Nuovi Modelli

Alfa Romeo Tonale
Quadrifoglio e GTA, impossibile non immaginarle

Alfa Romeo Tonale
Quadrifoglio e GTA, impossibile non immaginarle
Chiudi

Non tutte le nuove Alfa Romeo avranno una versione sportiva. Al riguardo, Jean-Philippe Imparato è stato piuttosto chiaro: se un'auto non si presta a essere evoluta in una Quadrifoglio, non avrà una variante ad alte prestazioni. Un esempio può essere la futura B-Suv attesa nei prossimi anni: visto il segmento, non sarà necessario inserire nei listini un motore con 200 o più cavalli. La Tonale, però, potrebbe prestarsi alla cura Quadrifoglio e, perché no, anche a quella GTA immaginata in questo rendering dal designer Xtomi. Anche se la base è quella della Jeep Compass, la Suv appena presentata dispone di svariati aggiornamenti al telaio pensati per migliorare la dinamica di guida e supportare propulsori più potenti.

Nuovo motore, nuovo look. Se la Quadrifoglio si farà, le novità più succose saranno sottopelle, con irrigidimenti per la piattaforma, un nuovo assetto, carreggiate allargate, freni maggiorati e, dulcis in fundo, un nuovo propulsore abbinato alla trazione integrale. Proprio su quest'ultimo, però, c'è la maggiore incertezza: sarà un turbobenzina con elettrificazione leggera o un plug-in ad alte prestazioni? La strada dell'ibrido alla spina sembra la più semplice: basterebbe montare un quattro cilindri più potente all'anteriore, magari un 2.0 turbo, aggiornando la trasmissione e il propulsore elettrico posteriore per arrivare oltre i 300 CV o addirittura a 400, affiancando concorrenti come l'Audi RS Q3 o la Cupra Formentor VZ5, che di cilindri ne hanno cinque ma non sono plug-in. L'altra strada, meno probabile ma più intrigante per gli appassionati, è quella di impiegare solo un quattro cilindri a elevata potenza, magari derivato dal 2.0 turbobenzina da 256 CV con cambio automatico a nove rapporti già previsto sulla Tonale per alcuni mercati. Le modifiche tecniche saranno accompagnate da una nuova veste estetica, con dettagli di carbonio, paraurti più aggressivi, passaruota allargati con prese d'aria aggiuntive e un alettoncino posteriore più profilato, senza dimenticare l'ormai immancabile estrattore con i quattro scarichi tondi ormai divenuti firma delle Quadrifoglio moderne.

COMMENTI

  • dato il pianale non certo nobile, lo vedrei bene col 1750 della giulietta quadrifoglio, magari opportunamente modificato per raggiungere la soglia dei 300cv, abbinato alla tecnologia 48v che aggiunga 20-30cv e coppia per le riprese dal basso, senza esagerare con la grandezza della batteria
     Leggi le risposte
  • È già grasso che cola che ci sia una Tonale e che, grazie ai francesi, non stia la a rincorrere la concorrenza ma presenti delle primizie tecnologiche mai viste fino ad ora. E sarà tantissimo se, sempre grazie ai francesi, sarà aggiornata e non lasciata agonizzare per i prossimi 10 anni. Quadrifoglio? Magari, ma è già così dobbiamo andare ad accendere i ceri a S. Antonio (anzi Filippo): i programmi di Fiat erano già scritti ed erano gli stessi seguiti per Lancia
     Leggi le risposte
  • Dite quello che volete, ma la Tonale è proprio bella...
     Leggi le risposte
  • Sull'elettrico o ibrido non ci penso proprio. Sulle versioni da 256 cv la domanda è che ci faccio se poi ho i limiti a 130 km/h, la risposta è sono soldi sprecati.
  • Ma non è ancora detto che il futuro dell'automobile debba essere elettrico. Sono convinto che i motori termici resisteranno ancora a lungo, almeno fino a quando non si sarà capito (e ne siamo ancora ben lontani) come produrre l'enorme quantità di energia elettrica necessaria al trasporto su strada. Soprattutto se non si vuole la fissione nucleare e si dovrà attendere la fusione. Perché una cosa è certa: da vento e sole non siamo in grado di trarre tutte l'energia che ci serve. Se i costruttori vorranno far quadrare i conti, dovranno affidarsi ai motori termici, magari con qualche aiuto elettrico, per tenere contenute le emissioni.
  • Una AR elettrica sarebbe una bestemmia, ma temo che la faranno
     Leggi le risposte
  • E l'ultimo ad arrivar, fu Gambastorta! Stellantis non si smentisce: mentre tutte le Case si affannano a comunicare la data di cessazione della produzione degli endotermici, Stellantis dicevo, presenta un nuovo modello - senza alcuna accenno alla 100% elettrica -. Chi è causa del suo mal, pianga se stesso. Amen.
     Leggi le risposte
  • Le probabilità che la facciano sono molte basse, almeno questa è l'impressione che si ha ascoltando la risposta chiara di Imparato sull'argomento, ma la voglia di ricamarci su è davvero inesauribile (come sui cerchi...).
     Leggi le risposte
  • Senza scomodare il QV che tanto non se lo comprerà nessuno...spero vivamente propongano (se sono furbi) svariate personalizzazioni della macchina, vero tallone d'achille delle Giorgio. Prendete il suv del momento: Formentor. Guardatela bianca coi cerchi base e grigia coi mega cerchi e particolari ramati. Non sembrano nemmeno la stessa auto. Ovviamente vende quella più accattivante.
     Leggi le risposte
  • Veramente bella, bravo X-Tomi. Modelli di questo tipo credo servano più a farsi pubblicità che a fare profitti. Magari più che una versione specifica potrebbero fare un kit di potenziamento motore ed estetico montato dai concessionari prima della consegna. Cerchi specifici, scarichi Akrapovic, centralina , turbina ......
  • Una possibile scelta "razionale" potrebbe essere il 2.0 litri benzina della Stelvio in declinazione 250 CV (per aggirare il superbollo) abbinato ad un motore elettrico con potenza complessiva superiore ai 330-350 CV e trazione integrale. Verrebbe fuori una vera bomba.
  • ....un osservazione estetica : il cerchio 3d 'quadrifoglio' cambia di molto l'estetica della vettura. quello dei modelli di presentazione è 'triste' e 'piatto'. basta poco per migliorare.
  • L'incognita maggiore sarebbe l'installazione in posizione trasversale del 2.0 turbo di Giulia e Stelvio nato per la disposizione longitudinale e della relativa trasmissione che dunque sarebbe inedita, ma se come scrive Magni ciò è stato già previsto per alcuni mercati (sarebbe interessante sapere quali perchè non so se Tonale andrà pure in USA, difficile credo), allora la strada tecnica per una Quadrifoglio e/o una GTA sarebbe in discesa. Poi ovviamente ci sarebbe da superare pure l'ostacolo burocratico/finanziario che tante volte ha bloccato progetti già pronti della ex FCA, ma su questo penso sia giusto nutrire speranze che il nuovo management abbia altro modus operandi....
     Leggi le risposte
  • Articolo giornalistico dai contenuti impeccabili. Speriamo che lo legga anche Imparato!...
  • Plug in o no una versione quadrifoglio della Tonale è imprescindibile, è nell'essenza del marchio! L'Audi ha un 2.0 turbo da 310 hp, quindi il riferimento deve essere quello. Per quanto riguarda un suv più piccolo della Tonale ho i miei dubbi, se Alfa vuole essere veramente premium, preferirei vedere un'erede della Giulietta per competere con BMW serie 1 e Mercedes A.
     Leggi le risposte