Nuovi Modelli

Nuova BMW Serie 7
In Europa si parte con l'elettrica i7

Nuova BMW Serie 7
In Europa si parte con l'elettrica i7
Chiudi

La Serie 7 come non l'avete mai vista. Dopo 45 anni e sei generazioni, la BMW ha rivoluzionato la sua ammiraglia nel design e nella tecnologia e introduce una serie di novità che permetteranno all'auto di rivaleggiare con le concorrenti più recenti. Ma non è finita qui: accanto alla Serie 7, viene infatti presentata la i7, ovvero la versione elettrica che si pone, a sua volta, all'apice della gamma "i", quella dei modelli a batteria. Le vendite cominceranno in Europa nel mese di novembre proprio con la versione elettrica, mentre le "sette" endotermiche seguiranno nel 2023. Inoltre, per il futuro la Casa bavarese ha già previsto l'introduzione di varianti blindate.

Stile di rottura, è il nuovo corso BMW. Se immaginiamo un mix tra la X7 restyling, la iX e la ventura XM possiamo capire come è stato sviluppato lo stile della nuova ammiraglia. Infatti, se le proporzioni restano quelle tipiche di una berlina di lusso, ci sono invece molti elementi di rottura rispetto al design che la BMW ha portato avanti fino a oggi. Nel frontale troviamo un doppio rene allungato verso il basso con cornice illuminata a Led e, soprattutto, gli inediti gruppi ottici su due livelli: quelli sottili superiori ospitano solo le luci diurne e gli indicatori di direzione (e sono disponibili anche nella versione con Swarowski all'interno), mentre i fari matrix Led principali sono più in basso, caratterizzati da una finitura scura. Le prese d'aria verticali ai lati completano l'impatto generale, ma sui modelli M è presente anche un ulteriore elemento di design che converge verso il centro e rende ancora più originale l'insieme. La fiancata è piuttosto classica: le uniche vere innovazioni sono le maniglie incassate e il profilo più massiccio del "gomito di Hofmeister" sul montante posteriore, mentre in coda spiccano i gruppi ottici, molto sottili, con effetto tridimensionale. La versione elettrica sarà riconoscibile per gli accenti in tinta "i Blue" e per la mascherina chiusa, mentre, per la prima volta, il reparto Individual offrirà anche verniciature bicolore. Le M saranno invece le uniche a sfoggiare i terminali di scarico a vista.

2022-bmw-serie-7-06

Curved Display con Interaction Bar al debutto. Lo spazio interno è una assoluta priorità, e per questo la BMW ha deciso di proporre la nuova ammiraglia solo nella variante a passo lungo: 3,21 metri a fronte di 5,39 metri totali, ovvero 130 mm in più rispetto alla versione precedente. L'interno, al quale si accede dalle portiere automatiche, che in futuro potranno essere anche azionate con la voce, segue la filosofia che BMW sta portando avanti all'insegna del totale minimalismo, ma sulla Serie 7 si inseriscono anche soluzioni inedite per quanto riguarda le finiture, con lo scopo di offrire ai clienti nuove soluzioni di personalizzazione. Il Curved Display con sistema operativo 8.0 e connessione 5G è il cuore dell'abitacolo e integra lo schermo da 12,3 pollici della strumentazione e quello da 14,9 pollici dell'infotainment iDrive. Anche la console centrale con il comando dell'iDrive, le funzioni secondarie e il bilanciere della trasmissione sono inediti, ma la vera novità è rappresentata dalla BMW Interaction Bar, al suo debutto assoluto: si tratta di una fascia con finitura simile al cristallo che percorre orizzontalmente tutta la plancia, abbraccia i pannelli porta e integra superfici touch retroilluminate. Grazie alla funzione MyModes, che gestisce tutti i parametri di bordo personalizzabili, è possibile modificare i comandi presenti in queste aree secondo le preferenze del guidatore, dando, per esempio, priorità a quelli del climatizzatore rispetto ad altre funzioni. In questa fascia vengono inoltre visualizzate le animazioni legate al Personal Assistant e possono essere impostati colori ed effetti legati a circostanze particolari, come per esempio l'arrivo di una chiamata. Infine, questa tecnologia integra gli avvisi del Safe Exit delle portiere. Sulla nuova Serie 7 il volante è stato ridisegnato: ora presenta comandi con feedback aptico e la sezione inferiore piatta, sia per la versione a due razze che per quella M, a tre.

2022-bmw-serie-7-08

Il Theatre Screen da 31,3 pollici. Per i passeggeri posteriori è previsto un salotto di altissimo livello, specie optando per l'opzione Executive Lounge con i sedili separati climatizzati e reclinabili e le innovative finiture che combinano la pelle Merino Individual con il cashmere. Degno di nota anche il debutto del BMW Theatre Screen, uno schermo 8K da 31,3 pollici a scomparsa sul padiglione. Il display integra la Amazon Fire TV, è collegato all'impianto audio Bowers & Wilkins 4D con 36 diffusori e ai display touch da 5,5" nei pannelli porta.

Mild e plug-in hybrid benzina, ma c'è anche il diesel per l'Europa. La BMW ha annunciato una gamma completa di motorizzazioni endotermiche per la Serie 7, specificando però che alcune saranno proposte solo al di fuori del mercato europeo. Per tutte è prevista una forma di elettrificazione mild hybrid 48V o plug-in hybrid e, in Europa, è ancora offerta l'opzione del diesel, nonché la doppia scelta tra la trazione posteriore e quella integrale. Alla base della gamma troviamo il sei cilindri 3.0 TwinPower Turbo della 735i (286 CV e 425 Nm per 181 g/km di CO2) e della 740i (380 CV e 540 Nm e 159-183 g/km), entrambe studiate espressamente per il mercato cinese e statunitense. A seguire sono previste la 760i xDrive con motore V8 4.4 biturbo da 544 CV e 750 Nm (255 g/km), la 740d xDrive con motore sei cilindri 3.0 diesel da 300 CV e 670 Nm (157-182 g/km), la 750e xDrive plug-in hybrid sei cilindri 3.0 da 490 CV e 700 Nm (22-28 g/km) e la sportiva M760e xDrive plug-in hybrid sei cilindri 3.0 da 571 CV e 800 Nm (25-28 g/km). Le due plug-in adottano una versione specifica del cambio automatico Steptronic a otto marce che integra il motore elettrico da 200 CV e l'elettronica di controllo. La batteria da 18,7 kWh (ricaricabile da 7,4 kW) consente di percorrere da 80 a 89 km in modalità totalmente elettrica nel ciclo Wltp. La M760e risulta anche la più rapida della gamma con 4,3 secondi per toccare i 100 km/h da fermo, mentre la velocità massima è limitata a 250 km/h (140 con il solo motore elettrico). 

2022-bmw-i7-40

Elettrica in due versioni fino a 625 km di autonomia. Per quanto riguarda la variante elettrica i7 xDrive60 la Casa dichiara una potenza di 544 CV e 745 Nm erogata dai due motori elettrici. I 100 km/h vengono raggiunti da fermo in 4,7 secondi, mentre la velocità massima è autolimitata a 240 km/h. Il consumo medio Wltp è compreso tra 18,4 e 19,6 kWh/100 km con un'autonomia (di omologazione) variabile tra 590 e 625 km. Le batterie da 101,7 kWh possono essere caricate con sistemi rapidi 195 kW per recuperare fino a 170 km di autonomia in 10 minuti. Particolare attenzione è stata rivolta all'ottimizzazione del recupero dell'energia e all'uso dei dati provenienti dalle telecamere di bordo e dal Gps per prevedere il comportamento del veicolo sulla strada. Gli stessi dati sono inoltre fondamentali per gestire la temperatura delle batterie in funzione di una imminente ricarica: la BMW ha sviluppato anche un sistema capace di memorizzare postazioni di rifornimento e valori personalizzati di energia massima recuperabile in funzione delle abitudini dei clienti. In un secondo tempo verrà introdotta una seconda versione elettrica, denominata i7 M70 xDrive: per lei è prevista una potenza massima di circa 660 CV e 1.000 Nm per poter toccare i 100 km/h da fermo in un tempo inferiore ai 4 secondi. Per questo modello è previsto un consumo medio, calcolato nel ciclo Wltp, compreso tra 21,2 e 26,4 kWh/100 km. 

2022-bmw-i7-11

Telaio e sospensioni. Tutte le versioni della Serie 7 e della i7 hanno di serie le sospensioni pneumatiche con altezza regolabile (da -10 a +20 mm), mentre rimane opzionale l'asse posteriore sterzante (fino a 3,5 gradi). L'opzione dell'Executive Drive Pro permette inoltre di contare sulle barre antirollio attive gestite dall'impianto 48V di bordo, che adottano un software specifico sulle versioni M. Per quanto riguarda le ruote le versioni d'ingresso, quest'ultime utilizzano cerchi da 19" mentre le M adottano i 21", ma in opzione sono previsti anche le misure da 20" e 22", abbinate a diverse tipologie di pneumatici la cui pressione è controllata da un nuovo sistema di intelligenza artificiale capace di prevenire danni e forature.

Pronta per il livello 3 SAE, al debutto le telecamere di Mobileye. La BMW ha dichiarato di essere pronta, in futuro, a rilasciare sulle Serie 7 e i7 gli Adas di livello 3: l'hardware è già predisposto ed è previsto il collegamento con il BMW Cloud, che avviene attraverso la connessione 5G di bordo. La vettura è dotata di telecamere a 8 megapixel fornite dalla Mobileye (al debutto nel mondo automotive) mentre gli aggiornamenti da remoto permetteranno di dotare le vetture dei software più evoluti sviluppati dalla Casa. Al momento del lancio, saranno disponibili tutte le funzioni di livello 2 più avanzate tra cui il Collision Warning, il Crossroads warning, Il Parking Assistant con Reversing Assistant, l'Active Cruise Control con funzione Stop&Go, lo Speed Limit Assist, l'Evasion Assistant e il Lane Departure Warning, mentre con i pacchetti opzionali Driving Assistant e Driving Assistant Professional si aggiungeranno anche il Lane Change Warning, il Rear Collision Prevention, il Rear Crossing Traffic Warning, l'Exit Warning lo Steering e Lane Control Assistant (attivo fino a 180 o 210 km/h in base al pacchetto), l'Emergency Lane Assistant con Active Navigation, il Road Priority Warning, lo Wrong-way Warning, l'Emergency Stop Assistant, il Drive Recorder e il Park Assistant Plus con 3D View e Remote 3D View. 

COMMENTI

  • Commenti negativi da persone che non hanno chiaro chi acquista quest auto. Il proprietario dell' auto siede dietro non davanti. Punto secondo e' pensata per il mercato Americano e Cinese dove gli autisti appunto portano a spasso i ricchi di turno. Non e' piu' l'auto degli anni '80 status symbol del capitano di industria o del manager Italiano.
     Leggi le risposte
  • Ormai la svolta cafonal chich è irreversibile. Fra berline, coupé e suv fanno a gara a chi è più tamarra
  • Stile di rottura. In effetti rompe * vedere un marchio come BMW cosi maltrattato.
  • aerodinamica estrema a scapito dell'abitabilità.... Audi e Mercedes staranno stappando lo champagne.
  • da possessore di BMW dico che il nuovo corso stilistico, e non parlo del doppio rene della serie 4 che non è per niente male, mi lascia al quanto perplesso a cominciare dalla grafica della strumentazione che secondo me è la peggiore delle tre tedesche e poi questi due mostri la 7 e la x7 eleganza zero e se devono fare concorrenza a classe S e Range Rover. e? evidente che non sono modelli per il mercato europeo.
  • Dopo aver visto immagini e video su internet, riporto altre mie impressioni. Per quanto riguarda l´esterno aggiungo che lo sbalzo anteriore é effettivamente troppo lungo, i particolari in blu sulla carrozzerie delle versioni elettriche non si addicono ad un prodotto di lusso. I paraurti anteriore e posteriori delle versioni endotermiche sembrano quelli di un´auto da gara e non di una berlina di lusso. Brutta anche l´etichetta identificativa del modello con il 7 piú grande degli altri numeri (da l´idea di uno sbaglio - vedasi foto con 760). Per quanto riguarda gli interni, forse é la parte meno riuscita del progetto. Il megatablet effettivamente sa molto di prodotto industriale (come i tablet che ci sono sui trattori per comandare i vari dispositivi) piú che prodotto di lusso. Sedili in bicolore grigio che mi hanno ricordato quelli delle Citroen (con altri colori l´impressione é diversa). Sono i pannelli porta, comunque a deludermi. Mi danno l´impressione di essere economici, senza una modanatura in legno o carbonio (come sulla plancia e tunnel centrale). Piano black intorno all´ iDrive che si riempie di impronte e da una impressione di economico. Volante a 2 razze, ormai é una moda. Tutta la fascia in cristallo o plastica trasparente ha un aspetto veramente cheap.
     Leggi le risposte
  • soddisfa esibizionisti e gente di cattivo gusto
     Leggi le risposte
  • finalmente dei motori plug in seri, la bmw era rimasta troppo indietro si è vero, non sono ne carne ne peso, ma attualmente l'autonomia degli elettrici è ridicola, e per almeno 4/5 anni i plug in ibridi sono quelli più "usabili" (tranne chi gira sempre in città o simili)
  • Nun se pò vedé..! Una delle BMW più brutte di sempre .....
  • Bella ed originale, come già la IX d'altronde sarà molto richiesta e terrà un alto valore del prezzo da km0 e semestrale. Peccato abbia perso la versione a passo corto. Comunque per piacere di guida la S8 può dormire sonni tranquilli.
  • Credo. come molti. che sia un prodotto concepito non per il mercato europeo ma quello cinese e al limite nord americano. Già ora di serie 7 non se ne vedono molte ora con un stile cosi azzardato, per essere gentili, nessuna.
     Leggi le risposte
  • Mastodontica e americaneggiante... Bocciata.
  • Boh..leggo alcuni commenti sotto che nn mi aspettavo. C'ha lo sbalzo anteriore di un SUV a trazione anteriore, sembra un panettone; il cofano altissimo va giù dritto quasi senza pendenza e la linea di cintura è alta come fosse una Rolls. Dentro sfoggia il megadash che MB ha rottamato da 'mo è nn è esteticamente appagante secondo me. Nn è questione di fare i boomer con lancette analogiche e compagnia, è cheap come design ed è già sorpassato come tipologia nelle luxury. Bocciatura totale.
     Leggi le risposte
  • Un panzer elettrico 🤭🤭
  • Calandra troppo grande per i miei gusti, ma che senza la targa messa in mezzo all'ultimo come su m3,sr4 ha una sua logica, per il resto un design più sobrio e non over design.
  • Una serie 7 che si ispira al passato. Finalmente si ritorna a un design sobrio, con poche linee. Direi in stile Bangle. Bene il greenhouse e l´Hofmeister che si ispirano a quelli della E23 e E32. Alcuni richiami nella linea del cofano motore alla E9. I 3 volumi, nel classico stile BMW, tuttavia cofano motore e cofano bagagliaio sono un po´troppo alti. Per quanto riguarda il muso, da quando hanno introdotto il doppio rene gigante, questa la ritengo la migliore realizzazione. Tuttavia il doppio rene lo avrei preferito piú piccolo. I fari sdoppiati danno carattere e proporzione al muso, ma, a mio avviso, dovevano mantenere la coppia di fari circolari. Anche l´interno mi ricorda le realizzazioni minimaliste di Bangle (E65), comunque la parte dell´auto che, dal mio punto di vista, necessita di essere vista dal vero per darne una valutazione. Nella galleria di foto, quelle nera, probabilmente anche con il pacchetto M , la trovo tamarra. Non gli si addice. Certo la bellezza delle prime 3 serie 7, E23, E32 e E38 é inarrivabile, ma la trovo comunque affascinante.
  • Concordo. Più brutta di così non la disegnavo nemmeno io. La venderanno solo in Cina. Addio ai tempi in cui una 735 o una 750 erano al top dei miei desideri
  • Gli interni sarebbero da esporre in una galleria d'arte moderna, il muso in una galleria degli orrori !
  • Ma anche no grazie.
  • E' di una bruttezza disarmante, d'altronde è fatta apposta per il mercato cinese, che ci vuoi fare.
  • certo che definirla orrenda è farle un complimento. Ok, lo so che il mercato di riferimento anche in termini di design è la Cina, dove basta avere una calandra da compensazione per ipogonadismo per essere apprezzati sul mercato, ma si fa fatica a capire se hanno messo il frontale della Hyundai Kona su una Lexus. Vabbè, tanto non sono io il loro cliente tipo e quindi fanno bene a farle cosi' se le vendono.