Tecnologia

Valeo
Lidar di terza generazione per il futuro dell'assistenza alla guida

Valeo
Lidar di terza generazione per il futuro dell'assistenza alla guida
Chiudi

La condizione essenziale per un veicolo a guida altamente assistita (o, in futuro assai più lontano, autonoma), è che sia in grado di conoscere esattamente ciò che accade attorno a sé e per questo è fondamentale che sia dotato di "occhi" elettronici molto sensibili. Il Lidar (acronimo di Laser Imaging Detection and Ranging) è lo strumento attualmente più sofisticato a disposizione delle Case e la Valeo, uno dei più grandi fornitori di componenti, è il leader indiscusso del settore, visto che il 99% dei Lidar montati sulle auto è prodotto dall’azienda francese.

Fino a 130 km/h. Il fornitore ha presentato la terza generazione di questo tipo di sensore, che ha risoluzione 12 volte maggiore, portata triplicata e angolo di visione più che raddoppiato rispetto al prodotto precedente. Il Lidar della Valeo è infatti in grado di ricostruire un’immagine tridimensionale dell’ambiente di fronte al veicolo a 4,5 megapixel e 25 fotogrammi al secondo. Grazie alle sue capacità di scansione e ai sofisticati algoritmi, che consentono di riconoscere e classificare tutti gli oggetti e le persone attorno all’auto, il nuovo Lidar Valeo potrà abilitare la guida semiautonoma fino a 130 km/h. Il sensore sarà prodotto in Germania, nello stabilimento di Weding in Baviera, e le sue prime applicazioni sono previste nel 2024.

COMMENTI

  • "o in futuro assai piu lontano, autonoma"... ragazzi di QR, skyscanner, biglietto Milano-San Francisco, scendere dall'aereo, contattare con l'area PR & Press di Tesla, prendere una Model S con FSD beta... e vi fate un bel giro OGGI in guida 100% autonoma... non serve "spaventare" il pubblico. Non siamo piu in epoca di oscurantismo, le informazioni ed i fatti sono evidenti e sono alla portata di tutti.
     Leggi le risposte