Nuovi Modelli

Volkswagen ID.6
Sette posti solo per la Cina

Volkswagen ID.6
Sette posti solo per la Cina
Chiudi

Più spazio, più potenza e più autonomia: con la nuova ID.6 la Volkswagen punta a migliorare sotto ogni aspetto la sua offerta elettrica, innalzando i limiti della piattaforma Meb. Pensato esclusivamente per la Cina, il terzo modello della famiglia ID può ospitare fino a sette passeggeri e promette un’autonomia massima di 588 km, calcolata secondo il ciclo Nedc locale. Svelata al Salone di Shanghai, la Suv sarà proposta in due versioni, entrambe prodotte in Cina: quella con dettagli d’ispirazione off-road, la ID.6 Crozz, verrà assemblata nello stabilimento di Anting, mentre la più sportiva ID.6 X nascerà a Foshan, uno dei poli industriali del sud del Paese, a un centinaio di chilometri da Macao, Hong Kong e Shenzen.

Inizia la “regionalizzazione”. Nuovo tassello della strategia d’elettrificazione del gruppo Volkswagen, la ID.6 avrà anche un altro compito importante, quello di dare il via alla “regionalizzazione” della piattaforma Meb. Il telaio modulare destinato alle elettriche, infatti, è stato appositamente modificato per accogliere la grande Suv e rispondere alle specifiche richieste del mercato cinese. Dopo aver presentato diverse elettriche con ambizioni globali, nei prossimi mesi il gruppo Volkswagen dovrebbe svelare nuovi modelli destinati a mercati specifici, che seguiranno la rotta tracciata dalla nuova ID.6. Tra questi vi saranno anche delle Ev appositamente progettate per il mercato europeo, come la piccola Suv annunciata dalla Seat e destinata a essere declinata in diverse varianti dai vari marchi del gruppo.

Grande come una Touareg. Appositamente sviluppata per le esigenze dei clienti asiatici, la ID.6 è lunga esattamente come una Touareg: 4,88 metri, una trentina di centimetri in più della sorella minore ID.4. L’incremento delle dimensioni (1.848 mm di larghezza, 1680 d'altezza e 2.965 di passo) ha consentito di inserire all’interno dell’abitacolo una terza fila di sedili ripiegabili che consente alla grande Suv di trasportare fino a sette passeggeri. Per migliorare la fruibilità, il divano posteriore può muoversi longitudinalmente per massimizzare il volume del bagagliaio o per garantire più spazio ai passeggeri della seconda o terza fila.

E-offensive in China continues to gain momentum: World premiere

Due versioni, due batterie, due o quattro ruote motrici. Come anticipato, la Volkswagen ID.6 sarà disponibile nelle versioni Crozz e X che si differenzieranno a livello estetico per la presenza di paraurti specifici e, presumibilmente, per il setup dell’assetto e di altri dettagli tecnici. Entrambe saranno disponibili con due differenti batterie, da 58 o 77 kWh (netti), che secondo il costruttore saranno in grado di garantire tra i 436 e i 588 km d’autonomia nel ciclo China Nedc. A seconda dell’allestimento la ID.6 potrà avere uno o due motori, con potenze di 180, 204 o 305 CV e una coppia di 220 o 310 Nm. La versione più potente della ID.6 X sarà in grado di completare lo 0-100 km/h in 6,6 secondi, un tempo che sale a 9,1 e 9,3 secondi per le versioni con motore singolo: tutti gli allestimenti avranno una velocità massima limitata elettronicamente a 160 km/h. Prestazioni notevoli per un'auto di questa taglia e con un peso a secco di 2.280 kg.

Senza tasti. I clienti cinesi potranno scegliere la ID.6 in diverse configurazioni con cerchi da 19 a 21 pollici, un grande tetto panoramico apribile e un infotainment connesso con schermo da 12 pollici e privo di pulsanti. Tutti i controlli, infatti, saranno touch e le varie funzioni della vettura saranno gestibili anche con i comandi vocali “Hello ID.”: le varie funzioni verranno riportate sul sistema multimediale e sull’head-up display con realtà aumentata. A disposizione dei clienti vi saranno diversi Adas della famiglia IQ.Drive, tra i quali figura anche il Travel Assist, che può gestire sterzo, acceleratore e freno in alcune situazioni di guida.

La strategia Accelerate. La ID.6 è solo uno dei tasselli che andranno a comporre la strategia Accelerate della Volkswagen. Il costruttore di Wolfsburg intende entrare con almeno un modello elettrico in ogni segmento del mercato con l’obiettivo di raggiungere entro il 2030 il 50% delle proprie vendite in Cina e Nord America con le sole Ev, puntando al 70% in altri mercato globali, come l’Europa. Per questo motivo la Volkswagen presenterà almeno un nuovo modello su base Meb all’anno e già nel 2023 la gamma cinese si comporrà di otto differenti vetture della famiglia ID.

COMMENTI

  • Meno male che è solo per la Cina. E' a dir poco orrenda!