Nuovi Modelli

Porsche Macan
Ultimo restyling prima del passaggio all’elettrico

Porsche Macan
Ultimo restyling prima del passaggio all’elettrico
Chiudi

La Porsche ha rinnovato la Macan con un secondo restyling che ne affina ulteriormente le doti dal punto di vista stilistico e dinamico. L'aggiornamento, che sarà commercializzato a ottobre con prezzi a partire da 62.917 euro in Germania, servirà a traghettare il modello fino al 2023, momento in cui verrà introdotta una Suv elettrica basata sulla piattaforma Ppe. Dal 2013 ad oggi, la Casa di Zuffenhausen ha costruito oltre 600.000 esemplari della Macan, per l'80% acquistati da clienti che per la prima volta entrano nel mondo Porsche.

Porsche AG

Fuori cambia poco, dentro si rinnova. Per riconoscere la Macan restyling è sufficiente osservare la mascherina frontale, ora più larga e aggressiva, dotata di finitura nera sulla variante GTS. Sono inoltre previsti per tutta la gamma un nuovo diffusore, i gruppi ottici a Led e gli specchietti Sport Design. La gamma delle tinte esterne è stata arricchita con l'aggiunta delle varianti Papaya e Gentian Blue, mentre per la sola GTS è previsto anche il Python Green. Le novità sono più evidenti nell'abitacolo, dove debutta una plancia rinnovata con la console centrale ridisegnata per allinearsi all'immagine degli altri modelli Porsche: sono previsti comandi a sfioramento e una nuova leva del cambio, inoltre l'infotainment di ultima generazione viene gestito attraverso lo schermo da 10,9" Full HD. Il volante GT Sport è in comune con la Porsche 911.

Da 265 a 440 CV senza elettrificazione. La gamma mantiene lo schema classico con Macan, Macan S e Macan GTS, ma cambiano le specifiche dei propulsori, per ora senza il ricorso all'elettrificazione. Il modello base è ora dotato di un 2.0 turbo, totalmente rinnovato, da 265 CV, che consente di toccare i 100 km/h in 6,2 secondi. La S adotta il V6 2.9 biturbo nella variante da 380 CV per toccare i 100 km/h in 4,6 secondi, mentre la GTS offre il V6 da 440 CV per 272 km/h di punta massima e 4,3 secondi per lo scatto da fermo a 100 km/h. Per tutte l'unica trasmissione disponibile è quella automatica doppia frizione Pdk con trazione integrale PTM.

Il massimo con il GTS Sport Package. Il telaio è stato ulteriormente affinato per bilanciare confort e piacere di guida: in particolare, è stato aggiornato il software delle sospensioni pneumatiche PASM offerte di serie sulle V6 e in opzione sulla 4 cilindri. Già dal modello base i cerchi misurano 19 pollici, mentre la S monta quelli da 20". La versione GTS, inoltre, adotta una variante Sport dell'assetto con altezza ridotta di 10 mm e tarature specifiche e in opzione può essere dotata del GTS Sport Package, che rende disponibile i cerchi da 21" con pneumatici sportivi, il pacchetto Sport Chrono, i sedili sportivi con 18 regolazioni elettriche, le finiture di carbonio interne e il torque vectoring sull'asse posteriore (PTV Plus).

COMMENTI

  • ........... ma cambiano le specifiche dei propulsori, ""per ora senza il ricorso all'elettrificazione"". Quel per ora cosa vorrebbe dire ?
  • Ottimo restyling di sostanza come da tradizione tedesca. Utilissima, soprattutto in un'auto che si prefigge di andare veloce, la plancia piena di tasti a sfioramento. Aspettando la propulsione a batteria per completare il predigree Porsche.
     Leggi le risposte