Eco news

Roma
Si fermano anche le diesel Euro 6

Roma
Si fermano anche le diesel Euro 6
Chiudi

Che fosse nell’aria da qualche tempo, lo si può dire. Ma la scontata battuta non esime dal constatare con amarezza come la demagogia della politica abbia ancora una volta preso il sopravvento sulla ragione. La dissennata prassi persecutoria nei confronti del diesel ha infatti spinto il sindaco di Roma, Virginia Raggi, a estendere per il 14, 15 e 16 gennaio il blocco della circolazione nella cosiddetta Fascia verde alle auto diesel Euro 6. Una scelta incomprensibile.

Un autogol. Il provvedimento (attivo negli orari 7.30-10.30 e 16.30-20.30, cioè quelli che interessano soprattutto i lavoratori) non tiene minimamente conto dei livelli di emissioni delle più recenti auto a gasolio (accomunate a quelle più obsolete), facendo strame degli sforzi di progettisti, costruttori e proprietari per realizzare, vendere e possedere un’auto allo stato dell’arte in fatto di efficienza e riduzione dell’impatto ambientale. La furia della sindaca Raggi, che già in passato si è ampiamente espressa in favore dello sterminio di questa stirpe d’inquinatori, non si arresta neanche davanti all’evidenza dei fatti, tecnici e no, in una città dove circolano autobus a dir poco obsoleti e dotati di una spiccata tendenza a prendere fuoco. Col risultato paradossale d’indurre i suoi concittadini ad acquistare sempre meno auto a gasolio di nuova generazione e conseguentemente di aumentare, con la maggiore diffusione di quelle a benzina, le emissioni di CO2. Senza contare che gran parte del particolato viene emesso anche dagli impianti di riscaldamento degli edifici che, pur essendo sottoposti a limitazioni, spesso non vengono effettivamente controllati. Un errore marchiano, perché secondo il XIV Rapporto Qualità dell'ambiente urbano dell'Ispra, focalizzato sulle fonti di inquinamento, nel 2015 a Roma le caldaie hanno generato 3.105 tonnellate di Pm10, contro le 1.021 tonnellate del trasporto su strada. L’ambiente, sentitamente, ringrazierà.

Il blocco nel dettaglio. Per l'amministrazione capitolina, l'ordinanza sarebbe dunque giustificata dagli "elevati livelli di inquinamento da Pm10 (superiori a 50 μg/m3) rilevati dalla rete di monitoraggio urbana e validati dall'Arpa, l'Agenzia regionale per la protezione ambientale". Come detto, la limitazione alla circolazione sarà applicata nelle due fasce orarie, dalle 7.30 alle 10.30 e dalle 16.30 alle 20.30 e coinvolgerà tutti i veicoli alimentati a gasolio, comprese le più recenti vetture di nuova immatricolazione. Il provvedimento ha disposto il prolungamento delle limitazioni alla circolazione già in vigore nelle giornate del 12 e del 13 gennaio 2020, durante le quali è stato imposto il blocco dalle 7.30 alle 20.30 per tutte le vetture benzina Euro 2 e precedenti, oltre che dei ciclomotori e dei motoveicoli Euro 0 e 1. Lo stop comprende la Ztl "Fascia Verde" e, conseguentemente, anche la Ztl "Anello Ferroviario" e la Ztl "Centro Storico".

Le domeniche ecologiche. Lo scorso 3 dicembre il Comune ha annunciato anche le date delle domeniche ecologiche con blocco totale del traffico all'interno della Ztl "Fascia Verde". Il primo appuntamento è fissato per il 19 gennaio, mentre le domeniche successive sono quelle del 9 e 23 febbraio più il 29 marzo. Durante queste giornate, le cui date sono state fissate analizzando le statistiche sull'andamento metereologico e tenendo conto di festività religiose e grandi eventi sportivi, è previsto un potenziamento dei servizi di trasporto pubblico.

COMMENTI

  • Da denuncia, prima ti fanno acquistare poi le bloccano in garage. Tutti a casa impossibilitati ad andare al lavoro senza un mezzo di trasporto. Vedrete che quando qualche milione di persone si mette in malattia, e l'Inps deve pagare alla fine qualcosa si sbloccaa. O si ritorna al cavallo.
  • La qualità dell'aria odierna è enormemente migliorata rispetto a qualche decennio fa, quando tutte le auto, autocarri erano pre-euro e molti si riscaldavano ancora a carbone o a “nafta”; lo dimostra la nebbia, un tempo onnipresente, e oggi una rarità. Per decenni siamo stati ben sopra i 200 microgr/m3 di PM10 , oggi siamo quasi sempre sotto i 50 . Questo perché negli ultimi anni sono stai imposti limiti che vengono continuamente e giustamente ritoccati al ribasso, tuttavia oltre un certo limite non ha più senso andare, perché i valori degli inquinanti sono già prossimi allo zero. Continuando di questo passo ci ritroveremo presto col dover bloccare tutte le auto elettriche per evitare che l'usura degli pneumatici e delle ganasce dei freni crei una atmosfera di PM10 irrespirabile.......
  • Vorrei far notare a fan dell' "astutilla" Raggi che una città, neache il mondo se per questo ma sopratutto una città, non è strutturata a compartimenti stagni. Eliminare una fonte, manco tutte ma una, di inquinamento da una zona lasciandole in quelle contigue non serve una beata mazza. Beh pensandoci... a una cosa di sicuro, a dimostrare che l'ignoranza è il male del futuro...
     Leggi risposte
  • Ragazzi piano con gli insulti e i commenti farlokki che poi vi trovano da dire.
  • Su un Quattroruote di una quindicina d'anni fa (l'ho scorso l'altro giorno, ora non ricordo il numero) c'è un bell'articolo molto tecnico, diverse pagine ricche di studi di riferimento, statistiche, in cui si narrano le lodi dei nuovi diesel Euro 4, assolutamente puliti. Purtroppo, la realtà ha dimostrato che erano più sporchi delle locomotive a vapore - e non è una battuta, ho visto fumate nere degne di un film western da compromettere la vista a chi segue per diversi secondi. Piaccia o meno, il diesel è un motore che inquina spaventosamente, forzato all'uso automobilistico, che non ha alcun futuro.
     Leggi risposte
  • Non so se s'è capito in questi ultimi mesi (per molti parrebbe di no), ma il sito di Quattroruote accetta massimo una risposta sotto ogni commento, tutte le risposte eccedenti la prima vengono "Mangiate" quindi è perfettamente inutile scriverle, bisogna postare un nuovo commento su in alto per far si che venga pubblicato.....
  • Con il monitoraggio dell'aria si può risalire alla fonte dell'inquinamento,cioè se riscaldamento a gasolio,metano,auto a benzina o diesel. Da lì si può vedere che a Torino l'inquinamento da riscaldamento e' la metà di Milano. Ciò grazie al teleriscaldamento che ce' a Torino in parte della città Bisogna avere i piedi per terra per affrontare certe questioni se non si vuole fare pagare un prezzo elevato ai ceti più poveri. Bisogna eliminate il riscaldamento a gasolio passando alle caldaie a condensazione,che sono già incentivate. Bisogna farlo per quelle condominiali e per quelle singole. Le Regioni e/o i Comuni potrebbero affiancare al già esistente bonus fiscale statale di incentivazione delle caldaie a condensazione ,un loro contributo in modo di far arrivare al 100% la detrazione fiscale;la detrarranno dall'addizionale IRPEF regionale e/o comunale. Tra l'altro Roma impone già una IRPEF comunale maggiore delle altre città! Coibentare i condomini visto il bonus facciate. Il M5S amplifica volutamente e mediaticamente i problemi veri per ricavarne voti;lo fa' assurdamente da una posizione di governo. Milano deve passare a condensazione le 400.000 caldaie che ancora non lo sono.
  • il passo successivo è bloccare le biciclette, tanto capisce di inquinamento la Raggi e il suo staff
  • Ignoranza e demagogia sono l'emblema dei nostri amministratori pubblici. Fanno i Verdi per ottenere consensi politici ma non leggono le emissioni di CO2 delle amate auto a benzina. Fa moda buttarsi sui diesel quando gli euro 6 sono meno inquinanti di una stufa a pellet. Siamo spinti verso auto ibride pur sapendo che se fanno 50 km in elettrico è già tanto. Ammetto che siamo in un periodo di transizione dove è difficile capire come sarà il futuro e credo passeranno ancora molti anni prima di produrre ecologicamente batterie che poi sarà facile smaltire ma ribadisco che decisioni come quella di Roma sono esclusivamente per prendere voti
  • ...dopo questo provvedimento che blocca tutte le auto diesel, di fatto avere un EURO3 e un EURO6 è la stessa cosa
  • Vivo a Firenze da venticinque anni e nella mia città da numerosi anni i blocchi stradali non esistono più, prima invece erano piuttosto frequenti, però nel frattempo durante tutto questo tempo alcune cose sono state fatte: I vecchi impianti di riscaldamento a gasolio anche grazie ad incentivi economici non esistono più , il trasporto pubblico è fatto con un parco mezzi piuttosto giovane (lo si può facilmente constatare ad occhio) e pur tra divisioni accanite e tipicamente fiorentine la giovane tranvia che si svilupperà ulteriormente ormai trasporta annualmente milioni di lavoratori, studenti e turisti. Non trascurerei infine nemmeno la piantumazione costante di nuovi alberi ed un parco auto certamente non proprio giurassico. Vi assicuro che la mia città sebbene non sia grande è affollatissima e presenta non poche criticità che ne derivano ma con una politica accorta qualcosa evidentemente si può fare che non si di prendersela sempre e soltanto con i soliti noti.
     Leggi risposte
  • Mi vergogno di essere mezzo italiano. Mi vergogno di come ragiona l'italiano medio, se di ragionamento si può parlare. In un sito di presunti appassionati di automobili mi tocca leggere di gente che difende scelte assurde, totalmente estranee a qualsiasi giudizio tecnico/scientifico, basate su pareri personali di amministratori ignoranti, per usare un eufemismo. Qui non c'entra nulla l'essere a favore o contro i diesel. Qui si parla di cattiva politica che non è in grado di distinguere i fiori dalla spazzatura. Ripudio la mia mezza origine italica, perché quello che si fa in questo Paese mi fa inorridire mentre sembra perfettamente accettabile, anzi, del tutto normale per moltissimi italiani. Popolo senza dignità, guidato dai tuoi elementi peggiori, quale brutta fine farai!
  • Quanto costa un software decente? Facciamo una colletta?
     Leggi risposte
  • Bloccare un Diesel Euro 6 e far circolare Benzina Euro 3 senza problemi. La finta lotta ecologica che questa società sta mobilitando solo per lucrare dove fa comodo a discapito della gente comune, fate schifo e dovete vergognarvi, se non sapete qualcosa dovreste quantomeno informarvi prima di attuare un provvedimento che danneggia le persone in modo serio. I livelli di Co2 sono aumentati per colpa dell'aumento dei benzina e questo non interessa perchè il problema ora è il NOX che in casi estremi può forse produrre ozono, nel mentre però uccidiamo tutto e tutti con il Co2 di auto vecchie e obsolete.
     Leggi risposte
  • Io penso che l'assesore alla mobilità non capisce nulla di auto,perchè bloccare un automobile euro 6 diesel e davvero sconcertante,tra qualche anno a chi toccherà alle auto ibride,meditate gente....
  • Questa è l apoteosi dell ignoranza. I MOTORI DIESEL INQUINANO MOLTO MENO DEI BENZINA. Sindaca Raggi e giunta comunale Istruitevi!!!!! Sono innumerevoli le ricerche' indipendenti che scagionano la gogna sui motori diesel ancora di piu' gli euro 6. Siete una vergogna della politica e l esempio di cosa non fare per gestire l inquinamento di una citta'
  • Tranquilli. Adesso vedremo le centraline che col blocco delle Euro 6 segneranno -50% di inquinamento. Ah no... Un'altra cavolata da ignoranti incompetenti
     Leggi risposte
  • Bene la Raggi. Nonostante le proteste isteriche dei patiti del TDI a rate si va inevitabilmebte, anche se troppo lentamente, al bando totale delle auto diesel. QUegli stolti che si comprano un'auto diesel adesso, che sia 6.x o 7 poco importa, inevitabilmente si troveranno un veicolo che non vale nulla in meno di 5 anni. Magari si puo' rivendere in Romania, chissa'...
     Leggi risposte
  • è incredibile come questo articolo abbia lo scopo di attaccare la Raggi che istituisce di fatto un'area simile all'area C di Milano.. Il massimo della scorrettezza è citare gli autobus che bruciano: è dimostrato che la maggior parte degli episodi contro i mezzi pubblici sono dolosi.
     Leggi risposte
  • Una cosa che i mezzi d'informazione "seri" dovrebbero evidenziare (ma spesso non o fanno) è che la qualità dell'aria che respiriamo oggi è molto migliore rispetto a quella di 20/30/40 anni fa, la differenza è che oggi si sono stabilite delle soglie da non oltrepassare mentre anni addietro nessuno controllava nulla, a seguire tutte queste vicende la "casalinga di Voghera" e "l'uomo della strada" credono invece che oggi stiamo soffocando mentre prima si stava bene....
     Leggi risposte
  • Ma quanti milioni di km bisogna fare con la macchina nuova per compensare tutto l'inquinamento creato per produrla???? (estrazioni minerarie, fonderie, industrie chimiche per la plastica) Siamo sicuri che il continuo ed obbligato rinnovo del parco circolante sia la soluzione giusta???? Non sono sostenitore del ritorno all'età della pietra, ma sostituire le auto (come qualsiasi cosa) quando ce n'è veramente la necessità aiuterebbe ad abbassare le emissioni globali e non solo locali! Certo, lo so, questo ricambio sostiene l'economia e l'occupazione ma è un cane che si morde la coda!!!!
  • Se come dicono i test effettuati sulle nuove auto diesel il livello delle micro polveri continua ad essere molto superiore alla norma io incentiverei le auto a combustibili alternativi come metano , idrogeno , gpl ecc. Se vogliamo davvero bene all’ambiente non promuoviamo auto elettriche, può sembrare un controsenso ma l’elettrico , come da studi fatti da società autonome , tra produzione, batterie quindi cicli di ricarica e successivo smaltimento, producono quasi il doppio della co2 di un diesel di nuova generazione. L’elettrico é un altra trovata commerciale mascherata da green generation , ormai gli investimenti dalle case automobilistiche sono stati fatti e volendo o nolendo, d’accordo con i governi, i conti devono tornare .
     Leggi risposte
  • gli euro 7 diesel promettono valori bassissimi di inquinamento. Informatevi prima parlare con il cervello staccato e di dare contro ai diesel solo per partito preso
     Leggi risposte
  • Ovviamente tutto ciò è la conseguenza di eleggere queste sindaco/veline che tecnicamente non sanno distinguere un rubinetto da un interruttore ma capiscono solo di scarpe e vestiti, persone che poi in giunta si circondano di assessori simili a loro, nessuno che si sogna di farsi affiancare da qualche tecnico competente nelle varie problematiche da affrontare. A parziale discolpa dei cittadini romani va però detto che se hanno eletto la Raggi con un consenso mai visto prima (quasi il 70% dei voti) è perchè uscivano da 4 anni disastrosi della giunta Alemanno, la quale aveva messo la città a "ferro e fuoco" e con cui la famigerata "mafia capitale" aveva trovato terreno fertilissimo per operare, ....... e dai pochi mesi della giunta Marino, sfiduciata e mandata a casa dal suo stesso partito che la sosteneva perchè ritenuta incapace di governare la città. .......... Comunque, ciliegina sulla torta dei romani, oltre a bus vecchissimi che inquinano N volte rispetto alle automobili più recenti, pare che le auto della Polizia Municipale nonchè le auto di servizio del comune siano tutte diesel....... Poi come ha scritto Dal Bosco, nelle città più avanzate si costruiscono i termovalorizzatori per lo smaltimento dei rifiuti, produzione di energia elettrica e acqua calda, con essi si risparmiano milioni di tonnellate di Co2 emesse dagli impianti di riscaldamento individuale, a Roma per ideologia Grillina non si possono fare (così come le ferrovie e i gasdotti) e alla fine per risolvere il problema ci si ritrova a dover costruire una nuova discarica, la peggior soluzione possibile quella di interrare i rifiuti e far finta che non esistano. Del resto pensare che si possa riciclare il 100% del raccolto è pura utopia, si può fare fino ad una certa percentuale ma di tutto il restante in qualche modo bisogna per forza occuparsene. ........
     Leggi risposte
  • i motori diesel andrebbero ABOLITI : è vero che gli euro 6 inquinano poco ... TRANNE che nel momento della pulizia del filtro antiparticolato (ossia circa ogni 500 km) , in quei 15/30 minuti le emissioni vanno alle stelle, ma chissenefrega. I legislatori (dietro lauto compenso) hanno esplicitamente escluso quel caso nel calcolo del livello dell'inquinamento ... Tanto vale allora calcolare le emissioni solo a motre caldo , a 90km/h costanti ed in discesa . Patetica TRUFFA (loro e di chi li difende)
     Leggi risposte
  • Non conosco la realtà di Roma ma nella mia città (Torino), continuano a viaggiare mezzi pubblici a gasolio con 20 anni di servizio e sicuramente ben più inquinanti di una vettura euro 6. Vedo girare anche auto dei vigili urbani, poco "allineate" perchè si tratta di Punto, Stilo (!) e Bravo con tanti anni di utilizzo.
     Leggi risposte
  • Ignoranza Politica
  • Concordo pienamente con quanto scritto nell'articolo della redazione. Fermare gli euro 6 è un'assurdità e, a mio parere, anche sul piano della legittimità è al limite o forse già oltre. Rendiamoci conto: vai in una concessionaria, compri un'auto nuova euro 6 pienamente in regola con le attuali normative di legge, paghi IVA, immatricolazione, bollo, assicurazione ecc, poi esci dal concessionario e già ti fanno la multa perché il sindaco ha deciso che NON puoi circolare. Mentre un'auto a benzina di molti, molti anni fa circola tranquillamente anche se magari è un benzina a iniezione diretta che magari consuma poco ma di particolato ne emette eccome, tanto che con le norme più recenti anche quei benzina han bisogno del filtro per il particolato... ma quei benzina non li fermano, magari è un particolato che a respirarlo fa bene alla salute, chissà. Però puoi sempre prendere un autobus urbano d'annata, ovviamente sperando che non vada a fuoco come sembra capiti abbastanza spesso...
     Leggi risposte
  • Avete scritto nell'articolo ZTL ANELLO FERROVIARIO E CENTRO STORICO. Non è così bensì FASCIA VERDE. Del resto Voi di 4 ruote conoscete solo 2 parole: AUDI E WOLKSWAGEN. Lo stesso vale per tg2 motori. Ma c'è ancora qualcuno che guarda questo programma?
  • Quando governano persone capaci, si vede in tutto quello che fanno..
     Leggi risposte
  • Li avete votati mo' ve li tenete ... apprezzo totalmente il blocco dei Diesel, ma non bisogna dimenticare gli impianti di riscaldamento !! Vi sarà una ragione perché i paesi "moderni" costruiscono termovalorizzatori ... certo quando ci si affida agli ignoranti in materia non ce da stupirsi ... molto meglio le montagne di rifiuti ed i riscaldamenti individuali che inquinano quanto un vecchio TIR ... i termovalorizzatori non solo producono energia elettrica, ma forniscono anche calore e questo permette d'eliminare i riscaldamenti individuali ... certo che se in Italia si costruissero un centinaio di termovalorizzatori (la piccola Svizzera ne ha 30 ed altri 10 sono in fase di progettazione o costruzione) si eliminerebbe non solo la spazzatura, ma anche il CO2 e gran parte del particolato generato dai impianti di riscaldamento e dulcis in fondo vi sarebbe energia per milioni di vetture elettriche ...
  • Sono pienamente d'accordo con la sindaca RAGGI.
     Leggi risposte
  • tutte scuse per far cambiare l'auto alle persone visto che nonostante i blocchi del traffico l'aria rimane ugualmente inquinata...
  • Ah sarebbe la demagogia della politica? Chissà perché studi seri indipendenti dicono sempre il contrario... https://www.transportenvironment.org/press/le-emissioni-di-particolato-dei-nuovi-diesel-arrivano-superare-di-1000-volte-i-normali-livelli
     Leggi risposte
  • In effetti lo è una scelta incomprensibile. Se misuri solo le pm10 devi fermare il traffico diesel fino a euro4 massimo. Se misuri le pm2.5 devi fermare fino a euro5 diesel e così via. In ogni caso, nell'errore, c'è il vantaggio, col blocco delle euro6 diesel, della diminuzione dell'inquinamento da Ufp, le particelle più piccole del particolato, che guarda caso sono le più nocive per la salute e provocano gradualmente tanta mortalità.
  • FOTO


    VIDEO

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22072/thumb mini 2.jpg Mini Clubman John Cooper Works: mai così potente http://tv.quattroruote.it/news/video/mini-clubman-john-cooper-works-mai-cos-potente News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/22535/2019-ford-mustang-mach-e-00312.jpg Ford Mustang Mach-E: ecco com'è http://tv.quattroruote.it/news/video/ford-mustang-mach-e-ecco-com- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22651/THUMB.png Ferrari Roma, l'analisi stilistica: tutti i dettagli del design spiegati in esclusiva http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-roma-lanalisi-stilistica-tutti-i-dettagli-del-design-spiegati-in-esclusiva News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22925/FAST LAP CORVETTE.jpg Il giro di pista della Chevrolet Corvette C8 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-giro-di-pista-della-corvette-c8 News

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca