Sicurezza

Kia
Richiamo per 295.000 veicoli negli Stati Uniti

Kia
Richiamo per 295.000 veicoli negli Stati Uniti
Chiudi

Negli Stati Uniti, la Kia sta richiamando 295 mila veicoli a rischio incendio nel vano motore durante a causa di difetti costruttivi che potrebbero portare all'usura prematura delle bronzine. La Casa coreana ha affermato che la campagna coinvolge alcuni esemplari della Sorento prodotti tra il 2012 e il 2013, della Optima Hybrid (periodo 2011-2013), della Forte e della Koup (2012-2015), oltre ad alcune Soul realizzate tra il 2014 e il 2015 e varie Sportage del 2012. Anche la Hyundai, che nei giorni scorsi ha richiamato 129.000 vetture, sta implementando una campagna di sicurezza per lo stesso motivo.

La multa. Questo richiamo fa seguito a un’indagine della Nhtsa (l’agenzia federale degli Stati Uniti per la sicurezza stradale) avviata nel 2019 in seguito a degli episodi di incendio, non provocati da incidenti, occorsi sui veicoli dei due costruttori coreani. A luglio, l'ente governativo ha raccomandato di avviare una campagna di richiamo sui modelli maggiormente a rischio e il costruttore ha deciso "di richiamare alcuni veicoli come misura preventiva per attenuare potenziali pericoli di incendio". La scorsa settimana, inoltre, la Kia e la Hyundai hanno concordato una sanzione civile pari a oltre 173 milioni di euro, dopo che le autorità statunitensi hanno constatato che le due Case non sono riuscite a richiamare tempestivamente 1,6 milioni di veicoli con problemi ai propulsori.

La soluzione. Le officine dei concessionari ufficiali del marchio ispezioneranno il vano motore per rilevare eventuali perdite di carburante o olio, effettueranno un test diagnostico ed eseguiranno le riparazioni richieste, inclusa la sostituzione del propulsore, se necessario. La Kia, inoltre, ha confermato che sta attualmente sviluppando un aggiornamento del software dei sensori che monitorano le vibrazioni del motore per identificare la presenza di bronzine danneggiate o consumate, così da poterle sostituire prima che si verifichino guasti più seri.

COMMENTI