatta. Per una Model Y Long Range servirà spendere almeno 47.000 dollari, che saliranno a 51.000 nel caso della Dual Motor AWD e a 60.000 per la versione top di gamma, la Performance. Per il momento non sono state diramate informazioni ufficiali sui prezzi per l'Italia, né sulle tempistiche di commercializzazione in Italia, nonostante in altri Paesi europei la vettura risulti già preordinabile con prezzi a partire da 55.980 euro per la Long Range a trazione posteriore.

2019-Tesla-Model-Y-02

Prestazioni da Model 3 con oltre 480 km d'autonomia. Nonostante l'impostazione da Suv, la Model Y proporrà prestazioni quasi identiche rispetto alla sorella Model 3. La variante Performance a trazione integrale, secondo la Casa, riuscirà a scattare da 0 a 100 km/h in poco più di 3,5 secondi e a raggiungere una velocità massima di 240 km/h, con un'autonomia dichiarata di 280 miglia, equivalenti a 450 km. L'altra quattro ruote motrici della gamma, la Model Y Dual Motor AWD, sarà in grado di toccare i 217 km/h e di scattare da 0 a 100 km/h in poco più di 4,8 secondi, riproponendo la stessa autonomia di 450 km della Performance. La Model Y Long Range, invece, riuscirà a percorrere fino a 483 km con una singola carica, con prestazioni solo di poco inferiori rispetto alla AWD: la versione a due ruote motrici con batteria più capiente potrà completare lo 0-100 km/h in 5,5 secondi e toccare una velocità di punta di 209 km/h. Con 370 km d'autonomia, la Model Y Standard Range sarà la versione d'ingresso: in questo caso lo 0-100 sarà portato a termine in poco più di 5,9 secondi, mentre la velocità massima sarà di 193 km/h.

2019-Tesla-Model-Y-03

Sorella maggiore. La parentela con la Model 3 appare evidente anche nel design: gli interni della Suv sono pressoché identici rispetto a quelli della berlina, compreso lo schermo centrale da 15", e anche all'esterno i richiami alla tre volumi sono tutt'altro che velati. Fatta eccezione per le proporzioni, la Model Y ha un'impostazione stilistica molto vicina a quella della 3, a partire dal frontale dove, oltre all'altezza, è il paraurti a diversificare i due modelli: i fari, infatti, sono estremamente simili a quelli dell'elettrica da 35.000 euro. Sul retro il discorso non cambia, con gruppi ottici visivamente uguali a quelli della quattro porte: anche qui, a fare la differenza è il paraurti, dotato di una protezione di plastica nera raccordata con gli inserti che corrono lungo tutta la parte bassa della vettura per proteggere la carrozzeria durante la guida in off-road. Le dimensioni, non ancora ufficializzate, saranno di poco superiori rispetto a quelle della Model 3.

Anche a sette posti. L'innalzamento del tetto, unito al nuovo design del posteriore, ha permesso ai progettisti di realizzare un abitacolo che, a richiesta, può ospitare fino a tre file di sedili. Aggiungendo 3.000 dollari al prezzo d'acquisto, dal 2021 sarà infatti possibile ordinare una Model Y a sette posti. Gli altri optional disponibili a listino, invece, sono gli stessi già visti sulla Model 3: di serie sono previsti cerchi di lega da 18", mentre quelli da 19" Sport hanno un costo aggiuntivo di 1.500 dollari e anche sulla Suv sono disponibili gli interni premium bianchi da 1.000 dollari. L'Autopilot costa 3.000 dollari, ai quali si aggiungono i 5.000 necessari per la Full Self Driving Capability, ovvero un insieme di dotazioni che, tra le altre cose, permetterà alla vettura di viaggiare in modalità driverless in città, riconoscendo i semafori e gli stop. Anche la Model Y si proporrà in cinque differenti tinte carrozzeria: la Solid Black, di serie, le Midnight Silver Metallic e Deep Blue Metallic da 1.500 dollari, la Pearl White Multi-coat da 2.000 dollari e la Red Multi-Coat da 2.500 dollari. Tutti i prezzi indicati, tuttavia, potrebbero subire delle variazioni, come nel caso delle recenti fluttuazioni dei listini degli altri modelli della gamma.

2019-Tesla-Model-Y-05

S3XY. Presentando la sua nuova creatura, Elon Musk ha ripercorso la storia della Tesla, illustrando le varie fasi che hanno portato al lancio della Model Y. Dopo aver mostrato le fabbriche, aggiornando i presenti sullo stato dei lavori della Gigafactory cinese (che verrà completata entro fine anno), l'imprenditore sudafricano ha ribadito il piano, già svelato su twitter, che ha portato alla scelta dei nomi dei quattro modelli della gamma. "Volevo formare la scritta Sexy, ma la Ford non sarebbe stata contenta se avessi lanciato la Model E", ha detto Musk, spiegando nuovamente che la S deriva dalla parola sedan, mentre la X sta per crossover: gli altri due modelli sono stati battezzati proprio per formare la scritta S3XY e durante la presentazione, infatti, le quattro vetture sono state allineate in quest'ordine.

Futura best seller. La Model Y sarà prodotta nella fabbrica di Fremont, sulle stesse linee della Model 3, dove attualmente lavorano complessivamente oltre 20.000 persone. L'ambizione del costruttore è quella di raggiungere nuovi record con questo nuovo modello: "Penso che venderemo più Model Y che Model 3, S e X insieme" ha affermato Musk, annunciando che entro i prossimi due mesi la Tesla festeggerà il suo primo milione di vetture prodotte.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Tesla Model Y - Tutti i dettagli della Suv elettrica

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it