Nuovi Modelli

Citroën C5 X
Il ritorno dell'ammiraglia è all'insegna del design - VIDEO

Citroën C5 X
Il ritorno dell'ammiraglia è all'insegna del design - VIDEO
Chiudi

Dopo quattro anni di assenza, la Citroën torna nel segmento D e lo fa a modo suo. Con un modello controcorrente, la C5 X, una berlina rialzata con coda fastback, molto spaziosa, ben dotata a livello tecnologico e particolarmente adatta ai viaggi lunghi e confortevoli. Nel pieno rispetto, quindi, della tradizione della Casa.

Rientro originale. Mancava un’ammiraglia nella gamma del “Double Chevron” da quando, verso la metà del 2017, le C5 berlina e station avevano chiuso la loro carriera europea. Del resto, il segmento D tradizionale generalista è in crisi ormai da tempo, le vendite calano di continuo, quindi per restare in gioco bisogna sapersi reiventare. Ecco, dunque, la C5 X, un modello che sarà lanciato nella seconda metà dell’anno, e che si presenta come una combinazione tra il meglio di una berlina, la praticità di una station e la guida comoda propria di una “ruote alte”. La francese, infatti, si segnala per una discreta luce libera da terra, sottolineata anche da pneumatici “alti” e di sezione non esagerata, su cerchi da 19". Una soluzione che contribuirà a ridurre la resistenza all’avanzamento, la rumorosità e pure i consumi.

Muso in stile C4. Le forme dell’ammiraglia sono filanti, con cofano lungo, linea di cintura alta e passaruota molto marcati. Frontale e coda attirano ovviamente l’occhio. Nel primo caso ritroviamo in gran parte gli stilemi della recente sorella minore C4, con gruppi ottici a Led (sull’intera gamma) sottili e sdoppiati, uniti da una calandra stilizzata. Originale la coda, che mostra un padiglione rastremato, doppio spoiler, gruppi ottici avvolgenti e il pratico portellone. Quanto alla taglia, la C5 X è un’auto importante, lunga 4,81 metri, larga 1,87 e alta 1,49 metri; mentre il passo di 2,79 conferma la volontà di offrire un’abitabilità generosa ai passeggeri.

Interni spaziosi e comodi. Nell’abitacolo, infatti, la metratura non manca, oltre a un design ordinato e raffinato e a un’atmosfera curata nei dettagli. In prima fila, si segnalano i sedili Advanced comfort, molto accoglienti e dotati di speciali imbottiture, con rivestimenti e consistenza che consentono di affrontare lunghi tragitti senza affaticarsi. E lo spazio è abbondante anche per chi si accomoda in seconda fila, vera priorità per i progettisti: molto ampio, quindi, il margine per le gambe e generosa l’aria sopra la testa. All’abitabilità, si aggiunge poi la luminosità offerta anche da un ampio tetto apribile di vetro. Curata anche l’insonorizzazione, con vetri anteriori e posteriori laminati.

Il primo video della nuova Citroën C5 X

Vano da station. La nuova ammiraglia francese avrà un bagagliaio capiente, da 545 litri dichiarati (che possono diventare 1.640 a divano reclinato), e sfruttabile grazie all’apertura ampia, al piano di carico piatto e alla forma regolare del vano. A ciò si aggiunge il portellone motorizzato che offre anche la comoda funzione “hands free”.  

C’è l’assistente di bordo. Torniamo per un momento nell’abitacolo, in prima fila, per dare un’occhiata ai sistemi che assistono il guidatore. Si trova l’Extended head up display, proiettato sul parabrezza su un’area di ben 21", un primo passo verso la realtà aumentata: è utile, perché consente al guidatore di avere sott’occhio tutto ciò che gli serve, senza distogliere lo sguardo dalla strada. E molto importante è anche la nuova interfaccia multimediale, che include un touch screen da 12" tipo tablet, quattro prese Usb-C e la ricarica wireless per lo smartphone. Inoltre il sistema, che si aggiorna in tempo reale tramite Cloud e presenta la funzionalità Mirror screen wireless, è dotato di riconoscimento vocale, un assistente personale con cui si può dialogare e che esegue i comandi.

2021-Citroen-C5-X-05

Sospensioni attive. La C5 X, realizzata sulla più recente versione della piattaforma Emp2, condivide diverse componenti con la C5 Aircross. Ma è dotata di una chicca: le sospensioni Citroën advanced comfort e, sulle versioni ibride plug-in, le nuove “attive”. La scelta è fra tre modalità di settaggio e il sistema di controllo delle sospensioni migliora l’efficacia degli ammortizzatori idraulici progressivi. Come dice la Casa, si ha un po’ l’impressione di viaggiare su un “tappeto magico”, fatto che ci riporta alla mitica DS degli anni Cinquanta, dotata di sospensioni idropneumatiche, e ad altri modelli più recenti, dotati delle sospensioni Hydractive.

Adas di livello 2. Ma la C5 X è “preparata” anche nel comparto sicurezza e assistenza alla guida, qui di livello 2. Parliamo dell’Highway Driver assist, che combina il cruise control adattivo con funzione Stop&Go e il Lane keeping assist. Insomma, il guidatore può decidere di lasciar gestire ai sistemi la velocità e la traiettoria dell’auto. Da segnalare anche il rilevamento a lungo raggio degli angoli bui, il Rear cross traffic alert, che rileva un pericolo in retromarcia, e il Top 360 Vision, che facilita le manovre visualizzando l’esterno vettura sul monitor touch.

Motorizzazioni. Al lancio ci saranno due motorizzazioni: una benzina, che non è stata ancora ufficializzata, e una ibrida plug-in. Quest’ultima, già montata su altri modelli Citroën e Peugeot, è la versione da 225 CV abbinata alla trazione anteriore, capace di superare i 50 km in modalità elettrica pura, fino a una velocità di 135 km/h. Non sarebbero da escludere, comunque, novità successive.

COMMENTI

  • Un'auto che è spaziosa, comoda di sospensioni e di sedili, ha un motivo di esistere, piaccia on non piaccia. Perché c'è chi non apprezza le solite sospensioni ed i soliti sedili rigidi.
  • Noto che tutti si fermano sulla carrozzeria bagagliaio, ecc. ma nessuno sulla parte meccanica. Personalmente a me interessa la meccanica, in questo caso la trovo banale, in quanto ormai le citroen non hanno più le sospensioni freni sterzo idraulico cosa che mi ha fatto comprese nel corso degli anni ben 14 citroen, l'ultima è stata una xantia 3.0 6 cilindri, l'ultima vera auto citroen. Questa C5 non ha nulla di particolare nè come linea nè come meccanica.
     Leggi le risposte
  • Queste nuove Kia non sono affatto male...
  • ma il tergilunotto ? come la C4. Neanche l'ombra
     Leggi le risposte
  • L' unica Citroen dove il posteriore e' peggio dell' anteriore
     Leggi le risposte
  • Audace, piena di carattere, dirompente. Una Citroën vera. A cui si aggiunge la peculiarità tipica del Marchio, il confort, la vita a bordo con una "tecnologia utile" che ti fa scorrere la strada per ore senza il pur minima sforzo. Qui anche con un bagagliaio migliore di tante SW (545litri), un posto guida "alto" tipico dei Suv, avendo ruote dal diametro totale di 72cm cosa che la fa "alzare" da terra di qualche cm in più rispetto alle berline "normali" (il ché può essere "molto utile" in diverse situazioni). Che poi è tipo di carrozzeria che la fa essere alta solo 1,485m a tutto vantaggio di una dinamica di guida migliore ed una sezione frontale minore (per quanto lo possa essere visto la sua larghezza) che, insieme ad uno studio aereodinamico evidente (ma non si conosce ancora il suo cx?), penso che abbia un basso impatto. Il passo da 2,79m non è altro che una garanzia di eccellenza nello spazio tra i sedili (evidenziato già in foto). Insomma una vera ammiraglia Citroën che, non potendo tornare indietro alle costose quanto complesse idroattive, evolve le sospensioni che già hanno dato responsi lusinghieri con C4 Cactus II, C5 Aircross, C4 domandole del controllo attivo. PS: le plug-in PSA hanno i muktilink al retrotreno.
     Leggi le risposte
  • A prima vista insignificante.
  • Bella vettura. Nella descrizione manca come al solito notizie tecniche delle innovazioni meccaniche. Le sospensioni. per esempio, sono attive ma come ? Con molle ad aria, ammortizzatori a controllo elettronico o come? Nessuna indicazione. Da questo punto di vista 4ruote è peggiorata notevolmente!
  • Temo ne venderanno pochissime, almeno fuori dalla Francia.
  • Bellissima,ma troppo peugeot
  • Purtroppo la mia idea non potrà realizzarsi, questa vettura sarà fatta in Cina !
  • Questa Citroën mi fa pensare alla .... Croma. E penso che in FIAT, ne stanno anche pensando. Questa C5 sarebbe una base ideale con un tocco meno Citroën et più italico di FIAT
  • non è male
     Leggi le risposte
  • Stupenda...
  • bruttina ...
  • SDicuramente la migliore delle ammiragli citroen è stata la DS21 ho avuto da giovane una pallas con frzione automatica e cambio sequenziale, ancora la rimpiango, sia la CX che la xantia pur essendo ottime non erano al suo livello. Poi da quando le citroen non hanno più le sospensioni idrauliche non mi interessano più, anche le linee sono diventate uguali alle altre come questa C5m per cui perchè acquistarla?
  • posso dire che mi fa proprio schifo? ne carne, ne pesce, mi ricorda l'A4 AllRoad
  • Non è neanche malaccio, ma sarà un flop clamoroso. La noiosa Superb se la mangerà viva.
     Leggi le risposte
  • Ho visto che anche la prossima Mondeo avrà una carrozzeria un po' mista come questa. Dalle foto non sembra male
     Leggi le risposte
  • Sento parlare di ponte torcente al posteriore come le panda, magari l'avessero solo le Panda!! Vw e audi ce l'hanno!!cmq a parte questo, vedo con rammarico, essendo alfista, che PSA sta sfornando nuovi modelli mentre per una tonale ed almeno un restyling Giulia e Stelvio quanto c...... dobbiamo aspettare !!!!! Premetto che sono possessore di una Giulia ,e vorrei che i pianali rimanessero Giorgio.... perché non sapete che goduria è guidare quell'auto...
     Leggi le risposte
  • Non male, ma ne venderanno qualcuna in Francia per sciovinismo, mentre nel resto d'Europa rimarranno appannaggio dei concessionari e dei loro cari, nella migliore tradizione delle ammiraglie francesi.
     Leggi le risposte
  • Mi gioco qualsiasi cosa che alla prova su strada tutti (ma tutti tutti) i giornalisti che la proveranno diranno che le odierne sospensioni non fanno rimpiangere gli ammortizzatori a gas di una volta. Ripeto qualsiasi cosa. P.S. Ma avete mai sentito stroncare un’auto da un giornale del settore?, io mai! Anche davanti ad auto che sono un abominio. Lo fa solo Jeremy Clarkson.
  • Non mi convince. Non è ne carne ne pesce. Tormentato il davanti, abbastanza bella la fiancata, orribile lo spoiler al baule. Sembra che alla Citroen, non trovino mai una via "maestra" nel design cui rifarsi che li ispiri, ma proseguono a tentativi di trovarla... Le "due volumi e mezzo" in quella classe di auto non hanno mai venduto in maniera soddisfacente. Se ne vedranno in giro poche...
     Leggi le risposte
  • il frontale un pò confusionario stile C4 continua a non convincermi, ma in attesa di vederla dal vivo mi sembra che abbiano fatto un buon lavoro complessivo, molto curata l'aerodinamica come testimoniato dall'andamento del tetto con la "soffiatura" superiore che forma uno spoiler tipo "presa naca", e l'alettoncino inferiore, il tutto deve creare un sofisticato andamento dei flussi nel distacco col corpo vettura. Notare in proposito che non "sembrerebbe" (verbo al condizionale) esserci il tergicristallo posteriore, segno che il lunotto resta pulito anche marciando sotto la pioggia come già avveniva per la progenitrice CX. Da capire pure la funzionalità delle sospensioni se saranno riuscite a riprodurre il comfort delle idropneumatiche. Poco si sa sulle motorizzazioni, ma in casa al momento c'è solo il 1.6, e dalla descizione manca un'unità a gasolio. in definitiva, trovo che abbia molto più senso questa C5 delle varie "DS qualcosa" coi loro inutili barocchismi stilistici usati per cercare di distinguersi dal resto. ........ PS. Se Alfa Romeo, almeno nell'immediato, dovrebbe rimanere fedele alla piattaforma Giorgio, questa C5 potrebbe essere però una buona base per le future Lancia (se davvero risolleveranno il marchio come da annunci recenti di Tavares)....
     Leggi le risposte
  • Questo nuovo modello Citroen conferma la vivacità di prodotto dell'ex PSA, spero davvero che presto tale vivacità si trasferisca anche alla ex galassia FCA.
  • Che schema di sospensioni ha al posteriore? Non avranno mica montato un interconnesso su un'auto lunga come una segmento E?
     Leggi le risposte
  • Una Citroen senza sospensioni idropneumatiche NON e' una Citroen!
     Leggi le risposte
  • Interessante l'idea di non volersi inserire in nessuna categoria specifica, nè berlina, nè station, nè SUV. Ritengo però che resterà un'idea originale con poche soddisfazioni in termini di vendite. Per un'auto del genere ritengo fondamentale una buona motorizzazione diesel 2.000, ancora la migliore opzione possibile.
     Leggi le risposte
  • Trovo che abbia molte istanze stilistiche, nel frontale come nel retro soprattutto, del concept Ds9 di una decina di anni fa... quando si chiamavano ancora Citroen-Ds. E onestamente non è un male direi, avendo apprezzato molto a suo tempo quel concept con quelle anticonvenzionali soluzioni di design, in puro stile Citroen. Insomma detto fuori dai denti era a mio avviso molto più ammiraglia quella (se fosse nata specificamente come Ds) che non la Ds9 attuale 3 volumi che altri non è se non una 508 stiracchiata e "anonimizzata". Bene allora questa C5 "X" (tanto queste lettere, X ed E, vengono ormai abusate e buttate a caso e a pioggia da ogni casa automobilistica all'interno delle proprie gamme... fanno "cool", si sa, e noi tapini ci abbiam fatto l'abitudine ormai :)
     Leggi le risposte
  • Brava Citroen. E' ritornata allo stile delle storiche citroen, un modo per esprimere la propria voce nel segmento d in modo coerente con la storia del marchio.
     Leggi le risposte
  • ammiraglia è una parola grossa, allora anche la skoda octavia e la renualt talisman sono un'ammiraglia il fatto che sia lunga non vuol dire sia un'ammiraglia, sono 2 cose ben diverse
     Leggi le risposte
  • Qualcosa di diverso alla fine niente male. Sarebbe perfetta come Ev che per ora non c'è. Poi ovviamente sottoscrivo tutte le considerazioni di AntonioS ma dobbiamo apprezzare lo sfrorzo di psa
  • Mi sembra meno peggio delle altre Citroen, molto molto meno peggio di quelle creazioni indecise su cosa essere tipo l'ultima C4. Riuscirà a scalfire il dominio tedesco in un settore ultratradizionalista come quello dell'alta gamma? No, con tutta probabilità; qui il marchio la fa da padrone più che in altri segmenti. E allora tanto vale una linea fastback-rialzatamanontroppo-quasistation; anche questa si sa bene cosa sia ma non è un pugno ad un occhio, anzi, e può solleticare quella sparuta fetta di clientela che non vuole rifarsi la solita Audi-BMW-Mercedes. Insomma un'altra auto che, al di la dell'esteica, pare fatta bene ma che è quasi certamente destinata a fallire sul mercato. Come da tradizione, per i modelli d'oltralpe
  • Sarò un nostalgico di DS, CX e XM ma a me piacciono sempre.. Sospensioni Idropneumatiche Citroen il top da anni
     Leggi le risposte