Nuovi Modelli

BMW
Nuovi motori e optional per berline e coupé

BMW
Nuovi motori e optional per berline e coupé
Chiudi

Come di consueto, la BMW ha aggiornato la propria gamma introducendo nuovi motori, optional inediti e accessori a richiesta. Il costruttore di Monaco, infatti, raggruppa le principali modifiche ai vari modelli su base stagionale: le novità appena presentate sono relative alla primavera del 2021 e, nello specifico, riguardano tutte le berline e coupé del marchio tedesco, dalla piccola Serie 2 all'ammiraglia Serie 7. Tra i modelli coinvolti sono però presenti anche due Suv, le X5 e X6, per le quali la Casa ha reso disponibile la nuova BMW Individual Shadow Line con finitura nera superiore del faro ordinabile solo in abbinata ai gruppi ottici BMW Laser Light.

La BMW Serie 2. A partire dal prossimo mese i listini della BMW Serie 2 Gran Coupé accoglieranno una nuova versione turbobenzina a trazione integrale. La BMW 220i xDrive Gran Coupé sarà spinta da un quattro cilindri da 178 CV con cambio automatico Steptronic doppia frizione a sette rapporti: per lo 0-100 km/h saranno sufficienti 7,1 secondi mentre i consumi dichiarati nel ciclo Wltp spazieranno da 6,5 a 7,3 l/100 km. In primavera arriveranno anche nuovi cerchi di lega per tutte le versioni.

La BMW Serie 3. Oltre alla nuova versione ibrida plug-in d'ingresso gamma 320e presentata nelle scorse ore, l'offerta della Serie si amplierà con nuovi accessori dal carattere sportivo. A partire da marzo, le M340d xDrive e M340i xDrive saranno disponibili anche con un nuovo tetto di fibra di carbonio, l'M Carbon roof, che oltre a rendere più sportiva l'estetica della vettura, permette di abbassare il centro di gravità dell'auto, a tutto vantaggio della guidabilità in curva. Successivamente verranno resi disponibili anche degli interni M Carbon Fibre abbinabili agli attuali accessori M Sport.

La BMW Serie 4. Le parti di fibra di carbonio appena descritte per la berlina saranno disponibili anche sulle omologhe versioni della Serie 4, al debutto in  gamma. Coupé e Cabrio saranno presto disponibili anche in versione M440d xDrive con motore sei cilindri in linea: il 3.0 turbodiesel arriva a erogare 340 CV e 700 Nm, sufficienti per garantire uno 0-100 km/h in 4,6 secondi con un consumo Wltp è compreso tra i 5,7 e i 6,3 litri. I listini accoglieranno anche la nuova 430d xDrvive coupé che, con 286 CV e 650 Nm, promette uno 0-100 km/h in 5,1 secondi e un consumo medio compreso tra i 5,2 e i 5,9 l/100 km. Le due varianti del sei cilindri in linea dispongono di un sistema ibrido a 48 Volt che, in alcuni frangenti, può supportare il funzionamento del propulsore con 11 CV aggiuntivi. Su coupé e cabrio arriva inoltre le nuove tinte Individual Brilliant White metallic, BMW Individual Frozen Portimao Blue metallic and BMW Individual Frozen Deep Grey metallic, abbinabili a sei tonalità aggiuntive per i rivestimenti di pelle Merino per gli interni.

La Serie 5. Tra le novità più importanti presentate dalla BMW c'è la versione più estrema della Serie 5, la M5 CS. Alleggerita di 70 kg rispetto alla M5 Competition, la nuova Club Sport sarà proposta in serie limitata con un V8 biturbo da 635 CV: di serie è prevista la trazione integrale M xDrive che permette alla berlina sportiva di scattare da 0 a 100 km/h in tre secondi netti. La gamma della Serie 5 si amplia anche verso il basso con l'introduzione della nuova 520e da 204 CV, disponibile anche in versione Touring: l'ibrida plug-in dispone di un 2.0 turbobenzina da 163 CV abbinato a un motore elettrico da 109 CV alimentata da una batteria da 12 kWh, sufficiente per percorrere fino a 51 km in modalità a zero emissioni.

La Serie 7. Su tutte le versioni delll'ammiraglia di Monaco verrà proposto di serie l'asse posteriore sterzante: l'Integral Active Steering, fino a oggi disponibile solo come optional, è pensato per migliorare l'handling e l'agilità della Serie 7. L'ultima versione dello sterzo integrale dell'Elica è operativo anche a velocità particolarmente basse, sotto ai 3 km/h, e sterza in controfase le ruote posteriori per facilitare le manovre in spazi ridotti. Sulla quattro porte arriva anche il nuovo climatizzatore a quattro zone con filtro Nanoparticle, disponibile anche sulle X5, X6, M8 e proposto di serie sulla X7.

Le M e le altre novità. Gli aggiornamenti coinvolgono anche le sportive della gamma M: sulla M8 debuttano nuovi sedili di fibra di carbonio M Carbon Bucket Seats con logo M retroilluminato sul poggiatesta, disponibili per le tre varianti carrozzeria ma solo in abbinamento alle versioni Performance. Sulle M3 e M4 da marzo saranno disponibili la nuova tinta Skyscraper Grey Metallic e i rivestimenti estesi di pelle Merino per gli interni. Tutti i modelli con infotainment basato sul BMW Operating System 7 si aggiorneranno con nuovi servizi digitali: da aprile debutterà l'app BMW News che consentirà di ascoltare le principali notizie del giorno selezionate dall'intelligenza artificiale a seconda degli interessi del guidatore.

COMMENTI

  • Mentre gran parte delle case stanno mettendo al bando tutte le versioni diesel in nome delle emissioni, mettendo in seria difficoltà chi fino all'altro ieri acquistava questa motorizzazione per esigenze di lavoro o per far quadrare i conti in casa, alcune case tedesche continuano a sfornare nuovi e più prestazionali versioni con questi motori. Velocità vertiginose, accelerazioni incredibili con consumi accettabili. Credo che mai come in questo momento ci sia stata una così grande confusione su quello che sarà il futuro dell'auto. Se è vero che il costo per rendere "pulita" questa motorizzazione è rilevante nelle fasce più basse del mercato tanto da renderle poco convenienti se rapportate ad un benzina, non si capisce come si possa pretendere poi che l'utente medio acquisti auto elettriche, quando il loro costo, anche al netto degli incentivi, è praticamente doppio o quasi a quello di un'analoga versione benzina e diesel attuale, con ancora forti limitazioni per quanto riguarda autonomia e tempi di ricarica, senza contare che i benefici in termini di inquinamento sono ancora tutti da dimostrare (da che fonti proviene l'energia elettrica che le alimenta, da dove provengono le materie prime che costituiscono le batterie, quale è la loro vita media e come si pensa di smaltirle un domani)
  • Ma togliete quel mega doppio rene per Diana!
     Leggi le risposte
  • La M4 a trazione integrale variabile non c’è più nessuno che ne parla . Quando uscirà e costi
  • BMW serie 4 vista solo in concessionaria. Per ora in strada non pervenuta. Questo in pratica vale anche per la serie 2 gran coupé. In strada ne ho vista solo 1 e questo in Germania!!