Nuovi Modelli

Skoda Fabia
La quarta generazione punta tutto sui benzina

Skoda Fabia
La quarta generazione punta tutto sui benzina
Chiudi

Si è fatta un po’ attendere, la nuova Skoda Fabia, ma ne valeva la pena. Sette anni vanta, infatti, l’attuale serie, che verrà sostituita a breve dalla quarta generazione di una famiglia nata nel 1999. La nuova berlina boema, che sarà in prevendita in estate e nelle concessionarie in autunno, rappresenta difatti uno spartiacque nella storia del modello: perché, dopo le cugine Volkswagen Polo e Seat Ibiza adotterà a sua volta il pianale Mqb A0. Con tutti i vantaggi che ne conseguono in fatto di spazio, tenuta di strada, sistemi di bordo e di sicurezza. Non era scontata la conferma della variante station, che verrà presentata nel corso del 2022 per poi andare in produzione l’anno successivo.

Cambia piattaforma. Il nuovo pianale comporta una taglia più grande e un design che simboleggia un ulteriore step nel linguaggio stilistico del marchio. Sì, perché la Fabia IV cresce non poco e tocca i 4,11 metri di lunghezza (+111 mm), gli 1,78 metri di larghezza (+48 mm), ma soprattutto i 2,56 metri nel passo (+94 mm). In particolare, quest’ultima misura permette di offrire interni più spaziosi e un vano bagagli ora dalla capacità dichiarata standard di 380 litri (+50 rispetto al modello attuale). Volume che può crescere a 1.190 litri, reclinando i sedili posteriori. Numeri da categoria superiore.  

Stile deciso. Il design, più teso e dinamico, guadagna proporzioni differenti proprio in virtù del cambio della base tecnica. Si parte dal frontale volitivo, che include un cofano dinamico e spiovente, un’ampia calandra a listelli verticali e gruppi ottici a Led (disponibili anche “full”) stilizzati, mentre le fiancate sono dinamiche, grazie a un’accentuata nervatura superiore e una scalfatura inferiore. Tratti decisi che si ritrovano pure in coda, dove si segnalano, oltre al nome del marchio in lettere, anche luci aguzze full Led in opzione.

2021-Skoda-Fabia-03

Ben profilata. L’attento studio aerodinamico ha permesso di staccare un Cx di 0,28, eccellente per una due volumi. E a ciò si è arrivati anche grazie ad alcune soluzioni come le lamelle a regolazione attiva nel frontale, una chicca nella categoria, che si chiudono da sole quando si verifica una ridotta esigenza di raffreddamento. La nuova Fabia dispone inoltre di uno spoiler posteriore più grande e di alette laterali che ottimizzano il flusso d’aria nella coda, un tema sempre “sensibile” su una hatchback. La Skoda ha poi studiato alloggiamenti ridotti per gli specchi retrovisori, speciali rivestimenti di plastica per migliorare i flussi d’aria attorno ai cerchi e un sottoscocca maggiormente carenato rispetto alla generazione che andrà in pensione.  

Arancio di lancio. Nove le tinte di carrozzeria, tra cui le due esordienti metallizzate, Phoenix orange e Grigio grafite. Quest’ultima e il Black magic perlato possono essere scelte anche come verniciatura a contrasto per il tetto, le calotte degli specchi e il bordo della calandra. I cerchi si possono scegliere nelle misure da 15 a 18”.

2021-Skoda-Fabia-04

Arriva il Virtual cockpit. Nell’abitacolo si nota un gran salto di qualità, nel design e nei contenuti. La sensazione di ariosità è amplificata dalla posizione centrale del monitor-tablet e da listelli orizzontali, disponibili in sei varianti, a seconda dell’allestimento. Di rilievo l’introduzione a richiesta della strumentazione digitale con display da 10,25”, riconfigurabile. Come altri modelli della Casa, la Fabia non verrà proposta al lancio in Italia nell’allestimento d’ingresso Active. Si partirà quindi dal livello Ambition, per passare allo Style, mentre solo in un secondo momento entrerà in gamma l’allestimento sportivo Monte Carlo. Proprio la Ambition vanterà la fascia centrale della plancia rivestita di tessuto con cuciture a contrasto. Belle le bocchette di ventilazione di forma circolare, caratterizzate da un rivestimento cromato sempre a partire dalla versione Ambition. Oltre all’illuminazione interna a Led (di serie sulla Style), si segnalano nuovi volanti e l’inedita funzione di riscaldamento, anche per il parabrezza. Inoltre, per la prima volta, la Fabia può essere ordinata con il Climatronic bi-zona, che include le bocchette per i passeggeri posteriori.

L’Amundsen ti porta online. Tutte le Fabia per il mercato italiano saranno equipaggiate di serie con l’infotainment Bolero, mentre si potrà montare in opzione il sistema top di gamma, Amundsen. Il primo include monitor touch da 8”, vivavoce Bluetooth e due altoparlanti surround posteriori, oltre ai quattro anteriori. Inoltre, uno smartphone può essere collegato all’infotainment via wireless (compatibilità con Android Auto e Apple CarPlay), mentre il Phone box a richiesta assicura la ricarica induttiva. L’Amundsen include invece un monitor da 9,2”, la funzione di navigazione supportata dai dati online e l’hotspot wi-fi. Le mappe possono essere memorizzate su hard disk Ssd da 64 GB e aggiornate in rete. Il sistema prevede anche il Gesture control di serie, mentre il controllo vocale online, tramite l’assistente virtuale Laura, è a richiesta. La vettura può avere fino a cinque prese Usb-C, una delle quali è posizionata sullo specchietto retrovisore per ricaricare anche una dashcam. Il sistema top consente pure di utilizzare servizi mobili online di Skoda Connect, come l’eCall.

2021-Skoda-Fabia-09

Adas: ecco il Travel assistant. Il pacchetto Adas si rinnova con l’introduzione, per esempio, del Travel assistant, che garantisce un supporto automatico ai movimenti longitudinali e laterali, combinando insieme più sistemi di assistenza. Il cruise control adattivo, invece, risulta operativo fino a 210 km/h. Il Lane assistant aiuta il guidatore a mantenere la Fabia in corsia, attivando, se necessarie, correzioni tramite lo sterzo. Il nuovo Side assistant, poi, avvisa il driver se si stanno avvicinando in coda, fino a 70 metri di distanza, veicoli che intendano sorpassare o si trovino nel punto cieco. La dotazione di sicurezza include un pacchetto che arriva fino a nove airbag, di cui sette di serie, mentre i laterali posteriori sono optional.

Motorizzazioni: solo 1.0 benzina. Uscito di scena il diesel già sulla serie attuale, la gamma motori si concentra sui 1.0 benzina tre cilindri, in versione aspirata e turbo, con potenze variabili da 65 a 110 CV (l’unità di punta, l’1.5 TSI da 150 CV non sarà inizialmente disponibile in Italia). Sono tutti propulsori della generazione Evo, per scelta di fondo privi di elettrificazione. I due aspirati MPI, ora a ciclo Atkinson da 65 e 80 CV, sono abbinati al cambio manuale a cinque marce; i due TSI, invece, erogano rispettivamente 95 CV (con trasmissione cinque rapporti manuale) e 110 CV: quest’ultimo può essere scelto con cambio manuale a sei marce o col Dsg a sette. Infine, il serbatoio opzionale da 50 litri, offerto in alternativa a quello standard da 40, garantisce secondo la Casa un’autonomia che può superare i 900 km nel ciclo Wltp.

COMMENTI

  • Pulita, essenziale, pratica. Bellina pure fuori e dentro, peccato forse il navi un pò troppo avanzato ma tutto sommato, funziona bene (in fotografia). Bisognerà vederla dal vivo e soprattutto vedere il posizionamento di mercato visto che l'era delle Skoda "economiche" a meno che non si acquisti una entry level è finita da un pezzo. Costano quello che valgono, quindi non poco. Questa Fabia forse avrebbe le potenzialità per rappresenare ciò che era VW trent'anni fa: auto economiche e ben fatte, alla portata di tutti. Le Golf, Polo e Passat degli anni 80 e 90 in definifitiva. Ci scommetterei però che questa bella Fabia, allestita a dover e con quelche accessorio, come la vorranno tutti quelli che l'acquisteranno, arriverà come niente a 25 mila euro e anche più in là sconti permettendo. Staremo a vedere, brava Skoda comunque.
  • Sarà anche un buon prodotto, ma a me il marchio Skoda mi ricorda ancora troppo le auto di 20 anni fa, tipo Felicia o anche Fabia, Low-Cost anche se adesso sono molto migliorate e simili ad altre del gruppo. Rivenderle almeno qui da noi è stato fino a pochi anni fa, un problema, a meno che non fossero a prezzi irrisori. Anche la Seat ha problemi simili, e anche se ha un aspetto cheap di alcuni particolari, almeno esteticamente è gradevole. Quindi, senza scegliere un' Audi A1, che viene venduta a prezzo troppo alto per quello che offre e ha soluzioni estetiche molto discutibili al limite del ridicolo per il segmeto, forse la migliore (e concreta) risulta ancora essere la classica Polo. Parere personale. Stendiamo un velo pietoso sulle/a motorizzazione tre cilindri e sull'assenza di un diesel da 100-120cv. Piuttosto compro una youngtime!
     Leggi le risposte
  • TDI?
     Leggi le risposte
  • molto bella peccato solo che il diesel non sia più disponibile...
     Leggi le risposte
  • Certo che in VAG hanno delle fotocopiatrici eccezionali, le macchine gli riescono tutte perfettamente uguali! Non capisco, però, perché gli appiccichino badge diversi, potrebbero causare confusione
  • Concordo che è molto migliorata rispetto all'attuale, ma se ci focalizziamo solo sull'estetica, credo resti comunque la cenerentola della famiglia, tra tutte le "cugine" la più riuscita a mio gusto continua ad essere l'ibiza...
     Leggi le risposte
  • Visto che non c'è il diesel se gli aspirati sono a iniezione indiretta saranno perfetti per essere trasformati a GPL o metano..
     Leggi le risposte
  • Erano 2-3 anni che fabia non era più disponibile con diesel non vedo lo scandalo, no metano penso per "favorire" scala. Penso che anche questa versione non avrà grandi possibilità di successo in italia anche perchè vw non fa una gran politica prezzi che conta molto nel B. Design pulito e riuscito più di polo sia fuori che dentro, in un ambiente così moderno però effettivamente stona un pò il freno a mano tradizionale. Come abitabilità/bagagliaio siamo al top del segmento come su polo, anzi qui pare ancora di più.
     Leggi le risposte
  • Bella e riuscita- Finalmente linee tese e pulite, soprattutto la fiancata... Per questa fascia di mercato, non si capisce perchè non offrano più il diesel... Inoltre, non si capisce perchè sul 95cv non offrano (a pagamento) il cambio a 6 merce e il bracciolo passante sul divano posteriore. Il pianale del baule poi ,offre la possibilità dei 2 livelli? Ripeto: non capisco questa impossibilità di avere degli optional, pagandoli, ovviamente...
  • Sicuramente dalle foto sembra che la linea sia più gradevole della precedente. Per quanto riguarda volumi di vendita, saranno legati anche ai prezzi praticati: basta che il prezzo delle "sorelle" di casa (A1 - Polo - Ibiza) sia superiore per agevolarne l'acquisto. Recentemente sugli ultimi modelli di casa Skoda si sono visti prezzi un pò troppo elevati per un marchio low-cost...
     Leggi le risposte
  • dai è meno orrenda dell'attuale (non ci voleva molto), e pare meno brutta persino della gemella A1 ora mi raccomando: tremila prove, con tutte le motorizzazioni, allestimenti e colori, nonostante sia in pratica una cmd+C cmd-V di altre auto
     Leggi le risposte
  • la versione ibiza è la più bella, poi a1(citycarver), polo ed infine questa
  • Senza il diesel dovevano metterla almeno a metano visto che su Polo e Ibiza c'è.
     Leggi le risposte