Primo contatto

Toyota GT86
Danzando sul ghiaccio in modalità Track

Toyota GT86
Danzando sul ghiaccio in modalità Track
Chiudi

“Se non è divertente da guidare, allora non è un’auto”. Alla Toyota hanno preso in parola il motto del loro presidente Akio Toyoda e messo a punto una specifica modalità Track per la GT86, che ha lo scopo di allargare le maglie dei controlli di stabilità e trazione, in modo da garantire al conducente un comportamento più coinvolgente, come ci si aspetta da una trazione posteriore con vocazione sportiva, senza interventi troppo invasivi dell’elettronica. Sarebbe bastata una qualsiasi pista, tra le tante a disposizione in Europa, per verificare le potenzialità dinamiche della GT86, ma proprio per enfatizzare questa inedita, divertente opportunità, gli uomini della Casa giapponese hanno scelto un terreno decisamente più insidioso: le piste ghiacciate della Lapponia.

Esperienza al Nürburgring. Anche se, per la verità, lo sviluppo di questa funzione della GT86 ha avuto spunto dalle competizioni, sfruttando anche le esperienze della Toyota alla 24 Ore del Nürburgring. Il sistema si attiva da una plancetta subito dietro la leva del cambio. Per inciso, un sei marce decisamente gradevole, con innesti secchi e corsa corta, in ottimo accordo col motore boxer da 200 cavalli, che non cambia. Sulla bassa aderenza, a seconda della modalità selezionata, le differenze di comportamento emergono in modo evidente. Si può scegliere tra una guida tranquilla, con l’elettronica che vigila e si fa sentire con decisione, appena la vettura tende a scomporsi, o un comportamento più dinamico, che lascia via via maggiore liberta al conducente. In questo contesto, il divertimento è garantito tra slalom, steering pad e gli altri classici esercizi di guida sul ghiaccio.

Interventi su assetto e scocca. Naturalmente, quest’esperienza finlandese non è trasferibile direttamente sull’asfalto, ma la sensazione è che il feeling di guida sia davvero gestibile, un risultato cui hanno contribuito anche gli interventi sull’assetto (taratura delle sospensioni, barra di rollio di diametro maggiore), oltre all’aumentata rigidità della scocca. Le novità, pero, non finiscono qui.

Nuovi dettagli, dentro e fuori. Quelle esterne sono minime, ma ben visibili. Riguardano soprattutto i nuovi gruppi ottici anteriori e i fanali posteriori, entrambi con tecnologia a Led, i paraurti e le prese d’aria maggiorate. Inedito anche il disegno dei cerchi a 10 razze da 17 pollici. Anche gli interni sono stati rinfrescati. In particolare, spiccano il nuovo volante di diametro ridotto di 3 centimetri e il pannello strumenti, dove è possibile anche visualizzare le performance della vettura, tra cui l’accelerazione laterale e longitudinale, le curve di coppia e potenza, un cronometro con una sorta di registro dei tempi segnati in pista. Insomma, tutta l’“attrezzatura” per enfatizzare l’anima sportiva di questa coupé. Inoltre, in testa alla console è stato inserito un nuovo display touch da 6,1 pollici del sistema multimediale e satellitare Toyota. Ben fatti, infine, i sedili anteriori, lievemente rimodellati per aumentarne la capacità di contenimento. La GT86 è già in vendita a 31.700 euro (prezzo di lancio 27.500). L’automatica costa 1.500 euro in più.

Da Rovaniemi, Marco Ghezzi

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Toyota GT86 - Danzando sul ghiaccio in modalità Track

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it