Nuovi Modelli

Peugeot 408
La crossover che mancava - VIDEO

Peugeot 408
La crossover che mancava - VIDEO
Chiudi

La definiscono fastback ed entra nei listini senza sostituire alcun modello esistente. Peugeot usa la carta dell'originalità presentando la 408, un modello elettrificato che si inserisce nella parte premium del segmento C e che sarà costruito nella fabbrica di Mulhouse e in quella cinese di Chengdu. Il debutto in Europa è previsto all'inizio del 2023. 

Peugeot 408: un po' berlina, un po' Suv

4,7 metri con tanto spazio per persone e cose. La 408, sviluppata sulla piattaforma Emp2, è lunga 4,69 metri e, con un passo di 2,79 metri, vuole dare grande risalto al comfort dei sedili della seconda fila. La linea discendente del lunotto non limita il bagagliaio, che offre spazio variabile da 536 a 1.611 litri. Con gli imponenti cerchi da 20" e le linee scolpite riprese dagli altri modelli Peugeot di ultima generazione, la 408 riesce anche a nascondere la sua reale stazza: con una altezza di 1,48 metri è infatti 4 centimetri più alta della 308 Station Wagon ma ben lontana da suv e crossover. Come per la nuova 308 ritroviamo anche sulla 408 il logo Peugeot ridisegnato ed il trattamento nero lucido di alcune superfici che aggiungono un ulteriore tocco sportivo.

L'i-Cockpit di ultimo grido. Gli interni propongono l'ultima generazione dell'i-Cockpit con l'infotainment i-Connect ed il volante di dimensioni particolarmente contenute. Le informazioni sono gestite attraverso i due display da 10", mentre il cambio automatico, by wire, è comandato da una levettina a filo che libera spazio nella console centrale. L'infotainment prevede la possibilità di salvare fino a 8 profili che includono anche le regolazioni dei sedili, la climatizzazione e le visualizzazioni dei dati, inoltre la connettività con gli smartphone è wireless. Fondamentali per il comfort anche i sedili anteriori certificati AGR, con possibilità di ottenere anche regolazioni elettriche e funzione massaggio e con rivestimento in tessuto, Alcantara o pelle Nappa in base all'allestimento. Ai passeggeri posteriori sono invece dedicate le bocchette di areazione specifiche nella console centrale. Tra gli optional è previsto il sistema di filtraggio dell'aria Clean Cabin e l'impianto audio Focal da 690 Watt a 12 vie. 

Peugeot 408: dietro le quinte della produzione

Due plug-in hybrid ed un benzina entry-level. In occasione del lancio, la 408 viene declinata in tre versioni a benzina a due ruote motrici: accanto alla entry level Puretech 130 CV, fanno la parte del leone le due plug-in hybrid da 180 e 225 CV con il powertrain già proposto su altri modelli del Gruppo Stellantis ed abbinati sempre e solo al cambio automatico otto marce. La batteria da 12,4 kW può essere ricaricata con il sistema di bordo da 3,7 kW in poco meno di 4 ore, ma in opzione è previsto quello da 7,4 kW. Per tutte le versioni i dati relativi a prestazioni, consumi ed emissioni sono ancora in fase di omologazione. La Peugeot ha confermato comunque che per la 408 è prevista in futuro anche una versione totalmente elettrica, che dovrebbe quindi riprendere le soluzioni attese a breve sulla analoga variante della 308. 

Priorità all'efficienza. Per contenere i consumi e le emissioni la Peugeot ha lavorato sul fronte della massa e dell'aerodinamica: la versione base dichiara 1.396 kg nonostante le dimensioni ed è stato portato avanti un particolare studio sui flussi d'aria nella zona posteriore per migliorare l'efficienza. Qui troviamo due appendici laterali al limite del tetto (definite orecchie di gatto) con funzione aerodinamica, ma che si trasformano anche in un ulteriore elemento distintivo di design. Pure i cerchi di lega sono stati studiati in funzione dell'ottimizzazione dei vortici d'aria ed in generale il progetto è stato impostato da subito dando priorità all'efficienza grazie all'assenza di legami con altri modelli già esistenti. 

2022-peugeot-408-06

Adas al massimo. La 408 offre un pacchetto completo di Adas di livello 2, allineandosi con le specifiche più complete del segmento. La vettura offre infatti l'Adaptive Cruise Control, l'Active City Brake, il Lane Keeping Assist, il Driver Attention Alert, il Traffic Sign Recognition, il Night Vision System, le telecamere a 360 gradi e la gestione automatica degli abbaglianti dei fari Matrix Led. Con il pacchetto opzionale Drive Assist 2.0 si aggiungono invece la funzione Stop&Go del Cruise Control, il Lane Positioning Assist, Lane Change semiautomatico (da 70 a 180 km/h) e il sistema che mantiene in automatico i limiti di velocità in base alla segnaletica. 

COMMENTI

  • Massive presence!! Preferisco la Tonale, ha piu armonia nelle linee!!!
  • Ah! l'high cock-pit: siamo sicuri che il volante "schiacciato" sia sicuro ?
  • Sembra un bel prodotto, sono curioso di vedere se avrà successo anche perché è un tipo di auto che si usa sempre meno. Da vedere dal vivo per giudicare bene l’estetica, peccato che l’unico motore solo a benzina è da 130cv, assolutamente sottodimensionato per un’auto di queste dimensioni.
  • Molto interessante, anche se molto vicina alla Citroen C5X. Qui la spacciano per segmento C, ma lunga 4.69 m è decisamente un D a mio parere.. e i prezzi ho paura saranno alti di conseguenza..
     Leggi le risposte
  • Interessante fuori ma dentro troppo spigolosa e con poco spazio per il conducente come sulla 3008 provata e bocciata. Avrebbe dovuto essere piu' alta della 3008 per essere un vero SUV sportivo superiore e invece si colloca nella zona limbo che nessuno vuole. Ne carne e ne pesce. Fallira' di sicuro.
     Leggi le risposte
  • Come C5 X appartiene ad un segmento inesistente. Almeno Peugeot ha la 308 SW
  • Bellina. Forse un po in ritardo
     Leggi le risposte
  • Un'altra Alfa Romeo che avrebbe potuto essere, come la Formentor. Dalle foto mi unisco al plauso degli altri: si fa notare. Come si fa notare la nuova DS4, che se continuano su questa strada, comincerà a non essere più la marionetta dei marchi sedicenti premium. Se le news di Bond sono veritiere (prossima Alfa ricalcherà lo stesso concetto di auto) sono molto curioso di vedere cosa ne esce. Quoto infine nuovamente Bond: nuova sostanza non ce n'è, tutta fuffa buona per vendere agli allocchi. Tant'è, ma forse qualcuno non lo aveva ancora capito, che PSA come tecnologia era al palo tanto quanto (anzi forse più di FCA) e l'acquisizione di Opel, oltre a portarsi a casa la fetta di clientela affezionata al marchio, serviva a mettere sotto chiave qualche brevetto interessante. Infatti la barzelletta dei 4 bulloni è semplicemente la cartina tornasole del reale livello tecnico dei francesi. L'abilità del gruppo PSA è stata quella di mettere i manager giusti al posto giusto, quello che è mancato alla nostra cara vecchia Fiat, con una proprietà intenta solamente a vendere la baracca quindi messa in mano al grande liquidatore.
     Leggi le risposte
  • Vettura molto carina bella fuori e dentro, solo che il tre cilindri credo sia veramente inadeguato capisco su 208 abbastanza su 308 ma su questa ed oltre no assolutamente. Ci starebbe bene il nuovo 1500 da 130 e 160 CV montato su Tonale ed inoltre HDi 1500 ancora molto valido.
  • Il prodotto "c'e" (pare dalle foto...) Non mi piacciono quei "graffi" luminosi riprodotti (stucchevolmente) su tutti i prodotti Peugeot che involgariscono parecchio le linee tese e pulite di Peugeot. Inoltre, anche quì riproposta la versione 2 vol. e mezzo. (Ricalca la filosofia Citroen...) Ma non erano linee morte qualche anno fa'? L'andamento del padiglione nella 3a luce, non mi piace. Manca di decisa personalità. Sembra un tentativo abortito di ricerca di nuove linee... Bello il muso davanti (tranne i graffi) e l'interno-.
  • Finalmente qualcosa di originale e bello ..,come una vera boccata d'aria fresca . Chapeau !
  • Bel prodotto, peccato per le ruote da carretto siciliano, avrebbe avuto più senso con dei 17" a spalla alta.
  • Da tenere d'occhio questo concetto su alcuni siti dicono che la prossima D alfa su EMP rinominato sarà qualcosa di simile. Vedremo intanto questa come estetica è più riuscita della sorella Citroen, continuti come sempre nulla di nuova, ma psa è fortissima sulla qualità... apparente.
     Leggi le risposte
  • ad occhio e croce la versoine plug-in accessoriata come si deve costerà piu' o meno come la 3008, ossia sui 50k, follia pura.
     Leggi le risposte
  • ha 5 bulloni, è buona ma ha un brillantino in + nel metallizzato, bocciata
     Leggi le risposte
  • Complimenti a loro. Hanno rivitalizzato il marchio, addirittura creano desiderio con un modello che non ha una ben precisa classificazione. Non mi convincono le prestazioni, tutto il resto sì.
     Leggi le risposte
  • Molto "bella", diciamo particolare e ben riuscita, sul versante estetico. Tecnica "normale". Prezzi, boh, per adesso... e saranno quelli a decretarne le sorti, come sempre. Il versante francese di Stellantis sembra non rinunciare quindi alla sua originalità stilistica in primis che l'ha sempre contraddistina, sarà un bene? Magari non necessariamente.
     Leggi le risposte
  • Esteticamente più gradevole della cugina Citroen, ma temo la solita crosta infarcita di elettronica con il reparto tecnico di un’utilitaria. Eccessiva in lunghezza e Diesel nemmeno a parlarne?